Il bambino più bello del mondo è il nostro

· 17 ottobre 2017

Quando abbiamo scoperto che avremmo avuto un bambino, il cuore ha iniziato a saltarci nel petto per l’emozione. Non lo avevamo ancora visto, ma già sapevamo che per noi sarebbe stato il bambino più bello del mondo. 

Con il padre siamo andati ad annunciare la notizia ai nonni che, come noi, hanno iniziato ad amarlo fin da allora.

La gravidanza è stata davvero una dolce attesa. Sono stati nove mesi pieni d’amore, ma nessuno di questi era paragonabile a ciò che abbiamo sentito quando abbiamo visto nostro figlio per la prima volta. In quell’istante abbiamo avuto la conferma: era il bambino più bello del mondo.

 

Tutte noi mamme, tenendo tra le braccia nostro figlio e vedendo il suo bel visino abbiamo pianto, riso, lo abbiamo baciato mille volte, pazze d’amore per lui. Ci sembrava incredibile che fosse lì con noi, che potessimo sentire il suo corpicino caldo, la sua pelle morbida e il suo adorabile profumo. Quello è stato il più bel giorno della nostra vita!

Lo abbiamo guardato e riguardato, accarezzato. Gli abbiamo contato le dita delle mani e dei piedi, lo abbiamo controllato e ci siamo assicurate che stesse bene in ogni istante. Mentre dormiva, ci siamo perse nel suo sorriso timido e tenero.

Non avevamo mai visto un visino così dolce, né occhi tanto belli. Perfino il suo pianto ci sembrava commovente.

Mamma e figlio: il bambino più bello del mondo è il nostro.

Ha cambiato il nostro mondo e le nostre idee

Dalla sua nascita, sono cambiate le nostre priorità. La cosa più importante era lui e soltanto lui, il bambino più bello del mondo. Saremmo state in grado di smuovere mari e monti, se ce ne fosse stato bisogno. Non c’era niente che non avremmo fatto per lui, lui che ci ha dato la forza necessaria per superare qualunque ostacolo, qualunque sfida, qualunque traccia di stanchezza.

Sappiamo che tutte le madri pensano di avere il bambino più bello del mondo, per tutte è così, è inevitabile. Ma non è solo una questione di aspetto fisico. È bello perché è nostro figlio.

E quando diciamo che ha cambiato il nostro mondo, non esageriamo. Anzi, possiamo dire con certezza che ha trasformato il nostro concetto di amore e di bellezza.

È bello perché è vivo, sano e sfrutta ogni giorno tutte le possibilità che ha per apprendere qualcosa di nuovo.

Si aggrappa alla vita ad ogni battito del cuore e ad ogni respiro, quel respiro che ci dona la forza di alzarci la mattina e fare tutto il necessario perché sviluppi le sue potenzialità.

C’è un solo bambino bello al mondo e ogni madre ne ha uno”.

– José Martí, poeta cubano –

Un neonato dorme con una cuffietta.

La bellezza dei nostri sentimenti

I sentimenti che risveglia in noi sono meravigliosi. Mai, prima d’ora, avevamo provato un tale trasporto, tanta generosità, passione, tenerezza e calma. Da quando è entrato a far parte della nostra vita, i nostri desideri non riguardano più le nostre esigenze, ma soltanto il suo benessere. Siamo diventate persone migliori grazie a lui e questo è un altro significato di bellezza.

Ora anche il nostro futuro è bello, è la sua presenza che lo rende così. Vale la pena vivere ogni giorno perché c’è lui, e anche se abbiamo avuto una brutta giornata, la sua voce e il suo viso cancellano qualsiasi amarezza.

Ha un’influenza positiva anche sulla casa. Da appartamento abbastanza ordinato e pulito, si è trasformata in un caos.

La verità è che l’ordine e le decorazioni sono insignificanti, anche perché ormai è tutto sottosopra, non c’è più il rigore che tanto apprezzavamo. Ma è meglio così, perché gli abbellimenti che prima riempivano gli spazi della casa sono stati sostituiti da biberon, pannolini, vestitini, tovagliette e giocattoli che ci ricordano che, tra quelle mura, c’è il bambino più bello del mondo: il nostro.