Come sapere se il proprio figlio è un bambino indaco?

· 15 settembre 2017

È difficile decidere se il proprio figlio è un bambino indaco o no, perché questo termine non ha alcun fondamento scientifico. Il concetto nasce da un argomento pseudoscientifico che iniziò a diffondersi agli inizi degli anni ’80. Si pensa che questi bambini siano il prodotto dell’evoluzione intellettuale e spirituale, che si riflette in un comportamento diverso da quello dell’epoca.

Non tutti i genitori si domandano se i propri figli sono bambini indaco, perché il concetto non è ancora abbastanza diffuso.

Solo chi ha familiarità con questo termine inizia a domandarsi se nella sua famiglia ci sono bambini indaco ed è probabile che inizi a collegare le caratteristiche a persone che conosce o persino a se stesso. Al giorno d’oggi, non abbiamo assistito a un aumento di questi bambini, ma ci sono più persone che vedono i bambini indaco dove, in realtà, non ci sono.

bambina-con-dente-di-leone-bambino indaco

Come distinguere un bambino indaco

Non tutti i bambini che presentano caratteristiche tipiche degli indaco lo sono. Spesso si tratta di somiglianze nate dal modo in cui sono stati cresciuti o dall’ambiente in cui abitano. Se sospettate che vostro figlio sia un bambino indaco, analizzando queste caratteristiche forse riuscirete a trovare una risposta.

I bambini indaco:

  • Sono intuitivi. Questo aspetto ha a che fare con una struttura cerebrale diversa, che li aiuta a percepire dettagli che agli altri sfuggono.
  • Manifestano una chiara e grande sicurezza in se stessi. In generale, questa caratteristica li fa apparire arroganti o dà loro una certa aria di superiorità.
  • Hanno una grande immaginazione. Mostrano alti livelli di creatività in tutto ciò che fanno. Le solite attività li annoiano, poiché non danno loro la possibilità di far volare la loro immensa fantasia.
bambina-con-farfalla bambino indaco

  • Per questi bambini è difficile seguire gli ordini o andare d’accordo con le figure autoritarie. Vengono considerati indipendenti nelle loro azioni e nelle loro decisioni.
  • Possiedono una grande intelligenza, sono capaci di risolvere problemi tecnologici o cose che per gli adulti risultano incomprensibili.
  • Manifestano caratteristiche tipiche dei bambini iperattivi come dormire poco, non aver bisogno di riposare e a volte sbattono i piedi e piangono in modo insistente.
  • In generale, non amano andare a scuola. Ciò si deve alla loro indipendenza, al non essere in grado di ricevere istruzioni e di seguire la routine.
  • Per loro è spesso difficile relazionarsi con i compagni di classe e gli altri bambini: sono talmente diversi che provare empatia è impossibile. Si pensa che un bambino indaco possa stringere una grande amicizia solo con altri come lui.
  • Nulla sembra andare bene per loro, perché sono diversi e capricciosi.
  • Sono molto franchi e chiedono spiegazioni esaustive riguardo qualsiasi cosa.
  • Alcuni sono ribelli e si sforzano solo per portare a termine ciò che interessa loro.

Come crescere un bambino indaco

Non esiste un test per diagnosticare un bambino indaco, ma non è nemmeno del tutto necessario. Non si tratta infatti di una malattia o una condizione a cui bisogna porre rimedio. L’unica complicazione per i genitori è non sapere come crescerli o come trattarli. La cosa più importante è essere tolleranti e amorevoli con i propri figli, che si tratti di bambini indaco o meno.

È fondamentale nutrire il loro desiderio di apprendimento e favorire lo sviluppo delle loro capacità. Un comportamento sbagliato nei loro confronti può frustrarli. Sono infatti molto sensibili e, in generale, incompresi dai genitori che non condividono le loro caratteristiche emotive.