Bambine felici ed emancipate: la sfida dell’educazione di oggi

· 23 novembre 2018
Una bambina educata nell'affetto, nell'attenzione e nell'autonomia sarà una donna di successo che contribuirà a un mondo migliore.

Educare bambine felici ed emancipate significa aiutarle a diventare persone sane e intraprendenti. In che modo è possibile ottenere questo risultato?

Una bambina educata nell’affetto, nell’attenzione e nell’autonomia sarà una donna di successo che contribuirà a un mondo migliore.

Al giorno d’oggi, imparare a educare bambine felici ed emancipate è più importante che mai. Perché? Perché le renderemo individui più integri e intraprendenti per il futuro, indipendentemente da ciò che decideranno di fare della propria vita.

Sapevate che l’11 di ottobre è stato dichiarato dall’Organizzazione delle Nazioni Unite Giornata internazionale delle bambine? Lo scopo con il quale questa data è stata fissata sul calendario è quello di migliorare le condizioni di vita delle bambine e delle adolescenti del pianeta.

E non si tratta di un compito che riguarda solamente le nazioni o le grandi organizzazioni: anche la famiglia ha molto a che fare con questo obiettivo su scala mondiale.

Una sfida dell’educazione di oggi consiste nel formare bambine felici ed emancipate che possano affrontare il mondo con coraggio, tenerezza e giustizia.

Che cosa dovete sapere come madre?

L’emancipazione (o, in questo contesto, l’empowerment) viene definita come l’acquisizione di potere attraverso la sicurezza, l’autostima e l’indipendenza nella gestione delle diverse situazioni della vita.

Secondo le Nazioni Unite, nel 2015 la popolazione mondiale era composta per il 50,45% da uomini e per il 49,6% da donne. Tuttavia, i ruoli di leadership e la partecipazione delle bambine e delle donne alle attività sociali non godono ancora di tutti i diritti, nel mondo intero.

Purtroppo, sappiamo bene che esistono paesi nei quali le bambine costituiscono “moneta di scambio” e sono obbligate, fin da quando sono ancora molto giovani, a sposarsi e avere figli.

Per questo motivo, compito delle Nazioni Unite e, a una scala inferiore, dei genitori e dei maestri, a casa e a scuola, è potenziare le abilità e la fiducia delle bambine per fare in modo che crescano felici e sicure del loro ruolo di rilievo all’interno della società.

L’emancipazione delle bambine consente loro di esprimersi con maggior facilità e di conoscere, fin da quando sono molto piccole, sia i propri diritti che i propri doveri.

anche le bambine devono conoscere, fin da quando sono piccole, i propri diritti e doveri

Come educare bambine felici ed emancipate?

Potere di partecipazione ed espressione

Le bambine, proprio come i maschi, devono avere il diritto di partecipare all’attività sociale e di potersi esprimere. Le loro opinioni devono essere ascoltate, senza che siano sottovalutate da parte degli adulti.

Le bambine che crescono in una casa dove le loro opinioni contano hanno maggior fiducia e sicurezza in se stesse.

Allo stesso modo, non avranno alcun timore nell’esprimere le loro opinioni o la loro opposizione. E non cederanno nemmeno di fronte a qualche atteggiamento che ferisca o abbia l’obiettivo di violare i loro diritti.

Potere e informazione economica

Insegnare alle nostre bambine ad assumere un atteggiamento responsabile nei confronti del denaro contribuirà a potenziare le loro qualità.

In futuro diventeranno donne autonome e dotate di criteri sani nella gestione del denaro, che impiegheranno come una risorsa per il bene proprio e di coloro che le circonderanno.

Potere di amare e sentirsi amate

L’amore è il perno attorno al quale ruota ogni progetto educativo. Le bambine e i bambini devono sentirsi amati e rispettati dai loro genitori. Allo stesso modo, devono anche sentire di poter trasmettere il proprio affetto senza incontrare ostacoli né essere derise.

L’emancipazione delle bambine che consente loro di amare in libertà e con responsabilità è compito dei genitori, a cui spetta il lavoro di formarle nella salute affettiva, riproduttiva e sessuale.

bambine felici ed emancipate

Potere di essere se stesse

Lo sviluppo senza restrizioni della personalità delle bambine è un altro di quei diritti che sia i loro genitori che la società intera devono garantire fin dalla loro nascita.

Evitare un’educazione fondata sulle etichette e gli stereotipi di genere consiste nel conferire loro il potere di definire ciò che riguarda se stesse.

Potere di sognare

La creatività, lo svago e lo sviluppo dell’immaginazione sono aspetti che consentiranno alla bambina di distinguersi nello studio e nello sport.

I genitori devono incoraggiare il sano sviluppo di questi aspetti, attraverso giochi e tempo condiviso. Un’educazione rigida e punitiva non contribuisce alla felicità e all’emancipazione delle bambine. Al contrario, produce bambine schive e timide, piene di paure e insicurezze.

Potere di pianificare il proprio futuro

È stato dimostrato che l’elaborazione di un progetto di vita in età precoce consente ai bambini di tracciare una rotta da cui sarà poi molto difficile deviare e di riuscire a raggiungere l’età adulta accompagnati da successo, felicità e fiducia nei propri ideali. I genitori devono incoraggiare e orientare questa programmazione.

È importante parlare con i figli del futuro, dei loro interessi, passioni e illusioni. Nelle bambine, un progetto di vita previene l’abbandono scolastico, una gravidanza precoce e un ingresso disinformato o traumatico nel mondo della sessualità.

Potere di sviluppo

Frequentare la scuola, partecipare ad attività extrascolastiche, alle feste degli amici, alle attività agonistiche e ai giochi sportivi sono aspetti che fanno parte della quotidianità della vita di un bambino. Tuttavia, si tratta di diritti che conferiscono potere al loro sviluppo.

L’istruzione rappresenta uno degli indicatori più efficaci nel valutare l’emancipazione di una bambina, perché a un’istruzione maggiore corrisponde una maggior capacità di esercitare un controllo sociale, economico, professionale e personale della propria vita.

Le bambine felici ed emancipate sono il prodotto di famiglie dotate di una buona gestione dell’intelligenza emotiva. D’altra parte, una bambina emancipata è una bambina felice e intraprendente.