Accettare la sconfitta: come insegnarlo ad un figlio

06 luglio, 2020
Saper accettare una sconfitta è una lezione fondamentale da imparare nella vita. Vi diremo come insegnare ai vostri figli l'importanza di saper perdere.

Saper accettare una sconfitta è una lezione fondamentale da imparare nella vita. Per questo motivo, lasciare che i vostri figli vincano sempre non è una buona idea. L’abitudine di vincere sempre potrebbe avere un impatto negativo nella loro vita futura. Se lasciate vincere vostro figlio in ogni occasione, gli toglierete l’opportunità di crescere.

Per i bambini accettare la sconfitta è un’opportunità di crescita

È comprensibile che i genitori abbiano la tendenza a rendere ai loro figli le cose più facili. In realtà, questo comportamento non è totalmente negativo. L’importante è che questo meccanismo di protezione non diventi un’iperprotezione eccessiva. In questo caso, non fareste altro che arrecare danni. Rendere tutto facile può avere delle conseguenze negative sulla personalità del bambino.

Probabilmente, tutti abbiamo avuto o continuiamo ad avere un comportamento protettivo nei confronti dei nostri figli. La verità è che non è la soluzione migliore. Durante un gioco, sarà capitato a molti di voi di far finta di perdere per evitare che i bambini si arrabbino o diventino tristi. Come abbiamo accennato in precedenza, in questo modo non insegnate ai bambini ad accettare la sconfitta e li private di un’importante opportunità di crescita.

Quando vincono, i bambini – così come gli adulti – provano un piacevole senso di empowerment. Ma questa non è sempre la condizione migliore perché, in fondo, stiamo togliendo loro la possibilità di sviluppare delle strategie psicologiche necessarie per affrontare e accettare la sconfitta e il fallimento che possono capitare nella vita reale.

Sostanzialmente, li stiamo privando dell’esperienza della sconfitta. In questo modo non comprenderanno che perdere non è poi così grave ed è un aspetto della vita di ognuno di noi.

Bambini che giocano insieme

Una vittoria immeritata ha effetti negativi sui bambini

Uno studio realizzato dall’Università della Virginia su dei bambini di età compresa tra i quattro e cinque anni, ci mostra che i ragazzi che vincono immeritatamente finiscono per avere una percezione sproporzionata delle loro capacità che non è conforme alla realtà. Questo, in futuro, può portare a delle conseguenza psicologiche negative.

Sembra che i bambini che ritengano di avere successo in un compito – quando in realtà non è così – siano meno consapevoli delle informazioni che permettono loro di migliorare le proprie capacità e, di conseguenza, di apprendere meglio dal mondo che li circonda. Ritengono che tali informazioni non siano così importanti, tanto ci sarà sempre qualcuno che faciliterà loro la strada.

Se vedono che qualcuno risolve sempre i problemi al posto loro, non cercheranno il modo di risolverli da soli e non svilupperanno nuove capacità.

L’aspetto positivo di una sconfitta

Esistono diversi motivi per i quali è importante che i bambini imparino ad accettare una sconfitta:

  • Da un lato, serve per proteggere e rafforzare la loro autostima. Se il bambino impara a perdere e accettare la sconfitta, non la vedrà come un insuccesso personale o come una mancanza di abilità. Considererà il fatto che perdere fa parte della vita e che non si può sempre vincere. Non intaccando la sua autostima, il bambino finirà per rafforzarla.
  • Lasciare che il bambino perda, che ci crediate o no, migliorerà le sue abilità sociali. Gli permetterà di sapere come partecipare e giocare con sportività. Quindi, la sconfitta non sarà per lui motivo di rabbia.
  • Inoltre, questo aiuterà il bambino a concentrarsi sulle attività che fa piuttosto che sul risultato finale. Imparerà che vincere o perdere non è poi così importante. Per questo motivo, si concentrerà maggiormente sui processi intrinseci delle varie attività.
  • È essenziale che tutti comprendano il valore dello sforzo in modo da capire che il successo deriva dall’impegno e non dalla fortuna.

Accettare la sconfitta: l’importanza di sviluppare la tolleranza alla frustrazione

Tutto ciò aiuterà il vostro bambino a sviluppare una maggiore tolleranza alla frustrazione. Vostro figlio non potrà essere frustrato se vedrà gli ostacoli come sfide. Questo gli permetterà di affrontare meglio le avversità senza abbattersi e di diventare più forte.

Bambini che giocano con i dadi

I bambini che imparano ad accettare la sconfitta sono anche in grado di collaborare con gli altri e di aiutarli in caso di bisogno. Sanno che vincere non è l’unica cosa importante. Pertanto, non saranno troppo competitivi o egoisti. Questo atteggiamento permetterà loro di evitare possibili problemi in futuro.

Imparare a perdere permetterà a vostro figlio di avere un’immagine più realistica di sé. In questo modo, sarà più consapevole delle sue capacità, abilità, potenzialità e limiti e sarà in grado di affrontare le sfide future nel modo migliore.

La cosa migliore è che, a partire dai quattro anni, siano i genitori stessi a parlare apertamente di concetti come la vittoria o la sconfitta. Inoltre, quando il bambino è piccolo, le favole e i racconti possono aiutare i genitori ad introdurre questi concetti.

Potete trasformare una sconfitta in una vittoria più facilmente di quanto pensiate. Per far questo, dovete solo accettare i sentimenti del bambino evidenziando gli aspetti postivi. Ad esempio, dirgli che anche se ha perso, non deve dispiacersi perché durante il gioco si è divertito.

Conclusioni

Se insegnate a vostro figlio che perdere non è una cosa negativa, ma un’opportunità per imparare e riprovare, gli fornirete una chiave di lettura che gli servirà per tutta la vita. In questo modo gli darete le opportunità di crescere di cui ha bisogno.