Come capire se il neonato vede bene?

· 26 agosto 2018
Alla nascita, la vista è ancora immatura, ma si sviluppa molto rapidamente durante il primo anno di vita. Scoprite nel seguente articolo come capire se il neonato vede bene.

La vista del neonato si sviluppa gradualmente, a differenza dell’udito, che è già completamente sviluppato al termine del primo mese di vita. Man mano che cresce, potete applicare alcuni semplici test per capire se il neonato vede bene.

Dopo la nascita, la vista rimane annebbiata, ma il bambino risponde comunque ai movimenti. Anche se può vedere la luce e le forme, il neonato vede bene a una distanza di circa 20 centimetri, che sono sufficienti a fargli distinguere le sagome. A partire dal primo anno di vita, la vista migliora gradualmente, fino a che non arriverà a vedere bene.

La vista è un senso molto importante nello sviluppo dei nostri piccoli. In questo articlo vi presentiamo i segni che potrebbero tradursi in possibili problemi alla vista e i test che vi permetteranno di capire se il neonato vede bene.

Come si sviluppa la vista del neonato?

Lo sviluppo della vista è il risultato di un lento processo che comporta varie fasi. Di fatto, il sistema visivo del neonato è quello meno sviluppato al momento della nascita e si affina gradualmente durante i primi anni della sua vita. Per questo motivo, è importante conoscere tutte le fasi per individuare se il vostro piccolo ha qualche problema alla vista.

Fin dalla nascita, il neonato è sensibile alla luce e può vedere da una distanza tra 18 e 20 centimetri, ma non può ancora distinguere i colori. Si tratta, esattamente, della distanza a cui si trova il viso della madre quando lo sta allattando.

È normale che, durante i primi mesi, il neonato chiuda e riapra gli occhi di continuo e che questi si incrocino. Nel frattempo, tra i 3 e i 4 mesi di vita, si sviluppa la visione binoculare, che è caratterizzata dall’uso di entrambi gli occhi in modo coordinato. Il neonato, inoltre, distingue qualche colore.

Tra i 4 e i 6 mesi, il neonato può distinguere tutti i colori che può distinguere un adulto. Inizia anche a coordinare i movimenti della testa e i gesti delle mani con la vista. Al sesto o al settimo mese, inizia a percepire le distanze.

Tra i 9 e i 10 mesi di vita, il neonato dovrebbe essere in grado di fissare con lo sguardo, di seguire gli oggetti, di riconoscere i genitori, prendere gli oggetti e metterli in bocca.

A partire dal primo anno, l’acuità visiva continua ad aumentare gradualmente; a 6 anni, la vista sarà completamente matura e il bambino avrà una visione quasi identica a quella dell’adulto.

Gli occhi di un neonato

Quali sono i segni dei problemi alla vista nei neonati?

Ci sono vari segni che dovrebbero essere motivo sufficiente per consultare un pediatra o un oculista per fare così un controllo più accurato. Per capire se il neonato vede bene o se dovreste farlo visitare da un medico, controllate se il vostro bambino mostra i seguenti segni di problemi alla vista:

  • Si sfrega gli occhi, come se provasse vergogna.
  • Ha lo sguardo fisso e non segue i movimenti.
  • Ci sono precedenti di problemi alla vista in famiglia.
  • Ha difficoltà ad aprire gli occhi in un ambiente luminoso.
  • Mantiene la testa inclinata in modo anomalo.
  • Uno degli occhi non è coordinato con l’altro o lo strizza ripetutamente.

Come capire se il neonato vede bene?

Gli occhi del vostro piccolo richiedono un po’ di attenzione. La maggior parte dei problemi alla vista si possono correggere se vengono individuati abbastanza presto. Per questo, dovete sapere che esistono dei test che potete fare a casa per individuare alcuni problemi alla vista del bambino.

1. Segue una fonte di luce

Normalmente, i neonati si sentono attratti da qualsiasi fonte di luce e ne seguono il movimento. Per questo, potete provare con una lampada in casa e vedere se il piccolo è capace di seguire la luce.

“Il sistema visivo del neonato è quello meno sviluppato al momento della nascita e si affina gradualmente durante i primi anni della sua vita.”

2. Segue un oggetto colorato o in contrasto

Cercate di attrarre l’attenzione del bambino tramite un oggetto colorato o con forti contrasti come il bianco e il nero. Se segue il movimento dell’oggetto con la testa, questo significa che il neonato vede bene.

3. Il gesto normale

Un bambino che vede bene afferra gli oggetti con le mani per portarseli alla bocca. Se avete dei dubbi, in particolare se il neonato ha un’età in cui può coordinare la vista con i movimenti, ovvero tra i 4 e i 5 mesi, è meglio consultare un medico.

Neonato con gli occhi azzurri

4. Vi sorride

Un neonato con più di 3 mesi di vita sorride apertamente di fronte al viso dei familiari, specialmente a quello della sua mamma. Inoltre, può seguire con lo sguardo gli oggetti o le persone in movimento.

5. I suoi occhi guardano nella stessa direzione

A 4 mesi di età, il neonato inizia a usare gli occhi in modo coordinato e per guardare in una stessa direzione. Perciò, se vostro figlio continua ad incrociare gli occhi dopo circa 6 mesi dalla nascita, è necessario consultare un oculista per correggere lo strabismo.

Per terminare, dovete tenere in considerazione che, quanto prima si individuano i disturbi alla vista, più efficaci saranno la correzione e il trattamento. I medici raccomandano di individuare le possibili anomalie alla vista tra i 3 e i 9 mesi.

Inoltre, anche se vengono pianificate delle visite regolari dall’oculista durante questo periodo dello sviluppo infantile, è essenziale che i genitori siano i principali attori nell’identificazione di queste anomalie.