Alimentazione e fertilità: 15 alimenti che favoriscono il concepimento

Alimentazione e fertilità: 15 alimenti che favoriscono il concepimento
Saúl Sánchez Arias

Scritto e verificato da il nutrizionista Saúl Sánchez Arias.

Ultimo aggiornamento: 11 novembre, 2022

Se state pensando di avere un bambino, ma avete difficoltà nel concepimento, allora dovete fare attenzione alla vostra alimentazione, non solo per favorire la gravidanza, ma anche per la buona salute di vostro figlio. Si tratta semplicemente di seguire una dieta ricca di nutrienti che aumentino la fertilità.

Oltre alla cosiddetta “dieta della fertilità”, la dieta mediterranea è di grande aiuto per le donne che desiderano rimanere incinte. Entrambe comprendono delle sostanze ideali per la fertilità, come proteine, carboidrati complessi, ferro, acido folico e grassi sani.

Gli specialisti, inoltre, sottolineano l’importanza di una dieta equilibrata. Solamente facendo attenzione all’alimentazione è possibile migliorare la qualità dell’ovulo, così come favorire l’impianto dell’embrione e lo sviluppo del feto.

Per questo motivo, si raccomanda il consumo di alimenti in grado di sopperire a eventuali deficit di vitamine e minerali che rendono difficile il concepimento. A questo punto, quali sono gli alimenti indicati e i loro benefici principali?

Donna-incinta-che-cucina

15 alimenti per la fertilità

  1. Banana. Contiene vitamina B, importante per il concepimento perché regola gli ormoni. In mancanza di questo nutriente, le mestruazioni diventano irregolari e quindi il concepimento è più difficile.
  2. Miele. Anche questo prodotto è ricco di vitamina B, necessaria per produrre il testosterone. Inoltre, contiene amminoacidi e minerali in grado di migliorare la qualità degli spermatozoi, rinforzare l’utero e le ovaie e stimolare la produzione di ormoni sessuali.
  3. Cannella. Ha la proprietà di ridurre la resistenza all’insulina e può aumentare e migliorare la quantità e la qualità degli ovuli della donna.
  4. Uova. Sono ricche di vitamine e sostanze nutritive essenziali, migliorano la salute sessuale e riproduttiva. Contengono vitamina B e vitamina D, aumentano la capacità del corpo di assorbire acido folico, il che consente all’organismo di creare cellule nuove.

Se la donna ha sufficiente acido folico nel corpo, prima e durante la gravidanza, può prevenire difetti congeniti per quanto riguarda il cervello e la colonna vertebrale del bambino.

  1. Latticini. Questi prodotti apportano grandi quantità di calcio, che migliora la salute delle ossa e aumenta la fertilità. Inoltre, contengono vitamina B12, che favorisce la formazione di globuli rossi e il buon funzionamento del sistema nervoso.
  2. Cereali integrali. I cereali come l’avena, il riso, il grano o la quinoa contengono vitamina B ed E in abbondanza, fondamentali per la buona salute riproduttiva, l’equilibrio ormonale e la produzione di ovuli e spermatozoi sani. Inoltre, contengono vitamina B6, fondamentale per regolare i livelli di estrogeni e progesterone.
  3. Noci, mandorle, tofu, semi di girasole e altri. Il selenio presente nelle noci protegge gli ovuli maturi dai danni provocati dai radicali liberi e stimola il sistema immunitario.

La vitamina E delle mandorle, invece, è un potente antiossidante che favorisce la buona salute degli ovuli e dello sperma.

D’altra parte, il tofu contiene grandi quantità di ferro, il che evita problemi agli ovuli.

Infine, i semi di girasole contengono zinco e garantiscono la buona qualità degli ovuli.

Mangiare-frutta-secca-in-gravidanza
  1. Pesce azzurro, vongole e ostriche. Il tonno, il salmone e le sardine sono la fonte migliore di acidi grassi Omega 3 ed Omega 6, necessari per l’equilibrio ormonale, il sistema immunitario e la salute delle ovaie, degli ovuli e dello sperma. Inoltre contengono proteine e vitamina D.

Il selenio del salmone previene la rottura dei cromosomi che può causare problemi alla nascita o aborti spontanei.

Le vongole sono ricche di vitamina B12, che rafforza e rende più resistente l’endometrio. Le ostriche, invece, contengono zinco, fondamentale per la fertilità maschile, in quanto regola i livelli di testosterone e la produzione di sperma, così come per la fertilità femminile, perché favorisce un’adeguata divisione cellulare.

  1. Carne di pollo. È una fonte di proteine e apporta niacina, tiamina e acido ascorbico, oltre a minerali come il potassio, il magnesio, il ferro, il calcio, il fosforo e lo iodio.
  2. Piselli. Il consumo di questo alimento aiuta a bilanciare gli estrogeni e il progesterone, necessari per aumentare i livelli di fertilità. Questo grazie alla quantità di zinco che contiene.
  3. Aglio. Contiene selenio, una sostanza che migliora la fertilità di entrambi i sessi, e vitamina B6, che regola il livello di ormoni.
  4. Asparagi, spinaci ed avocado. I primi due contengono acido folico, che riduce il rischio di ovuli non sani e ottimizza la produzione di sperma. Inoltre, contengono antiossidanti, ferro, vitamina E e vitamina B.

L’avocado, invece, contiene grassi monoinsaturi che migliorano la fertilità e sono una ricca fonte di vitamina E, che regola il funzionamento degli organi sessuali.

  1. Lievito di birra. È un alimento ricco di minerali, proteine, amminoacidi, vitamine del gruppo B, ferro, cromo, zinco, acido folico, etc.
  2. Olio di oliva e di lino. Entrambi gli alimenti triplicano la possibilità di un concepimento perché migliorano la fertilità sia nell’uomo sia nella donna.
  3. Zenzero. Oltre ad essere utile per le donne, aumenta la quantità di sperma e migliora la mobilità degli spermatozoi.

E voi, sapevate che tutti questi alimenti aiutano a migliorare la fertilità? Dopo aver letto questo articolo, siete certi di seguire una dieta sana ed equilibrata?



  • Agencia Española de Seguridad Alimentaria. Recomendaciones sobre el consumo de pescado por presencia de mercurio. 2019. Gobierno de España.
  • Clinica Mayo. Esterilidad. Octubre 2021.
  • Dou L., Zheng Y., Lu L., Gui X., et al., The effect of cinnamon on polycystic ovary síndrome in a mouse model. Reprod Biol Endocrinol, 2018.
  • Falahatian S, Haddad R, et al. Modulatory effects of R10 fraction of garlic (Allium sativum L.) on hormonal levels, T cell polarization and fertility related genes in mice model of polycystic ovarian syndrome. Journal of Ovarian Research. Enero 2022. 15 (1): 4.
  • Gaskins A, Chavarro J. E, et al. Fertility: a review. American Journal of Obstetrics and Gynecology. Abril 2018. 218 (4): 379-389.
  • Gholami Ahangaran M, Karimi-Dehkordi M, et al. A systematic review on the effect of Ginger (Zingiber officinale) on improvement of biological and fertility indices of sperm in laboratory animals, poultry and humans. Veterinary Medicine and Science. Septiembre 2021. 7 (5): 1959-1969.
  • González Rodríguez L. G, López Sobaler A. M, et al. Nutrición y fertilidad. Nutrición Hospitalaria. 2018. 35 (6).
  • Grieger J. A, Grzeskowiiak L, et al. Pre-prgnancy fast food and fruit intake is associated with time to pregnancy. Human Reproduction. Junio 2018. 33 (6): 1063-1070.
  • Janiszewska J, Ostrowska J, et al. Milk and dairy products and their impact on carbohydrate metabolism and fertility – a potential role i the diet of women with polycystic ovary syndrome. Nutrients. Noviembre 2020. 12 (11): 3491.
  • Kauffman C. Foods that can affect fertility. Academy of Nutrition and Dietetics. Abril 2020.
  • Nutrition Data. Foods high in selenium.
  • Panth E, Gavarkovs A, et al. The influence of diet on fertility and the implications for Public Health Nutrition in the United States. Frontiers in Public Health. 2018. 6: 211.
  • Skoracka K, Ratajczak A. E, et al. Female fertility and the nutritional approach: the most essential aspects. Advances in Nutrition. Noviembre 2021. 12 (6): 2372-2386.
  • Szostak-Wegierek D. Nutrition and Fertility. Med. Wieku Rozwoj. Octubre 2011. 15 (4): 431-6.

Il contenuto di Siamo Mamme è solo a scopo educativo e informativo. In nessun caso sostituisce la diagnosi, la consulenza o il trattamento di un professionista. In caso di dubbi, è consigliabile consultare uno specialista di fiducia.