Come rilevare l’ovulazione con il muco cervicale

· 27 Aprile 2019
Il test del muco cervicale può dirci se siamo nel periodo dell'ovulazione oppure no, e quindi aiutarci a rimanere incinte.

Il test del muco cervicale indica che l’ovulazione si sta avvicinando. Sebbene non vi sia alcuna garanzia che ciò accada, per rimanere incinta è necessario avere rapporti sessuali prima dell’ovulazione.

Verificare e analizzare il muco cervicale è un buon modo per prevedere quando si avvicina l’ovulazione, non solo per avere maggiori possibilità di rimanere incinta, ma anche per sapere quando dovreste stare più attente, se volete evitare una gravidanza indesiderata. In questo articolo vi spiegheremo tutto ciò che bisogna sapere su questo delicato argomento.

Cos’è il muco cervicale?

Il muco cervicale è una sostanza prodotta dalle ghiandole che si trovano nella cervice. I cambiamenti ormonali durante il ciclo riproduttivo di una donna cambiano la quantità e la consistenza di questa sostanza, che è anche nota come “fluido cervicale”.

La sua funzione è quella di impedire l’ingresso nell’utero, attraverso il collo, di tutto ciò che è nocivo. Inoltre aiuta a trasportare e nutrire gli spermatozoi attraverso la cervice, nel loro viaggio verso l’ovulo.

Poco prima dell’ovulazione, l’estrogeno provoca un aumento del muco cervicale e lo rende una sostanza più elastica e viscosa. Questo stratagemma fa sì che lo sperma possa sopravvivere e avanzare nella sua corsa per la fecondazione.

Dopo l’ovulazione, il progesterone fa aumentare a livelli altissimi la densità del muco, che assuma le caratteristiche di una specie di colla. Ciò impedisce allo sperma (e ad ogni altra sostanza estranea) di raggiungere l’utero.

Quello del liquido cervicale è un buon test per monitorare la temperatura corporea basale e prevedere quando è più probabile che si rimanga incinta. La temperatura basale vi dirà quando state ovulando, mentre il muco vi avviserà prima dell’ovulazione.

Donna non sa cos'è il muco cervicale

Come controllare il muco cervicale

Per verificare le condizioni del muco cervicale è necessario fare in modo che raggiunga una posizione tale da consentire l’introduzione di un dito nella vagina. Tenete presente che è necessario avere le mani perfettamente pulite prima di eseguire il controllo.

Per controllare il muco, inserite un dito nella vagina. A seconda della quantità di fluido che si sta producendo, probabilmente non sarà necessario andare molto in profondità per ottenere un campione, anche se l’ideale è ricavare il campione il più vicino possibile alla cervice.

Una volta ottenuto il campione, osservatene la consistenza. Strofinate il campione tra pollice e indice. Premete le dita e quindi separatele lentamente. Questo è ciò che può accadere e cosa significa:

  • Se ciò che rimane appare appiccicoso, probabilmente non stai ancora ovulando.
  • Se è cremoso, l’ovulazione è vicina, ma non del tutto avviata.
  • Se ciò che è rimasto è bagnato, acquoso e leggermente elastico, l’ovulazione è molto probabile. È un buon momento per cercare di rimanere incinta.
  • Se è molto umido e si estende tra le dita, con una consistenza simile ad un bianco d’uovo crudo, il muco cervicale è molto fertile. L’ovulazione è dietro l’angolo, quindi è il momento perfetto per il rapporto sessuale e la fecondazione.
Donna sul water

Alcuni consigli per controllare il muco cervicale

Ci sono alcuni suggerimenti che devono essere presi in considerazione, in modo che questo test offra informazioni più affidabili. Vediamoli assieme:

  • Non controllate il muco durante o immediatamente dopo il rapporto sessuale. È molto facile confondere lo sperma con le secrezioni cervicali.
  • Evitate di controllarlo quando siete sessualmente eccitate. Tenete presente che i fluidi di eccitazione non sono uguali a quelli del muco cervicale fertile, ma probabilmente non sarete in grado di notare la differenza.
  • Se non vi senti a vostro agio con un controllo manuale, potrete realizzare la prova anche esaminando la carta igienica o la biancheria intima.

Farmaci e liquidi cervicali

Tenete presente che alcuni farmaci possono influenzare i fluidi cervicali. Questo è il caso degli antistaminici, che asciugano i seni paranasali e asciugano anche i fluidi cervicali.

Ironia della sorte, alcuni farmaci che stimolano l’ovulazione possono rendere difficile il controllo della qualità del muco cervicale fertile. In ogni caso, se notate che cambia con qualsiasi farmaco o che non è di buona qualità, sarà necessario consultare il medico.

La mancanza di liquido cervicale di buona qualità può essere un segno di uno squilibrio ormonale o di un qualche problema di fertilità che dovrete necessariamente verificare. Infatti, il muco cervicale che non finisce per diventare “fertile”, può provocarne un altro ostile, che si riflette in una delle principali cause di infertilità femminile.