L’orticaria cronica nei bambini: cos’è e come si cura

7 giugno 2018

Nelle righe che seguono vi forniremo tutte le informazioni di cui avete bisogno sull’orticaria cronica nei bambini e su qual è il comportamento adeguato da adottare per evitare che il disturbo persista.

Normalmente, un’eruzione cutanea dura solo qualche ora o, chissà, alcuni giorni. Quando permane per un periodo di sei settimane o meno, il suo grado di intensità viene considerato acuto. Se, invece, la sua persistenza è di sei settimane o più, viene valutata come un caso di orticaria cronica.

L’orticaria cronica nei bambini è il risultato di un insieme di alterazioni che si verificano a livello dell’epidermide. Si tratta di eruzioni cutanee che possono durare più di sei settimane e che, in generale, sono il frutto di una reazione allergica.

In altre parole, le eruzioni cutanee sono una normale reazione biologica agli allergeni. Naturalmente, sono fastidiose e, per questa ragione, è necessario prestare loro le dovute cure e attenzioni, fino a quando non scompaiono del tutto.

L’orticaria cronica nei bambini può presentarsi sotto forma di lividi, protuberanze o ematomi. Non hanno una collocazione definita, ma compaiono in maniera isolata oppure come agglomerati di protuberanze su una regione della pelle di notevole estensione. Per esempio, possono interessare un intero braccio o solamente un punto di esso.

L'orticaria cronica è il risultato di un insieme di alterazioni che si verificano a livello dell'epidermide

Cause

Questa malattia compare quando i mastociti del flusso sanguigno rifiutano una sostanza chimica: l’istamina. Come conseguenza, i vasi sanguigni (dalle dimensioni minime) che sono collocati sotto la pelle si aprono. In questo modo si verifica un accumulo di liquido all’interno della pelle con presenza di brufoli, bitorzoli o ematomi.

Non è possibile determinare quale sia la causa precisa, perché esistono molti motivi per i quali possono presentarsi queste alterazioni. Bisogna anche tenere conto del fatto che ogni corpo reagisce in maniera differente.

Proprio per quanto è stato detto finora, in molti casi non si riesce a identificare la causa. È possibile, però, che nella maggior parte dei casi l’orticaria cronica nei bambini sia correlata a:

Sintomi

Il sintomo predominante dell’orticaria cronica nei bambini è costituito dalla comparsa di lividi o bitorzoli che sporgono dall’epidermide. Possono essere di diverse tonalità: di solito sono più chiari nella parte centrale e possono presentarsi a gruppi o isolati.

Inoltre, in poche ore cambiano la loro ubicazione. Le loro dimensioni variano, e la loro comparsa è regolarmente accompagnata da prurito, formicolio e sensazione di bruciore.

In base al genere, l’orticaria può presentare gonfiore o infiammazione. Nei casi gravi o cronici, questa infiammazione colpisce l’interno della gola, che a sua volta provoca:

  • Fatica.
  • Difficoltà nel respirare.
  • Perdita di coscienza, in rapporto con uno shock anafilattico.

Diagnosi

Attraverso un esame fisico, i medici sono in grado di formulare rapidamente una diagnosi. Come è già stato detto, la causa va esaminata con attenzione, motivo per cui il medico vi rivolgerà sicuramente una serie di domande per conoscere i precedenti del bambino e sapere a quando risale la sua ultima esposizione a un possibile allergene.

Per determinare la causa, il pediatra vi inviterà a tenere un registro quotidiano degli alimenti consumati dal bambino. Inoltre, verranno realizzati degli esami diagnostici, come un’analisi del sangue.

Uno dei modi in cui si può stabilire se il bambino soffre di orticaria cronica consiste nel collocargli un po’ di ghiaccio sulla pelle e valutare la reazione della pelle al freddo. Alcuni medici utilizzano sacchetti di sabbia o un qualche oggetto pesante che faccia pressione sul muscolo, per verificare se la pressione fa comparire eruzioni sulla pelle.

In caso di orticaria cronica, non bisogna assolutamente somministrare farmaci al bambino senza aver prima consultato il medico

Trattamento dell’orticaria cronica nei bambini

Normalmente, l’orticaria di lieve entità scompare da sola e, di conseguenza, non richiede alcun trattamento. Tuttavia, nel caso di orticaria cronica nei bambini, è necessario identificare l’elemento scatenante della malattia, in modo da poterlo evitare, nella misura del possibile.

Quando l’orticaria cronica nei bambini si manifesta attraverso lividi, il pediatra prescriverà la somministrazione di un antistaminico, in modo da fermare il rilascio di istamina nel flusso sanguigno ed evitare, così, che si verifichino attacchi. NON bisogna assolutamente somministrare farmaci al bambino senza aver prima consultato il medico, in nessuna circostanza.

Quando il farmaco non funziona e non ha alcun effetto calmante, ne verrà prescritto uno più forte, oppure verrà sostituito da una combinazione di farmaci.

È possibile che, in alcuni casi di orticaria cronica nei bambini, vengano prescritti degli steroidi per via orale, che devono essere somministrati per un breve periodo che non superi i 5 giorni o le 2 settimane. Bisogna tenere conto del fatto che non fa bene esporre a lungo il bambino agli effetti provocati dagli steroidi.

Di fronte all’orticaria cronica nei bambini non bisogna allarmarsi, ma cercare di mostrare sensibilità e trovare delle soluzioni. Proprio come nel caso di molte malattie della pellel’importante è non spalmare unguenti ed evitare i rimedi casalinghi.

Guarda anche