Esercizio durante la gravidanza, buono per la donna e per il feto

· 9 novembre 2018
Tutti sappiamo che esercizio è importantissimo a tutte le età. Ma l'esercizio durante la gravidanza può essere pericoloso? La risposta è no, come potrete leggere in questo articolo porta invece numerosi benefici sia alla madre che al bambino.

Per molto tempo abbiamo visto le donne smettere di fare esercizio durante la gravidanza. Limitandosi magari a camminare e ad alcuni esercizio adattati ad impatto praticamente nullo. Il motivo: ridurre il rischio di aborto prima e di parto prematuro più avanti.

Tuttavia, il punto di vista sull’esercizio durante la gravidanza sta cambiando. Un nuovo studio pubblicato sull’American Journal of Obstetrics and Gynecology conferma quello che molti studi hanno scoperto in questi anni. Ovvero che l’esercizio fisico in gravidanza è sicuro e può portare benefici tanto alla donna incinta quanto al feto che porta in grembo.

L’esercizio non favorisce il parto prematuro

L’esercizio fisico libera nel corpo noradrenalina. Prima si credeva che questa sostanza potesse stimolare le contrazioni dell’utero; e, per questo, provocare un parto prematuro. In seguito all’analisi di vari studi, delle nuove ricerche confermano che, in realtà, questo ormone non aumenta il rischio di parto prematuro.

I risultati hanno dimostrato che non ci sono differenze significative tra il gruppo delle donne che facevano esercizio aerobico moderato rispetto a un gruppo di controllo, in quanto all’incidenza di parto prematuro (prima delle 37 settimane complete di gestazione).

L’esercizio aumenta il tasso di parto vaginale

Nuoto in gravidanza

Tuttavia, c’è stata una maggiore incidenza di parto vaginale (73,6% rispetto a un 67,5%) e un’incidenza significativamente minore di parto tramite cesareo (17,9% rispetto a un 22%) nel gruppo delle donne che facevano esercizio rispetto a quello di controllo.

Inoltre, i ricercatori hanno trovato una minore incidenza di diabete in gravidanza e una minore incidenza di ipertensione arteriosa nel gruppo dell’esercizio fisico rispetto al gruppo di controllo.

Per quanto riguarda i bambini, i ricercatori non hanno trovato nessuna differenza di basso peso alla nascita o di peso medio alla nascita tra gruppo con esercizio fisico e gruppo di controllo.

Nuove indicazioni per l’esercizio durante la gravidanza

I ricercatori dicono che i risultati appoggiano le direttive attuali del Congresso Americano di Ostetricia e Ginecologia e dei Centri per il Controllo e la Prevenzione delle Malattie. Queste affermano che le donne in gravidanza dovrebbero svolgere almeno 150 minuti di attività aerobica di intensità moderata ogni settimana.

Tuttavia, riconoscono anche che ci sono molte ragioni per cui le donne si possono sentire limitate nel momento di svolgere esercizio durante la gravidanza. Ad esempio malessere, aumento della stanchezza e sensazione di avere poco fiato anche a bassi livelli di sforzo.

Quale tipo di esercizio fare durante la gravidanza?

L’esercizio fisico di tipo aerobico è un’attività che muove i grandi muscoli del corpo, come quelli delle gambe e delle braccia, in modo ritmico; come ad esempio nel nuoto o nella camminata. Intensità moderata significa che l’esercizio aumenta la frequenza cardiaca della persona e il corpo inizia a sudare. Alcuni esempi di attività aerobica di intensità moderata includono nuotare e camminare a passo veloce. Gli esperti tendono a raccomandare anche attività di svago come il giardinaggio.

Tuttavia, le indicazioni del Congresso Americano di Ostetricia e Ginecologia dicono anche che, nonostante queste raccomandazioni, le donne in gravidanza devono consultare il proprio medico e aumentare le visite di controllo per essere seguite al meglio. Inoltre, deve essere il medico a consigliare i tipi di esercizio che sono sicuri e si adattano alle necessità di ogni donna.

Per di più, è importante dividere questi 150 minuti a settimana raccomandati in blocchi da 30 minuti al giorno. O, in alcuni casi, anche in due o tre blocchi di 10 o 15 minuti ogni giorno.

Esercizio aerobico

Si può ballare durante la gravidanza?

Uno degli esercizi aerobici per eccellenza e che più attrae le persone che devono fare esercizio è il ballo. Di fatto, negli ultimi anni sono diventate di moda diverse discipline di fitness in gruppo basate sulla realizzazione di coreografie. Ed è sempre più frequente vedere delle donne in gravidanza partecipare a queste lezioni.

In realtà, è vero che si può ballare durante la gravidanza. Inoltre, di questo particolare esercizio la donna incinta può sfruttare tutti i benefici. Tra i quali ci sono il miglioramento dell’equilibrio e della coordinazione e l’aumento dell’autostima, tra i tanti altri.

Tuttavia, ci sono una serie di fattori di cui ogni donna in gravidanza deve tenere conto. Ad esempio, bisogna cercare di evitare gli esercizi ad alto impatto (quelli che comportano dei salti) e fare molta attenzione negli spostamenti e nei giri. Questo perché lo spostamento del centro di gravità causato dalla gravidanza può far sì che la donna perda l’equilibrio e cada.

In qualsiasi caso, è importante consultarsi con il proprio medico e mettersi nelle mani di un professionista. Il quale sia in grado di adattare la lezione a una donna incinta e di controllare quello che può e che non può fare.