6 passi per evitare di crescere un narcisista

· 7 novembre 2017

Incontrare un narcisista è sempre più comune in questa epoca di selfie. Da buone madri penserete che i vostri figli siano speciali e, in un certo senso, avete ragione. Ma sarebbe meglio evitare di crescere un narcisista, perché gnuno di noi, in realtà, è una persona unica.

Il narcisismo dipende da molti fattori ambientali. Dire costantemente a un bambino che è speciale, esagerando le sue capacità, in ogni caso, può avere effetti negativi.

Ecco alcuni consigli per evitare di crescere un narcisista.

1. Incoraggiatelo ad impegnarsi senza dimenticarvi di insegnargli l’umiltà

È sempre positivo aiutare un figlio a mettere tutto il suo impegno nel realizzare qualcosa e a non perdere la motivazione per realizzare i suoi sogni. Non si ottiene nulla dalla vita se non si ha un appoggio, senza motivazione e disciplina.

Il motto in questo caso dovrebbe essere “Sii il meglio che puoi essere”. Incoraggiate vostro figlio ad apprezzare i suoi successi, senza tuttavia sentirsi migliore degli altri. Dovete aiutarlo a mantenere in equilibrio la bilancia tra avere fiducia in se stesso e conservare l’umiltà.

2. Attenzione ai privilegi

Un bambino narcisista, seduto su una poltrona principesca.

Il narcisismo si potrebbe definire con la frase “Mi sento al centro dell’universo”. Questa è una percezione di sé e dell’ambiente che i bambini sviluppano a partire soprattutto dalla relazione stabilita con i genitori.

Per questo evitate di crescere un narcisista eliminando i privilegi esagerati. In particolar modo, è importante che vostro figlio non si senta trattato meglio dei suoi compagni.

3. Non permettete violenze su altri bambini o sugli animali

In nessuna circostanza deve essere permessa la crudeltà. È importante che vostro figlio impari ad essere assertivo. Un po’ di aggressività è normale durante lo sviluppo, specialmente con i bambini della sua stessa età, ma dovete lavorare per fargli scoprire l’empatia.

È particolarmente importante non lasciare che i bambini deridano o maltrattino gli animali domestici o che li prendano come dei giocattoli. Se vedete situazioni simili, correggetelo immediatamente e spiegategli come si sente un essere indifeso ed abusato da qualcuno di più grande e forte di lui.

4. Accettatelo incondizionatamente come persona

La base per una solida fiducia in se stesso è l’accettazione. I vostri figli hanno bisogno di sapere che sono amati e accettati così come sono. Ma ciò non significa che dobbiate appoggiare le loro deviazioni.

Quando vostro figlio commette un errore, dovete correggerlo. Basta assicurarsi che sia cosciente del fatto che questo errore non gli costerà il tuo amore di genitore.

5. Lasciate che subisca le conseguenze delle sue azioni

Non cercate di soccorrerlo ogni volta che lo vedete infelice o quando qualcosa va per il verso sbagliato. Se siete il tipo di genitore che corre a scuola a parlare con il maestro perché dia un voto in più al figlio che non ha consegnato il compito, non state facendo la cosa giusta.

Un metodo migliore sarebbe stabilire un orario in cui deve fare i compiti. Lasciate che affronti le sue responsabilità con i professori quando non assolve ai suoi impegni.

6. Mostrate a vostro figlio i suoi errori

Evitate di crescere un narcisista.

Cercare la perfezione e il successo sono degne attività, ma essere un perfezionista totale è un problema quando arrivano gli errori, e state certe che arriveranno. Se mostrate ai vostri figli che gli errori e l’insuccesso fanno parte della vita, loro impareranno di più.

Saranno pronti a correggere i propri errori e andranno avanti trasformandosi in persone più mature e decise.

Allenatevi per non crescere un narcisista

Un bambino narcisista non nasce così, ma lo diventa, e la maggior parte delle volte è colpa dei genitori. Un figlio diventa narcisista quando viene sopravvalutato nella sua infanzia da parte di un genitore o di qualche adulto che è a contatto con lui.

Lavorare per migliorare l’autostima di vostro figlio è una cosa positiva, sempre che non gli facciate credere che merita tutto e vale più degli altri. In fondo, vive in una società e deve essere preparato a trattare gli altri con la stessa umanità con cui lui desidera essere trattato.