Cosa fare se mio figlio respira solo dalla bocca?

· 29 novembre 2018
Se vostro figlio presenta tosse, sinusite, russa e i suoi denti si stanno allontanando l'uno dall'altro, è possibile che respiri solo dalla bocca.

Se un bambino respira solo dalla bocca non è normale. Quasi sempre, ciò si deve a delle ostruzioni nelle vie respiratorie, che devono essere curate al più presto.

La respirazione è un processo fondamentale per la vita. Non farlo correttamente incide in modo negativo e produce alterazioni come apnea notturna, tosse e denti deviati, per nominare solo alcuni dei problemi.

In questo articolo del perché alcuni bambini respirano solo dalla bocca per farvi identificare le cause di questa cattiva abitudine e quali sono le terapie più raccomandate dai pneumologi infantili.

Mio figlio respira solo dalla bocca

L’apparato respiratorio svolge diverse funzioni che aiutano a mantenere un equilibrio nell’organismo, poiché il suo lavoro efficiente incide direttamente sul modo di vivere e di rimanere sani.

I bambini che respirano con la bocca sono particolari. Partiamo dal fatto che aspirare eventualmente aria dalla bocca è necessario; ciò non colpisce l’organismo se lo si fa alternando questa azione respirando anche con il naso.

Tuttavia, la bocca come unica via per aspirare ed espirare può nascondere delle patologie specifiche e causarne altre.

Il processo del sistema respiratorio che si occupa di spostare l’aria all’interno dei polmoni si chiama ventilazione. Ciò si realizza mediante dei cicli, nei quali si inspira per prendere aria e si espira per buttarla fuori. La base sta in un atto automatico che svolgono i neuroni, che a loro volta inviano dei segnali ai nervi per attivare questo meccanismo.

Tutti gli esseri umani nascono per realizzare il processo di ventilazione principalmente dal naso a modo di assistenza.

Da qui si può dedurre immediatamente che, se un bambino non riesce ad eseguire un’azione che svolge l’organismo inconsciamente, deve avere un’ostruzione in una o in varie parti dell’apparato respiratorio.

bambina che dorme sui cuscini

Cause della respirazione orale

I motivi per i quali un bambino respira dalla bocca possono essere vari. È possibile partire da eventi passeggeri, come congestione nasale o rinite allergica, fino ad arrivare a problemi di ostruzione come l’amigdala ipertrofica.

Queste sono alcune delle conseguenze più frequenti di questo problema:

  • Setto nasale deviato o ostruzioni nell’area.
  • Problemi di ipotonia dei muscoli del viso.
  • Problemi nel mordere che portano il bambino a tenere la bocca aperta.
  • Ipertrofia delle adenoidi.
  • Amigdala ipertrofica.
  • Cause dovute al tempo: raffreddore o allergie.

Conseguenze

Diamo ora un’occhiata alle conseguenze più evidenti di una respirazione orale:

  • Episodi di tosse e il russare durante la notte.
  • Apnee notturne.
  • Malformazioni alla mandibola o al palato stretto.
  • Deglutizione atipica.
  • Problemi di udito.
  • Sinusite.
  • Otite.
  • Presenza di occhiaie.
  • Debolezza.
  • Labbra secche.

Soluzioni mediche

La respirazione orale nei bambini risponde a diversi fattori; alcuni di questi, per fortuna, sono passeggeri. Una volta verificato che vostro figlio respira con la bocca, dovete recarvi dal pediatra affinché determini le cause e mandi il piccolo dallo specialista corrispondente; può essere un pneumologo, un otorino o un ortodontista.

Il bambino può ricevere assistenza anche da un logopedista, specializzato in problemi di linguaggio e di ascolto. L’esperto può usare due tipi di terapia; la prima si chiama terapia respiratoria di esercizi passivi e attivi, mentre la seconda è quella miofunzionale orofacciale.

bambino dal logopedista

Durante il primo trattamento, il piccolo farà degli esercizi che gli permetteranno di riprogrammare il cervello affinché elimini il modello erroneo della respirazione; si parte da esercizi fisici e da condizionamenti mentali.

Il secondo metodo invece, consiste nel correggere i problemi di ipotonia dei muscoli e di deglutizione relazionati ai problemi di occlusione.

Molti bambini che soffrono di disturbi legati alla respirazione orale dimostrano anche di avere dei problemi a scuola e impossibilità di svolgere degli esercizi fisici.