A quei piccoli supereroi che lottano contro il cancro infantile

· 11 ottobre 2016

Esistono piccoli supereroi che hanno un mantello di resistenza e come superpotere la propria forza; sono i bambini che lottano ogni giorno contro il cancro infantile. Bambini coraggiosi e forti che, insieme alla loro famiglia, conducono una battaglia importante. 

Questi supereroi sono piccoli di statura, ma hanno il cuore grande, pieno di coraggio e di speranza. Il 15 febbraio è la giornata mondiale contro il cancro infantile: a questi bambini va il nostro omaggio sotto forma di parole.

Bambini con lo sguardo pieno di coraggio

Questi piccoli supereroi sono bambini coraggiosi che, insieme alla famiglia e agli amici, lottano contro il cancro infantile. Sono bambini che all’improvviso si sono scontrati con questa terribile malattia e che hanno dovuto fabbricarsi uno scudo fatto di coraggio e di forza.

I piccoli supereroi sono innocenti, irrequieti o tranquilli, giocherelloni e perfino un po’ sfacciati… sono bambini, in fin dei conti. Ognuno con la propria personalità e le proprie caratteristiche, diversi e unici, ma con un obiettivo comune: vincere la battaglia contro il cancro.

cancro-infantile-nastro-doro

La lotta di questi piccoli supereroi è alzarsi ogni mattino con un sorriso, nonostante la tempesta. Se li guardate negli occhi vedrete che il colore della speranza copre quello della paura anche se, in certe occasioni, quest’ultima ha il sopravvento.

Sono questi i momenti in cui mamma, papà, familiari e amici prendono un pennello e li aiutano a coprire il cielo grigio con un altro colore. Un cielo sereno, senza temporale. Lottano insieme. Ma in certe circostanze, il grigio sembra indelebile e i piccoli supereroi devono imparare a convivervi.

I piccoli supereroi non sono alti, ma hanno un cuore grande pieno di coraggio. Hanno combattuto mille battaglie: contro il dolore, la paura e l’incertezza.

Bambini combattivi, con un mantello che li sostiene

I sorrisi dei piccoli supereroi sono il simbolo della loro lotta, costante e tenace, e ci fanno capire che il nostro sostegno è per loro un mantello di amore e protezione, indispensabile per superare le difficoltà.

I mantelli dell’affetto, tessuti con fili di abbracci e sostegno incondizionato, li aiutano a volare durante le loro battaglie. Così, se in qualsiasi momento la resilienza vacilla, il bambino può attingere coraggio da familiari, amici, professionisti e volontari.

mano-padre-e-figlio-formano-un-cuore

Questi piccoli supereroi sono i protagonisti di una storia personale, ma non dimentichiamo che ne siamo parte anche noi. Serve un bacio, una parola, un sorriso, un abbraccio, la scoperta di nuove cure o donazioni alla ricerca medica.

Tutto è utile, dal più piccolo gesto al più grande. I supereroi non possono lottare soli, hanno bisogno degli altri per vincere la loro battaglia.

Siamo uno

Nel 2016 bambini da tutto il mondo hanno fatto sentire la propria voce a sostegno dei piccoli supereroi che lottano contro il cancro infantile. Su iniziativa di Childhood Cancer International, Christophe Beck, compositore per Frozen, ha scritto la canzone “We are one“, (Siamo uno).

Il suo ritornello, tradotto in italiano dice così:

Siamo giovani, siamo forti.

E questa canzone la cantiamo insieme.

Canta con noi.

Come una persona sola ci rialzeremo.

Non smetteremo di lottare.

Fino a quando la notte si arrenderà al sole.

La canzone “We are one” è un modo per trasmettere ai piccoli pazienti amore e incoraggiamento. Un bellissimo gesto che ci fa comprendere che la lotta non è del singolo, ma di tutti; perché il nostro mantello copre di affetto i piccoli supereroi, dà loro forza e li aiuta a superare la propria battaglia che è anche di tutti.

A voi piccoli supereroi che vi alzate la mattina facendo di ogni giornata una lotta e usando come scudo il vostro sorriso, nonostante le nuvole grigie. 

A voi piccoli supereroi, che ci date tante lezioni e ci fate riscoprire il valore della vita, vanno le nostre parole piene d’amore, incoraggiamento e forza.