Lo scatto di crescita durante la pubertà

· 16 agosto 2018
La pubertà è una fase piena di cambiamenti che rimane impressa nella memoria di ognuno di noi. Per aiutarvi a capire meglio il complesso processo attraverso cui passerà vostro figlio, vi raccontiamo in cosa consiste lo scatto di crescita durante questa fase del suo sviluppo.

Tra i tanti cambiamenti fisici che l’adolescenza riserva ai giovani, troviamo lo scatto di crescita puberale. Si tratta di un periodo di crescita molto marcato negli adolescenti, che si caratterizza per alcuni aspetti di cui parleremo più in dettaglio in seguito.

Nella prima adolescenza, che è il primo passo della trasformazione da bambino ad adulto, si ha la famosa “pubertà”. È una fase di profondi cambiamenti ormonali, che hanno una logica ripercussione sul corpo e sulla mente dei bambini.

Tra queste trasformazioni, c’è lo scatto di crescita puberale. È questo il momento in cui i bambini aumenteranno considerevolmente di statura, acquisteranno peso e svilupperanno lineamenti che marcheranno una trasformazione sui loro corpi.

A che età si ha lo scatto di crescita puberale?

Questa crescita repentina tende ad avvenire tra i 9 e i 14 anni nei bambini; la situazione più comune è che succeda durante il decimo anno di vita. Invece, per le bambine, l’età media in cui avviene questo processo è tra gli 8 e i 13 anni; anche qui, il punto medio tra queste età è la regola generale.

Ci sono certi fenomeni fisiologici che avvengono nel corpo dei giovani che stabiliscono l’inizio della pubertà. Nei bambini, la crescita del volume testicolare e l’insorgenza delle caratteristiche sessuali secondarie, come la peluria sul corpo.

Per le ragazze, la comparsa del bottone mammario tende ad essere il momento d’inizio di questa fase delle loro vite, oltre alla comparsa delle caratteristiche sessuali secondarie. Ora, non bisogna confondere il menarca con l’inizio della pubertà di un’adolescente. La mestruazione tende a presentarsi molto tempo dopo l’inizio dello sviluppo dei suoi organi genitali.

Gruppo di adolescenti

Caratteristiche dello scatto di crescita durante la pubertà

Lo scatto di crescita durante la pubertà, anche chiamato scatto di crescita puberale, si caratterizza per il presentare un periodo di crescita evidente e rapido. Man mano che passa il tempo, questa evoluzione, che si manifesta chiaramente nell’altezza, decelera fino a bloccarsi completamente. È in questo momento che si raggiunge la statura che si avrà per tutta la vita.

Nelle bambine, lo scatto di crescita di solito coincide con l’inizio della pubertà. Di fatto, nel momento in cui avrà luogo il menarca questa crescita probabilmente sarà terminata. Al contrario, il fenomeno tende a metterci un po’ più tempo dei maschietti.

In concreto, mentre nelle bambine lo scatto di crescita durante la pubertà accade con maggior frequenza a 10 o 11 anni, nei bambini si ha tra i 12 e i 13 anni.

“L’adolescenza è una fase di profondi cambiamenti ormonali, che hanno una logica ripercussione sul corpo e sulla mente dei bambini.”

Cambiamenti fisici che comporta questo scatto di crescita

È molto facile individuare quando un giovane sta attraversando questa fase. Si caratterizza per le seguenti alterazioni fisiche:

  • Comparsa dei peli pubici e ascellari.
  • Crescita del seno nelle donne.
  • In alcuni casi, può presentarsi l’acne.
  • Aumento dell’altezza che si aggira sui 20-30 centimetri.
  • Il tronco cresce di più rispetto alle estremità, che sono già cresciute in precedenza.
  • Aumento del peso che, in genere, si attesta tra i 7 e i 10 kg.

Così come tende ad iniziare prima, lo scatto di crescita puberale nelle bambine si conclude anche prima. Questo avviene verso i 17 anni; mentre nei ragazzi può proseguire fino ai 20, o persino un po’ oltre.

Assenza dello scatto di crescita durante la pubertà

Oltre alla forte influenza che ha la genetica su questo processo, ci sono anche fattori ambientali che possono rallentare questo sviluppo. Ad esempio, lo stato nutrizionale del bambino, l’attività fisica e le condizioni socio-economiche in cui si ha questa fase sono state descritte da esperti in materia come rilevanti.

Ad ogni modo, è di estrema importanza che i genitori controllino che questo processo avvenga nei propri figli. Se lo scatto di crescita non è iniziato entro i 13 anni, è il momento di approfondire il monitoraggio; anche un consulto con il pediatra potrebbe essere d’aiuto.

Ragazza adolescente balla ascoltando della musica

Se lo scatto di crescita puberale non si è ancora presentato a 16 anni, sarà necessario consultare il medico per assicurarsi che non ci sia alcun disturbo che ritardi o impedisca la crescita. In questo senso, i genitori devono prestare attenzione. Dall’altro lato, anche se lo scatto di crescita avviene in maniera precoce bisogna fare attenzione. Questo potrebbe portare la crescita a essere sregolata, a terminare prima del tempo e influire sulla statura del giovane quando arriverà all’età adulta.

Lo scatto di crescita puberale è un processo che ogni giovane sperimenta prima o poi, sempre che si trovi in condizioni di salute ottimali. Bisogna tenere presente che ogni individuo ha il suo ritmo e che, finché le caratteristiche rimangano all’interno dei parametri normali, non ci sarà la necessità di rivolgersi a un medico.