I bambini si innamorano? No, ed ecco perché.

· 2 agosto 2018
Se vi state chiedendo se i bambini si innamorano, in questo articolo troverete la risposta a questa domanda e scoprirete cosa fare di fronte all'innamoramento infantile.

Se vi state chiedendo se i bambini si innamorano, in questo articolo troverete la risposta a questa domanda e scoprirete cosa fare di fronte all’innamoramento infantile.

Di fronte alla domanda: “I bambini si innamorano?”, anche se se credete fermamente che la risposta sia sì, dobbiamo essere sinceri.

No. I bambini non si innamorano.

In questo articolo vi illustriamo la nostra idea e quella di chi è ben informato sull’argomento.

I bambini imitano gli adulti

I bambini imitano gli adulti, e gli atteggiamenti che copiano si estendono fino alla sfera romantica, quella dell’amore.

Per questa ragione li vediamo celebrare le proprie nozze, camminare mano nella mano come se fossero fidanzati, fingere di essere mamma e papà… In sostanza, nel gioco si trasformano in qualunque adulto.

Oltre il gioco, però, i bambini arrivano effettivamente a dimostrare una certa affinità nei confronti di un’altra persona. Tuttavia, siamo noi adulti a etichettarla come amore.

L'”amore” nei bambini

Anche se i bambini non sono davvero innamorati, non bisogna minimizzare le loro emozioni

Se, durante la vostra infanzia, vi è capitato di “innamorarvi“, sicuramente ricordate quell'”amore” come uno dei più grandi che avete mai provato nel corso della vostra vita.

E se oggi qualcuno vi domandasse se vi siete “innamorate”, se da bambine avete sentito amore, direste indubbiamente sì.

Innamorarsi, amore… Non siamo ripetitivi. Stiamo solo enfatizzando gli stessi termini in modo che che possiate vedere con maggior chiarezza ciò che stiamo per spiegarvi.

Pensateci un po’: sia i vocaboli che utilizziamo sia ciò che essi significano non sono che terminologie “inventate” da noi adulti.

I bambini non sanno che cosa simboleggiano, in realtà. Tutto ciò che fanno è inserirli nel loro vocabolario e impiegarli quando ritengono di doverlo fare.

Per questa ragione, quando nostro figlio ci dice di avere una fidanzata, in realtà ci sta dicendo che la bambina a cui si riferisce gli piace molto e la considera bella, e che con lei condivide il gioco e ha in comune diverse affinità.

Il bambino piccolo impiega l’appellativo di “fidanzati” perché sa che nel mondo degli adulti la fidanzata o il fidanzato sono persone speciali che si vogliono molto bene e che trascorrono molto tempo insieme.

Quindi, per lui, quell’altra personcina che gli piace e con la quale è contento di giocare e passare il tempo prende il nome di “fidanzata”.

Come comportarsi quando i bambini si innamorano?

Dovete sapere che, nei bambini, l’amore ha inizio solo a partire dai 10 anni o più, perché è in questa fase che nasce l’impulso sessuale.

Ciononostante, prima o poi vostro figlio piccolo vi dirà di essere innamorato, e, di fronte a questo fatto, dovrete essere preparati.

Affinché non siate privi di risorse quando giungerà il fatidico momento, noi di Siamo Mamme vi offriamo due consigli.

Il primo consiglio

La cosa più importante è dare un nome a tutti i sentimenti di vostro figlio, in modo da poterlo aiutare a comprenderli.

Se vostro figlio vi dice di essere innamorato, non affermate categoricamente che ciò che sente non è amore, ma non dovete nemmeno assecondarlo e impiegare la stessa espressione. Convincetelo in maniera intelligente.

Parlate di ciò che sente per l’altra persona e, ogni volta che impiega i termini “fidanzati”, “amore” o “innamorati”, ditegli, per esempio, che da bambina anche voi avete avuto un amico speciale, che avete voluto molto bene a un altro bambino… e così via.

Vi raccomandiamo di impiegare parole come “amicizia” e “amico”, in modo che con esse si senta a suo agio e che associ a queste espressioni l’affinità che sente nei confronti dell’altra persona.

Naturalmente, questo non è l’unico modo per far capire a vostro figlio che non è vero che i bambini si innamorano.

Esistono molti altri sistemi per dare ai suoi sentimenti il loro vero nome. Per questo motivo, vi esortiamo a indagare in questa direzione e scegliere la soluzione che vi sembra migliore.

Ciò che importa è che tutte le emozioni che può sentire siano concettualizzate e chiamate con il loro nome.

Ricordate che vostro figlio si trova ancora pienamente immerso nella fase dell’apprendimento.

Il secondo consiglio:

Se vi chiedete se i bambini si innamorano, la risposta è che, in realtà, stanno imitando gli adulti

Non sottovalutate mai i sentimenti di vostro figlio. Il fatto che sappiate che non è vero che i bambini si innamorano non significa che dobbiate minimizzare le sue emozioni.

Per lui è di fondamentale importanza condividere con mamma e papà i suoi sentimenti. E ricevere da loro tutto il loro sostegno e la loro comprensione.

Tenete presente che ciò che sente in questi momenti è “la cosa più grande che gli sia mai capitata e la più grande che gli accadrà mai” (dite se non avete pensato proprio questo, quando eravate bambine e vi trovavate in una situazione simile).

Sostenete vostro figlio, ascoltatelo, parlate con lui, dategli il consiglio di cui anche voi, da bambine, avete avuto bisogno, e sentitevi felici di assistere al fiorire di emozioni così pure.