Nomi biblici femminili e il loro significato

· 1 giugno 2018
Le donne citate nella Bibbia ci hanno tramandato un lascito che perdura ancora oggi duemila anni dopo: i loro nomi. Ognuno con un significato importante e interessante da conosce e da prendere in considerazione

Scegliere il nome della propria bambina in arrivo non sempre è un compito facile. Sebbene molti optino per i nomi più in voga in quel momento, altri si danno la priorità ad altri aspetti. È così che iniziano a prendere in considerazione i nomi biblici femminili, ricchi di profondi significati e storie.

Tra gli oltre 3200 personaggi nominati nella Bibbia, quasi 1800 hanno nomi diversi. Questi nomi sono stati mantenuti nel corso dei secoli e oggi sono conosciuti come nomi biblici.

Non vengono scelti solo dalle persone religiose, anzi ogni giorno vengono dati numerosi nomi provenienti dai testi sacri, ignorandone l’origine.

Se vi trovate nel difficile, ma meraviglioso, processo di scelta del nome per le vostre bambine, prendete in considerazione i nomi biblici femminili. A seguire ne presentiamo 7: origine, significato e caratteristiche.

7 nomi biblici femminili

1. Noemi

Nohemi, nella sua versione originale, è un nome ebraico formato da due parti: la prima, no’am, che vuol dire “incanto, delizia”; la seconda è il possessivo i che lo completa con il significato di “il mio incanto, la mia delizia”.  

Era molto comune nei decenni passati, e sebbene la sua popolarità sia venuta meno, di recente ha recuperato terreno. Denota un atteggiamento sempre positivo e affettuoso. Le donne che portano questo nome, inoltre, sono intelligenti e attente ai dettagli.

Bambina sorridente

2. Ruth

Si tratta della donna che dà il nome a uno dei libri della Bibbia, il libro di Rut. Racconta la storia di una donna coraggiosa e magnanima che fu benedetta da Dio per le sue azioni. È di origine ebraica e significa “compagna fedele”.

Le donne che portano questo nome sono simpatiche e gentili, sempre disposte ad aiutare il prossimo. Si distinguono anche per la loro fedeltà e perché mettono l’amore e l’affetto al di sopra di ogni altra cosa.

3. Ester

Deriva del persiano, per l’esattezza da stara che significa “astro” o “stella”. In un secondo momento, si trasformò in Isthar, usato per denominare una divinità dell’Antica Babilonia. Nella Bibbia viene presentata come una bella giovane che divenne regina della Persia.

Questo nome è simbolo di fertilità, sessualità e potere. La sua relazione con gli astri consente alla donna che lo porta di risaltare e di trovarsi in una posizione superiore in molti sensi.

Per quanto riguarda la personalità, è socievole aperte e molto carismatica. Sebbene non goda di un’intelligenza innata, la sua volontà di sforzarsi e migliorare le consente di raggiungere i propri obiettivi.

4. Sara

È uno dei nomi biblici femminili più popolari. Di origine ebraica, vuol dire “principessa”. Secondo la Bibbia, Sara era la posa di Abramo; era una donna di una tale bellezza da sorprendere chiunque la vedesse.  

Rappresenta l’intelligenza e la perseveranza. È associato anche a un forte istinto materno. Oltre alla sua indipendenza, chi ha questo nome è molto esigente in quanto ad amicizie; dopodiché, dà tutta se stessa con totale dedizione e passione.  

“Ogni giorno vengono dati numerosi nomi biblici femminili ignorandone l’origine”

5. Abigail

Nella Bibbia, fu una delle spose del Re Davide. Abigail è uno dei tanti nomi biblici femminili e significa “gioia del Signore”.

È associato a una personalità allegra ed estroversa. Si tratta di donne forti, ottimiste e desiderose di relazionarsi con gli altri.

6. Edna

Nome di origine ebraica, significa “piacere” o “delizia”; è una variabile del nome Eden. Nella Bibbia, Edna era la moglie di Raguele, un israelita cugino del personaggio di Tobia il giovane. Era anche la madre di Sara.

Le donne con questo nome sono determinate e piene di vitalità. Possono essere ottime leader, dato il loro animo intraprendente. A tutto ciò contribuiscono la loro lealtà e onestà.

Bambina con cocomero

7. Berenice

Si tratta di un nome di origine greca che significa “colei che conduce alla vittoria”. Molte principesse egizie si chiamarono così.

Le donne che ricevono questo nome sono dolci ed emotive. Comunicano e manifestano le loro emozioni con facilità, caratteristica che non sempre gioca a loro favore. In ogni caso, sono persone positive e simpatiche.

I nomi biblici femminili sono belli e molto significativi. Se siete attratte dai messaggi impliciti e desiderate realizzare con giudizio una scelta così bella che accompagnerà per sempre le vostre bambine, non esitate ad analizzarli e scegliere quello che vi piace di più.