Cosa sono le secrezioni vaginali?

· 17 ottobre 2018
Le secrezioni vaginali ricoprono un ruolo importante nella salute delle donne perché svolgono una funzione di autopulizia naturale all’interno della vagina. Inoltre sono importanti anche per la salute sessuale e la funzione riproduttrice della donna.

Le secrezioni vaginali sono assolutamente normali nelle donne e sono utili affinché il corpo pulisca la vagina ed elimini impurità e cellule morte. Di color chiaro o latte, in genere sono inodori e non sono accompagnate da dolori.

È utile sapere che la quantità e il colore delle secrezioni vaginali variano in base alle cause che provocano le secrezioni.

Ovviamente le secrezioni vaginali provengono da diverse parti della vagina, soprattutto dalle ghiandole che si trovano nel collo dell’utero. Tali ghiandole secernono quotidianamente un liquido viscoso che fluisce nelle pareti della vagina. Il liquido porta via con sé qualsiasi germe presente e, soprattutto, le cellule morte della vagina.

Le secrezioni vaginali sono normali?

Le secrezioni vaginali sono molto comuni nelle donne. Nella maggior parte dei casi, indicano che la vagina si trova in perfetto stato, in quanto ha un pH acido che gli consente di proteggersi dalle infezioni.

Una vagina in buona salute sprigiona regolarmente secrezioni che espellono cellule morte e batteri. In altre parole la maggior parte del flusso vaginale è sano: si tratta di un sistema naturale del corpo per proteggersi.

È tuttavia importante sapere che, a volte, tali perdite sono un segnale di infezione o malattia; per questa ragione, occorre essere capaci di distinguere tra le secrezioni normali e quelle anomale, in modo tale da poter garantire il vostro benessere.

Qual è la normale quantità di secrezioni?

La quantità di secrezioni vaginali dipende principalmente dal livello di ormoni. Se si producono molte secrezioni vaginali, o se esse hanno un aspetto diverso dal solito, possono intervenire vari fattori:

  • I cambiamenti ormonali possono influire sulla quantità e sull’odore delle secrezioni.
  • Le secrezioni possono cambiare in modo temporaneo a causa di stress ed emozioni, come l’eccitazione sessuale.
  • Anche alcuni farmaci, come gli antibiotici, i corticosteroidi e la pillola possono alterare la flora vaginale.
  • Le infezioni vaginali spesso causano più secrezioni del normale che, a volte, hanno un colore od un odore diverso dal solito.
Coppia

Cause delle secrezioni vaginali

Esistono molteplici cause che inducono ad un cambiamento nelle secrezioni della vagina. Le cause più comuni del cambiamento di flusso vaginale sono le seguenti:

1. Ovulazione

In questa fase è normale che le secrezioni aumentino di volume. Durante l’ovulazione sono più leggere, fibrose e viscose. La ragione di tale cambiamento si deve alla necessità di rendere più semplice il passaggio degli spermatozoi, in quanto si tratta del momento in cui l’ovulo deve essere pronto per essere fecondato.

“Le secrezioni vaginali provengono da diverse parti della vagina, soprattutto dalle ghiandole che si trovano nel collo dell’utero”

2. Tappa della gravidanza e postparto

Le donne incinte spesso sperimentano un aumento del flusso vaginale che è diverso in quanto ad aspetto. Ciò si verifica soprattutto nelle ultime settimane prima del parto, quando le secrezioni cominciano a diventare più spesse e abbondanti.

Dopo la nascita del bambino, le perdite acquisiscono un aspetto molto specifico; si tratta di un mix di sangue, piccoli coaguli e tessuto che si stacca dal rivestimento uterino che si è sviluppato durante la gravidanza. Con il passare del tempo le perdite diventano gradualmente più acquose, di color rosa e, infine, si riducono completamente.

3. Menopausa

I cambiamenti ormonali che si verificano nel corpo sono responsabili delle secrezioni vaginali durante e dopo la menopausa. Tuttavia in questa tappa della vita le perdite cominciano a diminuire, man mano che si abbassano i livelli di estrogeno, nella fase finale della menopausa.

4. Eccitazione sessuale

La secrezione acquosa, trasparente o leggermente bianca è un segnale di eccitazione sessuale. Questo tipo di fluido vaginale è ideale per lubrificare e proteggere la vagina durante il coito.

Secrezioni vaginali anomale: quando bisogna preoccuparsi?

Se notate secrezioni con grumi, caratterizzate da cattivo odore, con una tonalità che si avvicina al verde o giallo e accompagnate da febbre, bruciore, prurito e formicolio, potrebbe trattarsi di un sintomo del quale dovreste preoccuparvi. In tali casi potrebbe trattarsi di un’infezione ginecologica come un fungo, un parassita o un’infezione grave che si diffonde nella parte inferiore dell’addome.

In tale situazione consultare un medico o un ginecologo è altamente consigliabile. Tenete presente che alcune infezioni possono diffondersi alle corna uterine e provocare infertilità.

Igiene vaginale

Quali sono i sintomi di una secrezione vaginale anomala?

Alcuni segni che possono indicare delle perdite vaginali anomale e un’infezione sono:

  • Cambiamenti di colore, consistenza e quantità.
  • Costante aumento delle perdite.
  • Prurito o malessere.
  • Bruciore vaginale durante la minzione.
  • Presenza di sangue al di fuori del periodo mestruale.
  • Perdite vaginali dalla consistenza simile a quella della ricotta.
  • Odore sgradevole accompagnato da flusso vaginale giallognolo, verde o bianco.

Infine vi consigliamo di mantenere un’ottima igiene vaginale, optando per prodotti delicati, evitando saponi e lavandovi la vagina con acqua. Durante la mestruazione è essenziale cambiare l’assorbente regolarmente per evitare qualsiasi tipo di irritazione.