Segreti di Harvard per crescere un bambino buono

Crescere un bambino buono, rispettoso, che dia un contributo positivo al mondo in cui vive è il sogno di ogni genitore. Gli esperti di Harvard hanno dato alcuni consigli per riuscirci.

Il sogno di ogni genitore è – o almeno dovrebbe essere – quello di crescere un bambino buono, che dia un contributo positivo alla società in cui vive e si comporti in modo responsabile. Ma come fare?

In questo articolo abbiamo raccolto una serie di consigli elaborati nientemeno che dagli esperti di Harvard per crescere un bambino buono.

Tutti noi genitori a volte abbiamo bisogno di consigli extra per poter affrontare i nostri figli. Essere genitori è una cosa meravigliosa, ma è anche una fonte inesauribile di stress, problemi e dubbi. Crescere un bambino buono è sempre difficile, e per la maggior parte del tempo non sappiamo se lo stiamo facendo nel modo corretto oppure no. 

Fortunatamente esistono moltissimi libri, esperti e istituti che possono darci una mano. Uno di questi è la prestigiosa Università di Harvard, che annovera alcuni tra i migliori accademici su scala globale. Diversi di loro hanno condiviso tutta una serie di consigli utili per aiutare i genitori ad affrontare ansie e paure.

Come crescere un bambino buono secondo gli esperti

I pilastri principali di una buona educazione sono sostanzialmente tre: responsabilità, rispetto ed empatia. Allevare bambini emotivamente sani è difficile, ma non impossibile.  Innanzitutto devono sentirsi amati e rispettati dai propri genitori, per poter imitare questo comportamento e averlo poi con gli altri.

Insegnate loro a essere grati

Essere grati è un buon modo di imparare ad avere rispetto degli altri. Attraverso la gratitudine, i bambini si rendono conto di quanto siano fortunati ad avere delle persone che li amano e si preoccupano per loro.

Insegnate loro a essere grati per le piccole cose, come la colazione di ogni giorno, preparata dai genitori. Ringraziare è un principio universale, che migliora la comunicazione e crea una bella atmosfera. Inoltre, secondo diversi studi, i bambini che ringraziano godono di una salute migliore rispetto a quelli che non ringraziano.

I valori famigliari: rispetto e comprensione

Un bambino deve avere chiari i valori che gli vengono insegnati in casa. Questi influenzeranno le sue decisioni future e saranno validi anche in altri ambienti, come la scuola, o con altre persone, come gli amici. È fondamentale che il bambino sappia che deve innanzitutto rispettare gli altri e trattarli educatamente.  È altresì importante che sappia difendersi di fronte a una situazione ingiusta, ma anche che sappia perdonare.

Per crescere un bambino buono è necessario trascorrere molto tempo con lui.

Trascorrete con loro più tempo possibile

Oggigiorno i genitori hanno a malapena il tempo di allevare i propri figli. Il lavoro li impegna molte ore, e quando  tornano a casa dal lavoro, l’unica cosa di cui hanno voglia è rilassarsi, certo non giocare.

Assicuratevi di trovare del tempo per i bambini, perché è fondamentale per la loro educazione. Destinate un giorno alla settimana a loro, esortateli a fidarsi di voi e dimostrate loro che per voi sono importanti. Un bambino preferirà ricevere l’affetto dei genitori a giocattoli che servono a comprare il suo amore. 

Insegnate loro a essere compassionevoli

Una delle caratteristiche della gente buona è la compassione. Crescere un bambino buono significa insegnargli a guardare oltre l’odio e il rancore. Non sono solo gli altri a commettere errori, ma anche noi.

Inoltre, un bambino buono deve imparare a proteggere i deboli e a ribellarsi alle ingiustizie. È compassionevole, ma non permette che gli altri trattino male lui e le persone che ama. Valiamo tutti allo stesso modo e nessuno merita di essere deriso o umiliato.

Crescere un bambino buono insegnandogli a essere compassionevole

I bambini sono la risorsa più preziosa del mondo e la sua migliore speranza per il futuro

John Fitzgerald Kennedy

Insegnate loro ad assumersi la responsabilità delle proprie azioni

Crescere un bambino buono significa insegnargli a essere responsabile. Tutte le decisioni che prende, sia quelle buone, sia quelle cattive, dipenderanno da lui. Deve essere consapevole delle conseguenze che le sue azioni possono avere.  Gli capiterà di commettere errori, e dovrà assumersene la responsabilità.

Invitatelo a essere una persona coraggiosa e a esprimere le sue opinioni senza paura, ma sempre con rispetto. Parlate con lui delle cose importanti, come la moralità, l’etica e la dignità.

Insegnate loro a esprimere le emozioni in maniera sana

Fa bene esprimere le emozioni e i sentimenti, e vostro figlio deve saperlo. Molti genitori lo considerano un segno di debolezza, ma non è così. Bisogna esortare i bambini a essere se stessi e a esternare quello che sentono. Nel corso della loro vita sperimenteranno diversi cambiamenti, alcuni dei quali, in peggio.

Non possiamo proteggerli di fronte a certe situazioni, però possiamo insegnare loro a rialzarsi e andare avanti. Imparare a contrastare le emozioni negative è un processo difficile, ma con l’aiuto di bravi genitori ce la faranno.

Guarda anche