Palatoschisi nei bambini: tutto quello che c’è da sapere

Cos’è la palatoschisi? Da cosa è provocata? Vi presentiamo le principali caratteristiche e conseguenze di questa malformazione che si sviluppa durante la gravidanza.

La struttura del palato può subire delle malformazioni. La più comune è la fenditura del palato anche detta palatoschisi, una malformazione congenita che rende difficile mangiare e bere. Anche se in genere viene confusa con il labbro leporino, non è la stessa cosa. Tuttavia, entrambe queste condizioni si sviluppano nel periodo iniziale della gravidanza.

La palatoschisi e il labbro leporino possono presentarsi insieme o da sole. La prima si manifesta con una fenditura diretta nel palato che può estendersi fino al naso. Il secondo è un’apertura tra il labbro superiore e la fossa nasale. Per essere corrette, entrambe queste malformazioni richiedono un intervento chirurgico.

Cause della palatoschisi

Questa malformazione colpisce 1 bambino su 700 e consiste nella mancata saldatura del labbro e del palato. È causata da fattori ambientali e genetici. Inoltre sono state individuate mutazioni genetiche dovute al consumo di tabacco, alcool e alla mancanza di vitamine. 

Anche l’ereditarietà svolge un ruolo, così come l’assunzione di determinati farmaci. Quelli che implicano un rischio maggiore sono quelli utilizzati per la cura di convulsioni, cancro, artrite e acne. I medici non scartano neanche la possibilità che a scatenare alterazioni di questo tipo possa essere l’esposizione a determinate sostanze chimiche o virus.

D’altro canto, si calcola che esistano 350 sindromi che contemplano questo difetto nel proprio quadro clinico. Una di esse è la Sindrome di Van der Woude (VWS), associata ad alterazioni nei geni IRF6 e GRHL3. Una volta individuato l’allele responsabile  è possibile fare delle diagnosi prenatali.

La palatoschisi si può correggere chirurgicamente

Diagnosi della palatoschisi

Se durante la gestazione la mascella superiore non si salda come deve, compare una fenditura. Questa  “fenditura” potrebbe estendersi dal palato duro (parte frontale della bocca) fino alla gola (palato molle). Potrebbe persino estendersi fino alla cavità nasale o compromettere il labbro.

A differenze del labbro leporino, questa malformazione non è così percepibile né può essere rilevata con gli ultrasuoni. È durante il parto che il medico si rende conto della presenza della fenditura. Può essere molto piccola o molto estesa. Nel secondo caso potrebbe dare luogo a complicazioni respiratorie, alimentari ed espressive.

Il problema persistente nei neonati con palatoschisi è la loro incapacità di creare il vuoto nella bocca che facilità la suzione. Per questo, i liquidi ingeriti fuoriescono dal naso, provocando rigurgiti che aumentano il pericolo di soffocamento. L’ideale è utilizzare biberon speciali e sottoporre il bambino a intervento chirurgico il prima possibile.

Danni associati a questa condizione

Un bambino con palatoschisi può manifestare ritardo nello sviluppo, infezioni croniche all’orecchio e problemi di comunicazione. A causa di tutto questo, il bambino può andare incontro a conflitti emotivi e psicologici. In questo caso, conviene consultare uno psicologo infantile.

La palatoschisi rende difficile la suzione da parte dei neonati

“Il problema nei neonati con palatoschisi è la loro incapacità di creare il vuoto nella bocca che facilità la suzione. ”

Nonostante tutto è importante sapere che la palatoschisi non è una malattia. Con le dovute attenzioni, il bambino potrà condurre una vita normale. Fino a quando non verrà sottoposto a intervento chirurgico, sarà necessario mantenerlo in posizione sollevata per evitare che soffochi in caso di vomito e bisognerà sempre tenergli il naso libero.

Chirurgia per correggere la palatoschisi

L’intervento per correggere la palatoschisi è molto delicato. A differenza dell’intervento per correggere il labbro leporino, non sempre può essere effettuato al terzo mese di vita. Più spesso va effettuato intorno ai dodici mesi di vita. A seconda della gravità del caso, si determinerà il numero e il tipo di operazioni da realizzare.

“Con le dovute attenzioni, il bambino che soffre di palatoschisi può condurre una vita normale”

In generale, bisogna saldare il palato duro e quello molle e sistemare il labbro o il naso, riempire la gengiva, formare la struttura ossea e intervenire per apportare delle correzioni estetiche.  Può essere un processo lento e prolungato e bisogna avere pazienza. Se l’orifizio non si può chiudere completamente, è consigliabile l’uso di una protesi o otturatore per migliorare l’assunzione degli alimenti.

La palatoschisi si può prevenire? Adottare abitudini salutari durante la gravidanza e prendere vitamine (acido folico e vitamina A) può senz’altro aiutare. Tuttavia, trattandosi di un difetto congenito, è difficile da evitare. La cosa fondamentale è capire che non si tratta di una condizione grave, ma che è risolvibile.

Guarda anche