I rapporti sessuali durante la gravidanza

23 Agosto 2018
Avere dei rapporti sessuali durante la gravidanza fa bene a voi e, di conseguenza, fa bene anche al vostro bebè. Basta con i tabù!

I rapporti sessuali durante la gravidanza non sono proibiti, ad eccezione di quei casi in cui la salute della madre e del bambino siano a rischio. Nonostante questo, la verità è che questa attività può essere svolta in modo sano e, di conseguenza, portare a benefici.

Bisogna prendere in considerazione il fatto che, andando oltre al tabù che aleggia su questo argomento, il sesso è una necessità fisica di base dell’essere umano. E non solo soddisfa a livello fisico, ma promuove anche un benessere emozionale, grazie alla creazione di un legame intimo e all’affetto.

Ovviamente, il poter praticare rapporti sessuali durante la gravidanza non implica che non si debbano prestare alcune particolari attenzioni. In questo senso, il sesso deve essere delicato, ma non per questo deve essere meno soddisfacente del solito. Di fatto, ci sono coppie che si avvicinano molto di più attraverso questo tipo di rapporti sessuali, dal momento che il livello di coinvolgimento, fiducia e abbandono è maggiore.

Il sesso e la gravidanza

Durante il primo trimestre

L’eccitazione è molto più intensa durante questa fase, dal momento che gli organi genitali sono più irrorati di sangue. Di conseguenza, il sesso raggiunge il suo apice. Si può persino arrivare all’orgasmo con più facilità. Per questo motivo, i rapporti sessuali durante la gravidanza in questo momento risultano più soddisfacenti.

Ragazza accarezza il viso del partner mentre lo guarda negli occhi

Durante il secondo trimestre

Se state tenendo il conto delle settimane, questo periodo si estende dalla 16° alla 30° settimana. È un momento in cui, se non ci sono state complicazioni, la donna si sente molto a suo agio con se stessa. L’attività ormonale fa sì che si veda più bella e prosperosa, e il corpo, avendo curve più pronunciate, sarà molto più attraente per l’uomo.

Però, si presenta anche una nuova situazione. Durante queste settimane potrete iniziare a sentire i movimenti del vostro bambino. Così che, sicuramente vi chiederete se i rapporti sessuali sono sicuri per il bambino. A meno che non ci siano complicazioni e a patto che si tratti di rapporti delicati, la risposta è decisamente sì.

Durante il terzo trimestre

A partire da questo momento, sarà più difficile trovare una posizione comoda per voi, in cui il vostro pancione non sia di ostacolo. Ma non lasciate che questo sia un problema insuperabile. Ricordatevi che, in questa fase, avete bisogno più che mai dell’affetto del vostro partner. Per questo, anche le carezze, i massaggi e la dolcezza giocano un ruolo determinante per raggiungere tanto l’eccitazione quanto un orgasmo soddisfacente.

I rapporti sessuali durante la gravidanza

L’apice del piacere si verifica nell’utero. Per un istante, tutta la circolazione sanguigna si dirige verso questa zona erogena che viene stimolata e arriverà una minore quantità di sangue al bambino, ma non vi preoccupate. Non è per nulla dannoso. Di fatto, rappresenta un esercizio per il suo organismo, in cui la sua stessa circolazione dovrà compensare quella mancante. Inoltre non dimenticate che è sempre protetto dal liquido amniotico.

La penetrazione nei rapporti sessuali durante la gravidanza può fare del male al bambino? Bene, la risposta è NO. C’è un tappo mucoso che ostruisce l’ingresso al collo dell’utero e impedisce al seme di andare oltre quel punto.

Donna in gravidanza sdraiata sul letto insieme al partner

Situazioni a rischio

Dovete consultare immediatamente il vostro medico se insorge una tra queste situazione. O, quanto meno, se notate uno tra questi sintomi:

  • Se dopo la penetrazione, o anche senza questa, notate che esce del liquido. Può accadere che l’orifizio uterino si sia aperto prima del tempo. Se il sacco amniotico presenta un piccolo danno può esserci un’infezione, e questo può portare a un aborto o a un parto prematuro.
  • Avete una gravidanza multipla.
  • Se si presenta una minaccia d’aborto o di parto.
  • Se notate del sangue o delle perdite.
  • Iniziate ad avere delle contrazioni prima del normale.
  • Se ai controlli precedenti vi è stato riscontrato qualche problema alla placenta.
  • Se voi o il vostro partner soffrite di qualche infezione intima.

I benefici

Così come abbiamo sottolineato in precedenza, le relazioni sessuali durante la gravidanza apportano diversi benefici, non solo a livello fisico ma anche a livello emozionale. In poche parole, contribuiscono a migliorare la qualità di vita della coppia e, di sicuro, aiutano a liberarsi dalle tensioni e dallo stress.

Per la donna, il fatto di concedersi un momento di intimità con il suo partner le permetterà di sopportare meglio i cambiamenti che affronterà il suo corpo. Si sentirà amata e desiderata, cosa che senza alcun dubbio contribuirà a farla sentire bene con se stessa. Tuttavia, non bisogna mai dimenticare che ogni donna è diversa dalle altre.