I ricordi di una madre sono incancellabili

· 27 ottobre 2018
Una madre vive costantemente al fianco dei suoi figli, è un essere speciale, ha una memoria affettiva prodigiosa.

I ricordi di una madre sono eterni, incancellabili. Solo una madre sa raccontare ogni dettaglio della nascita del suo bambino, quando l’ha visto per la prima volta, l’ha tenuto in braccio e l’ha allattato.

Tutte le volte che gli ha cambiato il pannolino, che gli ha dato da mangiare, che l’ha portato al parco, che l’ha baciato e abbracciato, qualsiasi istante merita di essere ricordato. La mamma registra ogni piccolo dettaglio per allargare sempre di più il bagaglio dei suoi ricordi.

Una madre vive costantemente al fianco dei suoi figli, è un essere speciale, ha una memoria affettiva prodigiosa, per questo è in grado di costruire e rievocare ricordi incancellabili sulla maternità, la nascita e la crescita dei suoi figli.

I ricordi incancellabili di una madre

I calci che davi mentre eri ancora nella pancia erano un segnale della tua presenza reale

Uno dei primi ricordi di una mamma sono propri i calci che il suo bambino le dava quando ancora era nella pancia. Un momento insolito quando il bambino comincia a muoversi per la prima volta, la mamma sente una lieve vibrazione e poi un crampo, cose che con il passare delle settimane, con grande sorpresa e allegria, cominciano ad essere più intense.

La mamma vede la pancia oscillare, deformarsi, mentre il bebè “nuota” nel liquido amniotico.

Madre lavora a maglia durante la gravidanza

I ricordi di questo periodo non si cancellano, tanto che la mamma riesce a rievocare chiaramente l’immagine della sua pancia e a sentire il movimento fetale, i calci più forti del bambino che faceva sentire anche al papà per godersi insieme quel momento magico, pieno di felicità, vita, buona salute, allegria, amore e speranza.

Nessun altro sguardo mi offrirà ciò che vedo nei tuoi occhi

Lo sguardo di un bambino che ama la sua mamma è indescrivibile. Quando i figli riescono a percepire il viso dei genitori si tranquillizzano, osservando ogni dettaglio. Guardano gli occhi della mamma con sorpresa, calma, allegria e amore. In quei momenti il bambino dà la possibilità alla mamma di conoscere lo sguardo più puro al mondo, in modo che possa scolpirlo nella mente e rivederlo ogni volta che vuole.

Lo sguardo che il bambino rivolge alla madre rivela la devozione da parte di tutti e due, segno di una relazione che alimenta lo spirito di entrambi.

La voce, la risata, il viso, i piedini, le manine sono tutti ricordi incancellabili

La risata di un bambino rallegra anche l’ambiente più triste. Anche quando ci sono motivi per affliggersi e rattristarsi, se un bambino ride ed è felice, gli adulti provano sollievo. La risata di un bambino è allegria pura che apporta energia e, anche quando è effimera, rimane nella memoria.

La voce dei bambini è piena di musicalità. Le loro corde vocali vibrano a più non posso mentre i loro piccoli polmoni lasciano uscire l’aria che le mamme tanto amano respirare da vicino.

Bambino dorme in braccio della mamma

Per una mamma, il viso di un bambino è l’immagine più perfetta al mondo. Non ce ne sono altre più belle da guardare con gli occhi del cuore.

I piedini e le manine dei bebè rimangono impressi in non pochi ricordi: quando allungano le braccia per farsi prendere in braccio, quando si stiracchiano una volta svegli e aprono le dita dei piedi, quando vogliono toccare il viso della mamma per sentirsi protetti, accompagnati, amati e felici.

Un figlio e i mille momenti con lui condivisi sono ricordi incancellabili per una mamma, uno dei migliori aspetti della memoria autobiografica che la fanno star bene solamente rievocandoli.