Fare sport durante l’infanzia: quanto è importante?

1 marzo 2018

“Lo sviluppo fisico del piccolo migliorerà enormemente con la pratica sportiva. Le ragioni includono il benessere fisico e mentale. Oggi vi spieghiamo perché fare sport durante l’infanzia è tanto importante.”

Fare sport durante l’infanzia è importantissimo ed è un’imprescindibile parte dell’educazione. Lo sviluppo fisico e psicologico del bambino vanno di pari passo; e la pratica di uno sport permette il suo sviluppo equilibrato.

Da diverso tempo lo sport non è più considerato solo come un intrattenimento. I medici e gli psicologi affermano che i bambini che fanno sport sviluppano una migliore qualità di vita.

L’impatto di una pratica sportiva durante l’infanzia dura per tutta la vita. Un bambino che acquisisce l’abitudine di praticare sport durante l’infanzia lo farà sempre. Questo inoltre lo allontanerà da diversi rischi di salute conseguenti da una vita sedentaria, dall’obesità e da complicazioni cardiache.

UNESCO e lo sport durante l’infanzia

L’UNESCO riconosce che fare sport durante l’infanzia è un diritto umano inalienabile. Pertanto, fa un appello affinché tutti i bambini del mondo, senza alcuna distinzione, abbiano la possibilità di praticare un’attività sportiva.

In base a quest’idea, l’associazione suggerisce ai governi e alle organizzazioni di promuovere lo sport infantile.

“Un piccolo che acquisisce l’abitudine di praticare sport fin da bambino, difficilmente smetterà di farlo.”

I benefici di fare sport durante l’infanzia

  • Favorisce la salute fisica e previene le malattie cardiache, diabete, cancro e obesità.
  • Stimola lo sviluppo osseo e muscolare.
  • Aiuta il piccolo a interagire con gli altri. Gli insegna a rispettare le regole della società.
  • Sviluppa le capacità sociali. Il piccolo impara ad accettare gli altri senza distinzioni sociali, culturali o economiche. Favorisce il lavoro di squadra come metodo per conseguire il successo.
l'importanza dello sport durante l'infanzia

  • Aiuta i piccoli a superare i problemi di personalità, come la timidezza.
  • Rinforza l’autostima. I bambini imparano il proprio valore e il loro posto nel gruppo.
  • Scoraggia la vita sedentaria. Rappresenta la giusta strada per scoraggiare l’attaccamento alla tecnologia, videogiochi, cellulari e tablet.
  • Rappresenta un importante mezzo per l’inclusione dei piccoli con capacità differenti.
  • Contribuisce alla prevenzione delle dipendenze comuni durante la crescita: tossicodipenza, alcolismo, tabagismo.
  • Stimolare la creatività, l’analisi dei problemi e la presa di posizione.
  • Insegna ad assumersi le responsabilità e fare compromessi.

Lo sport e l’età del piccolo

Man mano che il piccolo cresce il suo corpo e la sua mente avranno bisogno di stimoli diversi. Questo è un aspetto da tenere in conto durante la scelta dello sport adatto.

L’opinione del bambino è importante. La famiglia potrà elaborare una lista di opzioni a seconda delle proprie necessità. Per quanto possibile il piccolo sarà incaricato di scegliere.

  • Dai 3 ai 5 anni. Lo sport è ancora un gioco. Attraverso di esso il bambino può trarre molte lezioni. Più che altro l’attività sportiva dovrà avere componente ricreativa. Creare occasioni per stimolare la fantasia.

Questa è la tappa appropriata per lo sviluppo della coordinazione e dell’equilibrio. Si suggeriscono tre o quattro ore settimanali di sport.

  • Dai 6 ai 10 anni. A quest’età il bambino dovrebbe cominciare a fare diversi sport per poter scegliere quale gli piace di più. Judo, karate, ciclismo, ginnastica ritmica, tennis, calcio, pallacanestro o pallavolo.

Quando si fa sport da piccoli è importante eliminare la componente di competizione. Certamente dovrà esserci un vincitore ma i piccoli devono vedere lo sport principalmente come un’attività ricreativa.

sport durante l'infanzia

  • Pubertà e adolescenza. Durante questo periodo la persona subisce enormi cambiamenti emotivi, fisici e psicologici.

Lo sport gli consentirà di vivere un ottimo sviluppo della personalità. Si sentirà fiducioso e acquisirà sicurezza in se stesso. Imparerà a conoscere il proprio corpo, guadagnerà autostima e migliorerà la visione di sé stesso come persona.

Se si comincia a fare sport durante l’infanzia, nell’adolescenza si sarà già sicuri a cosa dedicarsi.

“Quando si pratica uno sport durante l’età infantile è importante eliminare la componente della competizione.”

Sicurezza nello sport in età infantile

Fondamentale è assicurarsi che il piccolo faccia sport al massimo della sicurezza. La sicurezza si riferisce sia al luogo fisico sia alla persona incaricata di insegnarlo. 

Conoscere il progetto sportivo, i concetti base, la condizione fisica e l’esposizione del piccolo ai fattori di rischio eviterà di provocare al piccolo dei danni.

 

 

Guarda anche