Assumere melatonina in gravidanza per l'insonnia è sicuro?

I disturbi del sonno nelle donne in gravidanza possono indurle al consumo di melatonina. Ma è sicuro farlo in gravidanza? Scopritelo qui.
Assumere melatonina in gravidanza per l'insonnia è sicuro?

Ultimo aggiornamento: 20 maggio, 2022

Siete in dolce attesa e fate fatica ad addormentarvi? Sicuramente state pensando di assumere la melatonina per combattere l’insonnia, poiché questo farmaco ha acquisito grande importanza nel trattamento dei disturbi del sonno. Soprattutto quando si cerca di intervenire in modo più “naturale”, senza ricorrere a farmaci sedativi.

Ma è sicuro consumare melatonina durante la gravidanza? Ne parliamo in questo articolo.

Cos’è la melatonina e quale funzioni svolge?

La melatonina è un ormone che viene secreto naturalmente nel nostro corpo per indurre il riposo notturno. Viene prodotto specificamente nella ghiandola pineale, una struttura cerebrale, quando la scarsa luce ambientale viene percepita attraverso gli occhi. Durante la gravidanza, la melatonina viene prodotta anche dalle ovaie e dalla placenta.

Come potete immaginare, questa sostanza chimica ha la funzione principale di regolare il ciclo sonno-veglia dell’organismo e di mantenere in ordine l’orologio biologico. Pertanto, quando è buio, tendiamo a riposare e quando è chiaro, rimaniamo attivi.

La melatonina è conosciuta come l’ ormone del sonno, ma la sua funzione non si limita a questo. Inoltre, è un potente antiossidante e antinfiammatorio, rafforza il sistema immunitario e migliora l’umore.

Durante la gravidanza, questo ormone viene secreto in quantità maggiore, soprattutto intorno alla settimana 24.

Alcuni studi affermano che questo fenomeno contribuisce alla formazione, alla crescita e allo sviluppo del bambino. Allo stesso modo, si ritiene che prevenga alcune complicazioni della gravidanza, come la preeclampsia-eclampsia, il deterioramento della placenta e i parti prematuri.

orologio biologico concetto sonno veglia notte giorno melatonina ritmo circadiano
Il ritmo circadiano è stabilito attraverso gli stimoli luminosi che il cervello riceve attraverso gli occhi. Pertanto, tendiamo a dormire la notte e a rimanere attivi durante il giorno.

È sicuro assumere la melatonina durante la gravidanza per dormire meglio?

Alcuni cambiamenti nei modelli di sonno si verificano durante la gravidanza. Si stima che circa l’80% delle donne in gravidanza abbia problemi a dormire, che si tratti di insonnia, sogni di luce o frequenti risvegli per vari motivi.

Tra i motivi più comuni dell’insonnia gestazionale ci sono i cambiamenti ormonali, i dolori muscolari, la minzione frequente e l’ansia che precede l’arrivo del bambino.

Per far fronte a questo inconveniente, alcune donne in gravidanza ricorrono al consumo di integratori naturali o a base di erbe per aiutarle a dormire meglio. Tuttavia, durante la gravidanza non dovresti scegliere alcuna sostanza alla leggera, poiché potrebbero influenzare indirettamente il benessere del bambino.

Si precisa che la melatonina, oltre ad essere secreta naturalmente, viene prodotta anche sinteticamente e il suo medicinale è commercializzato per combattere i disturbi del sonno e i problemi del ritmo circadiano.

Ma è sicuro consumare questo prodotto durante la gravidanza? No, la sua assunzione non è consigliata in questa fase, fondamentalmente perché non ci sono abbastanza studi scientifici per dimostrarne la sicurezza.

Cosa dice la scienza a riguardo?

Secondo una revisione sistematica pubblicata nel 2021, che ha analizzato 15 studi sull’uso della melatonina durante la gravidanza e l’allattamento, gli esperti suggeriscono che si tratta probabilmente di un farmaco sicuro, ma che ad oggi le prove a favore di indicarlo sono insufficienti.

Da parte sua, la Cochrane Collaboration ha concluso che è possibile che la melatonina, somministrata in casi specifici durante la gravidanza, possa aiutare a proteggere il cervello del feto. Come nello studio precedente, i ricercatori incaricati raccomandano ulteriori studi per confermarlo.

Quindi, sebbene gli integratori di melatonina siano probabilmente sicuri in questa fase, dovrebbero essere evitati fino a quando non saranno in atto studi per confermare la loro sicurezza.

La cosa principale è consultare lo specialista prima di consumare questo integratore o qualsiasi altra sostanza per addormentarsi. Prima dovrebbero essere provate ancora altre misure per stimolare la produzione di melatonina in modo naturale.

Come stimolare naturalmente la produzione di melatonina?

Dormire bene è fondamentale per il benessere della madre e del bambino, in quanto previene alcune complicazioni della gravidanza e favorisce un buon sviluppo fetale.

Per questo motivo, si raccomanda di stimolare la produzione di melatonina attraverso l’ attuazione di linee guida sull’igiene del sonno :

  • Cercate di andare a letto sempre alla stessa ora, in modo che il corpo stabilisca uno schema sonno-veglia regolare e favorisca la naturale conciliazione del sonno.
  • Arredate la camera da letto in modo che possa favorire un riposo migliore. Trovate una stanza buia, con un ambiente fresco e senza rumori molesti.
  • Fate un bagno con acqua calda prima di dormire. Questo aiuta a rilassare il corpo e favorisce la produzione di questo ormone.

Altri consigli per evitare di assumere integratori di melatonina in gravidanza

  • Evitate le cene abbondanti e gli alimenti processati. Questo, oltre ad aumentare la sensazione di pesantezza, favorisce lo sviluppo del bruciore di stomaco, un fastidio comune durante la gravidanza.
  • Di tanto in tanto, beveve infusi sicuri che favoriscono il rilassamento e il sonno, come l’infuso di foglie di camomilla, tiglio o lattuga. Naturalmente, con l’autorizzazione del medico.
  • Consumate cibi ricchi di triptofano e melatonina, come latticini, noci, banane, avocado, pomodori, farina d’avena e zenzero.
  • Evitare la stimolazione visiva. Per questo, è necessario ridurre l’uso della luce blu (come quella del cellulare, della televisione o del computer) tra una o due ore prima di dormire.
  • Limitate il consumo di sostanze stimolanti dopo metà pomeriggio, come caffè e cioccolato, soprattutto durante la notte.
Donna che beve un infuso o un tè verde durante la gravidanza.
Le infusioni dovrebbero essere evitate dopo le ore pomeridiane, poiché molte di esse contengono sostanze stimolanti il cervello che potrebbero interferire con il riposo.

Assumere melatonina in gravidanza: riflessioni conclusive

Come abbiamo visto, il consumo di melatonina durante la gravidanza per curare l’insonnia non è l’opzione più sicura, a causa della mancanza di supporto scientifico. Se i problemi di addormentamento influiscono sulla tua giornata, dovresti consultare il tuo medico curante.

Potrebbe interessarti ...
L’insonnia di una madre è direttamente proporzionale all’amore per suo figlio
Siamo Mamme
Leggi in Siamo Mamme
L’insonnia di una madre è direttamente proporzionale all’amore per suo figlio

L'insonnia di una madre è eterna, da quando comincia a sentire la vita nel proprio ventre, fino all'età adulta dei suoi figli.