35a settimana di gravidanza: sintomi, sviluppo del bambino e raccomandazioni

Sapete cosa aspettarvi a questo punto della gravidanza? Passate attraverso giorni che sono considerati vitali per il corretto sviluppo del bambino e per la vostra salute, quindi conoscere i dettagli in modo più approfondito può essere utile per la vostra tranquillità.
35a settimana di gravidanza: sintomi, sviluppo del bambino e raccomandazioni

Ultimo aggiornamento: 09 aprile, 2022

La 35a settimana di gravidanza è caratterizzata da una crescita accelerata del peso e dell’altezza del bambino. Ciò è dovuto, in parte, all’aumento del grasso sottocutaneo, che lo aiuterà a regolare la temperatura alla nascita.

In questi giorni dovete essere più attente ai vostri controlli medici e concentrarvi nel preparare tutto per l’imminente arrivo del piccolo. Soprattutto perché i calcoli non sono sempre esatti e la data di scadenza può essere anticipata. Ci sono alcuni dettagli sulle nascite pretermine che dovreste conoscere. Continuate a leggere perché approfondiremo l’argomento.

Sviluppo del bambino nella 35a settimana di gravidanza

Nella settimana 35 potresti avere un ecosonogramma.

In questa fase, il bambino entra in un processo di rapida crescita in termini di peso e altezza. È probabile che sia alto 18 pollici e che pesi circa 2400 grammi o poco più. Ha le dimensioni di una noce di cocco e, se mantenete uno stile di vita sano, le probabilità che il suo sviluppo rimanga stabile sono molto alte.

Novità nello sviluppo

Ricordate il grasso sottocutaneo? Questo è necessario affinché tutti gli esseri umani abbiano una buona regolazione della temperatura corporea. Per il vostro bambino sarà molto importante dopo aver raggiunto il mondo esterno. Ormai avrai più di questo tessuto, che spiega l’aumento di peso.

Poiché lo spazio all’interno del vostro utero diventa sempre più piccolo per lui, è probabile che i movimenti fetali siano più bruschi ed evidenti. Non preoccupatevi: è normale in queste ultime settimane ed è sempre fantastico sentire il bambino muoversi.

Lo sviluppo polmonare va di pari passo con la produzione di tensioattivo, che viene disperso negli alveoli. La sua produzione è aumentata nelle ultime settimane, nonostante il fatto che alcuni bambini possano provare mancanza di respiro in caso di parto prematuro.

Di fatto, gli studi indicano che la cosa più consigliata è posticipare il parto fino alla 38a settimana o addirittura alla 40a, se possibile, di fronte alla minaccia di un parto prematuro. Ciò garantisce un sistema polmonare sufficientemente maturo. Questo non è sempre realizzabile e viene valutato dal team medico.

I sintomi più comuni durante la 35a settimana di gravidanza

I sintomi tipici che avete riscontrato nelle ultime settimane ora possono ripetersi. Questi includono insonnia e lombalgia (dolore nella parte bassa della schiena).

L’ansia sta probabilmente giocando la sua parte in vari aspetti della vostra vita. Questo peggiora alcuni dei sintomi fisici più comuni dell’ultimo trimestre. Nel caso siano eccessivi, rivolgetevi al vostro medico di fiducia.

Altri sintomi che potreste riscontrare nel corso di questa settimana sono:

  • Sensazione di peso: il bambino dovrebbe essere già in posizione cefalica e la sua testa poggia sul bacino. Per questo motivo, sentirete una sorta di peso in quella zona, che vi farà provare crampi addominali e alcune contrazioni isolate. Se il bambino non si è girato e la testa non è rivolta verso il basso, il medico pianificherà un taglio cesareo;
  • Minzione costante: la vescica è ancora depressa e quindi si sente il bisogno di urinare costantemente. In effetti, questa sensazione è molto simile a quella dei primi mesi. È importante non resistere alla tentazione di andare in bagno;
  • Sensazione di capogiro: la ricerca indica che circa il 15% delle donne in gravidanza a termine presenta sintomi di ipotensione supina, ovvero improvvisi cali di pressione sanguigna al momento di alzarsi in piedi. Ciò si verifica perché c’è un’ostruzione della vena cava, che interferisce con il ritorno venoso. Per evitare ciò, è meglio riposare sul lato sinistro;
  • Vene varicose alle gambe: in questo momento le vene degli arti inferiori sono un po’ più pronunciate. Tuttavia, questo non dovrebbe preoccuparvi: gli studi indicano che è normale che scompaiano alla fine della gravidanza. In caso contrario, dovrete consultare il medico.

Suggerimenti e raccomandazioni nella 35a settimana di gravidanza

Se state facendo un controllo prenatale adeguato, probabilmente il vostro medico ha programmato una visita per questa settimana o la prossima. Assicuratevi di portare tutti i test che avete richiesto, come la sierologia per alcune malattie infettive o i test delle urine.

Vi trovate in una situazione particolare che richiede un taglio cesareo? Potrebbe essere perché avete avuto un precedente taglio cesareo, perché il bambino è in una posizione inappropriata per il parto o sono presenti determinate malattie. In ogni caso, discutete con il vostro medico la data più appropriata per la procedura.

Minaccia di parto prematuro

Se il parto avviene alla settimana 35, è prematuro.

Quando ci sono contrazioni dolorose regolari tra le settimane 20 e 37, è probabile che il bambino nasca prematuro. Questo rappresenta un rischio, tuttavia, non sempre è sinonimo di problemi futuri.

I sintomi più frequenti, oltre alle contrazioni, sono l’espulsione di una sostanza mucosa attraverso la vagina accompagnata da sanguinamento e liquido amniotico, a causa di una rottura prematura delle membrane. Possono presentarsi anche dolori addominali o lombari.

A volte il parto prematuro si verifica senza una causa specifica, ma può essere provocato dalle seguenti situazioni:

  • Infezioni (come pielonefrite o appendicite );
  • Gestazione multipla;
  • Aumento della quantità di liquido amniotico (polidramnios);
  • Presenza di difetti congeniti nel bambino.

Il fatto di aver subito infezioni ripetute durante la gravidanza, di assumere farmaci o di presentare alcune alterazioni anatomiche della cervice può favorire un parto prematuro, secondo le informazioni fornite dalla Mayo Clinic.

In caso di presentazione dei sintomi descritti, dovreste recarvi immediatamente a un servizio di emergenza che ha l’ostetricia. È preferibile che sia lo stesso in cui avete pianificato il parto.

Domande frequenti sulla 35a settimana di gravidanza

Avete domande sull’argomento? Di seguito risponderemo alle più frequenti.

1. E’ normale perdere un po’ di urina quando si ride o si tossisce?

Sì, la ricerca indica che l’incontinenza urinaria in gravidanza è comune. L’età gestazionale influenza il suo aspetto, perché più il bambino cresce, maggiore è la pressione che l’utero esercita sulla vescica. Pertanto, lo sforzo fisico può far fuoriuscire un po’ di urina senza essere un problema.

2. Come distinguere le contrazioni reali da quelle false?

Le contrazioni di Braxton-Hicks (conosciute anche come false contrazionisono caratterizzate dall’essere sporadiche e indolori. Probabilmente le avete sperimentati nelle ultime settimane. Quelle veri, invece, sono dolorose, regolari e di solito durano tra 1 e 2 minuti.

3. Cosa aspettarsi da un parto pretermine?

Sebbene sia raro, vi forniamo alcune informazioni su questo evento in modo che sappiate cosa aspettarvi se si verifica in questo momento:

  • A seconda della causa, verrà probabilmente eseguito un taglio cesareo;
  • Il medico può prescrivere alcuni farmaci durante la 35a settimana per preparare i polmoni del bambino se si hanno sintomi che suggeriscono un parto precoce;
  • Quando nascono in questa settimana, i bambini richiedono solitamente il ricovero neonatale, ma in una buona percentuale di casi non presentano problemi.

35a settimana: il tratto finale!

Sicuramente state già scalpitando dall’emozione, quindi è un’ottima idea godersi queste giornate in compagnia del proprio partner, della famiglia e degli amici.

Potete documentare queste esperienze attraverso la scrittura, la fotografia o persino il video per ricordarle in futuro. Ma ricordatevi di non trascurare le visite mediche e di seguire una dieta sana!

Potrebbe interessarti ...
6 esercizi per far entrare il bambino nel canale del parto
Siamo Mamme
Leggi in Siamo Mamme
6 esercizi per far entrare il bambino nel canale del parto

Manca poco all'arrivo del vostro bambino e non è ancora diretto nel canale del parto? Fate questi esercizi per aiutarlo a farlo.



  • Maldonado-Durán M, et al. Cambios fisiológicos y emocionales durante el embarazo normal y la conducta del feto. Perinatol Reprod Hum 2008;22:5-14.
  • Schapira I. Características del desarrollo humano perinatal. Un método para la evaluación del sistema nervioso joven. Rev Hosp Mat Inf Ramón Sardá 2004;23(2):59-69.
  • López-Maya, L., Lina-Manjarrez, F. Prevención de hipotensión supina en la embarazada sometida a cesárea bajo BPD precarga contra carga rápida. Volumen 31, No. 1, enero-marzo 2008.
  • Albinagorta Olórtegui, Roberto, & Miranda Tapia, Madeleyner. (2015). Actualización en la evaluación de la madurez pulmonar fetal por ultrasonido. Revista Peruana de Ginecología y Obstetricia, 61(4), 433-438. Recuperado en 29 de mayo de 2021, de http://www.scielo.org.pe/scielo.php?script=sci_arttext&pid=S2304-51322015000400014&lng=es&tlng=es.
  • Oviedo G. JM. Varices en las embarazadas. Rev. Colomb. Obstet. Ginecol. [Internet]. 31 de diciembre de 1958 [citado 29 de mayo de 2021];9(6):547-68. Disponible en: https://revista.fecolsog.org/index.php/rcog/article/view/2045
  • Gorbea, V., Navarri, K., Escobar, L., Rodríguez, S.Prevalencia de incontinencia urinaria en mujeres embarazadas con atención prenatal en el Instituto Nacional de Perinatología Isidro Espinosa de los Reyes. Ginecol Obstet Mex 2011;79(9):527-532.