Organizzare il battesimo del vostro bebè nel modo migliore

· 16 settembre 2018
Volete festeggiare un battesimo che tutti ricordino negli anni? Organizzare il battesimo del vostro bebè può essere molto divertente.

Volete festeggiare un battesimo che tutti ricordino negli anni? Non sapete però gestire tutti i dettagli a cui prestare attenzione?

Organizzare il battesimo del vostro bebè può essere molto divertente se avete ben chiari i passi con cui procedere. Seguite i nostri suggerimenti e vi assicuriamo la completa riuscita della festa.

Il battesimo è un atto che rappresenta molto di più dell’entrata nella religione cattolica del piccolo. Rappresenta la presentazione del bebè alla comunità religiosa, ecco perché le varie pressioni nell’organizzarlo.

Attualmente il battesimo di un bebè può arrivare al livello di sfarzosità di un matrimonio. Infatti molti elementi comuni possono essere trovati in entrambi gli eventi. Ma il battesimo non è un matrimonio. È importante riconoscere la differenza tra un battesimo e una festa piena di eccessi.

Prestate attenzione ai dettagli per fare in modo di organizzare il battesimo del vostro bebè nel miglior modo possibile.

Consigli per un battesimo da 10 e lode

  • Gli invitati. Ricordate che il grande protagonista della giornata è il vostro bebè; tanta gente attorno a coccolarlo, e a fargli foto potrebbe renderlo nervoso e inquieto. Scegliete bene quali persone volete che siano presenti quel giorno.
  • L’abito da battesimo. A seconda dal tipo di battesimo che scegliete di avere, moderno o tradizionale, dovrete scegliere l’abito del piccolo. Quello cattolico è il più tradizionale e consiste in una capiente tunica e un cappellino. Molte famiglie tramandano i vestitini per il battesimo da generazioni come segno di buon auspicio e affetto. La moda al giorno d’oggi si è imposta anche in questi ambiti creando vestitini più moderni per bambini anche più grandi. 
il battesimo del vostro bebè

  • Celebrazione. La tradizione impone il festeggiamento attraverso un pasto dopo la cerimonia. Si possono organizzare battesimi sulla falsa riga dei matrimoni e che quindi offrono ad amici e parenti angoli per le foto, dolci, aperitivi e open bar. Oppure, celebrazioni più semplici, che prevedono la cerimonia, una cena o un cocktail.
  • I regali. Nei battesimi così come per i matrimoni e le comunioni è usanza che il piccolo riceva dei regali ma anche che i genitori donino un pensiero agli ospiti come ricordo della cerimonia. Può essere qualsiasi cosa che vi piaccia, ma ricordate deve essere un pensiero.
  • L’età. Anche se tradizionalmente il battesimo avviene prima dei 6 mesi di vita del neonato, oggi non ci sono limiti di età. Si può assistere a battesimi di bambini di 1, 2 o 3 anni. I completi cerimoniali vengono solitamente cuciti per bambini piccoli perciò se il vostro bebè è già grande dovrete calcolare bene la misura.
il battesimo del vostro bebè

E ancora…

  • I padrini. Non devono necessariamente essere due anche se per tradizione è così. Se scegliete due persone è bene che siano un uomo e una donna, così come esige il protocollo canonico. Il compito dei padrini è quello di accompagnare il piccolo durante il suo percorso di vita, educarlo ai valori compresi quelli della religione cristiana e curarsi di lui in caso di mancanza dei genitori biologici.
  • Il bilancio. È molto importante stabilire un budget per il battesimo. Mantenere i costi vi aiuterà ad evitare gli sprechi e a tenere sotto controllo le spese. Si possono realizzare battesimi low-cost, formati dalla cerimonia e seguiti da un piccolo aperitivo.

Cosa NON fare durante il battesimo del vostro bebè

  • Non dimenticate chi è il protagonista della cerimonia. I bebè hanno tutti un proprio ritmo perciò dovete cercare di incastrare tutto con gli orari di routine del vostro piccolo.
  • Non dovete spendere una fortuna. I battesimi possono avere qualunque costo. Consigliamo di stare attenti agli sprechi in modo da non sforare il budget che avete concordato.