La "lista felice" per insegnare ai bambini a valorizzare le cose semplici

La "lista felice" è una tecnica molto efficace per insegnare ai bambini a valorizzare le cose semplici, che possono renderli molto felici senza dover ricorrere a beni materiali.
La "lista felice" per insegnare ai bambini a valorizzare le cose semplici

Ultimo aggiornamento: 27 agosto, 2021

Oggi i bambini sono abituati a ricevere molti doni che li fanno sentire felici, ma quella felicità – se così possiamo realmente definirla – è molto fugace. Subito dopo averli ricevuti, ne vogliono già di nuovi e smettono di volere quelli che già avevano. La “lista felice” è un metodo che aiuta i bambini ad apprezzare le cose semplici della vita.

Sarete d’accordo con noi che ci sono migliaia di cose meravigliose nel mondo dei bambini che non includono cose materiali e che possono renderli molto felici, anche se non ne rendono conto.

Ecco perché noi genitori dobbiamo insegnare loro ad apprezzare quelle piccole cose che possono aiutarli a raggiungere la felicità vera. Come possiamo far apprezzare ai nostri figli le cose semplici? Un buon metodo potrebbe essere la tecnica della “lista felice”.

Che cos’è la “lista felice”?

Sicuramente se chiediamo a nostro figlio cosa lo rende felice, la sua prima risposta sarà il suo desiderio di qualcosa di materiale. M, se continuiamo a indagare e lo lasciamo pensare, troverà nella sua quotidianità cose semplici che lo rendono felice, dall’inizio della giornata fino al momento di andare a dormire.

Bambino che scrive sulla sua "lista felice" tutto ciò per cui è grato.

Se diciamo al nostro piccolo di scrivere la sua “lista felice”, sarà molto gratificante scoprire che ci sono molte cose intorno a lui che possono renderlo immensamente felice e che possono essere più divertenti delle semplici cose materiali o dei giocattoli. E a questo punto, perché non far scrivere la “lista felice” anche ai genitori?

La cosa buona di questa tecnica è che possiamo aggiungere cose alla nostra lista man mano che ci vengono in mente e possiamo dedicare un giorno alla settimana ad aggiornarla e, quindi, contribuire alla felicità di tutta la famiglia.

Come possiamo fare la “lista felice”?

In questa sezione vi diamo un esempio di come può essere “la lista felice”, ma potete adattarla a voi, aggiungere o rimuovere cose. Ognuno può farlo secondo i propri gusti e preferenze.

Prima di tutto, ponetevi la seguente domanda: “Cosa mi rende felice?”. Oppure, nel caso in cui volete che i vostri figli scrivano la propria “lista felice”: “Cosa ti rende felice?”

Fuori casa

  • Andare in campagna per trascorrere la giornata con la famiglia.
  • Godersi un’alba sulla spiaggia.
  • Guardare la pioggia cadere in una giornata piovosa.
  • Giocare con il cane.
  • Andare al parco e giocare con gli amici.
  • Sdraiarsi sul prato o sulla spiaggia e guardare le stelle, soprattutto in estate.
  • Osservare le forme divertenti che hanno alcune nuvole.
  • Camminare a piedi nudi sulla sabbia in spiaggia.
  • Ascoltare e guardare gli uccelli volare.

A casa

  • Fare un bagno caldo con i giocattoli da bagno preferiti.
  • Abbracciare i peluche.
  • Godersi il calore del letto mentre fuori è una brutta giornata.
  • Godersi l’acqua e la luce (molti bambini non hanno queste comodità).

Con la famiglia

  • Mangiare il cibo preferito, il che rende la mamma così ricca.
  • Ascoltare le storie raccontate dai genitori o dai nonni.
  • Preparare i popcorn e divertirsi a guardare un film in famiglia.
  • Giocare con mamma e papà.
  • Godersi un pomeriggio di giochi da tavolo con la famiglia.

Individuale

  • Creare un puzzle.
  • Danzare.
  • Disegnare e dipingere un’immagine.
  • Leggere una delle storie preferite.
  • Creare figure con la plastilina.
  • Ascoltare le canzoni preferite.
  • Organizzare i giocattoli per colori o categorie.
  • Uscire a mangiare un gelato.

Questo elenco è infinito ed è solo un esempio, perché potete aggiungere cose, cambiarne una con l’altra, ecc. Ogni giorno possiamo scoprire nuove cose semplici che ci fanno stare bene. Quindi, andiamo tutti avanti e scriviamo la nostra “lista felice”.

Ragazzo con sua madre che scrive la sua "lista felice".

Quali sono i vantaggi della tecnica della “lista felice”?

  1. Questa tecnica aiuta non solo i bambini, ma anche i giovani e gli adulti a cominciare a vedere e apprezzare quelle cose che danno loro gioia, benessere, soddisfazione, calma o qualsiasi altra sensazione positiva che li faccia stare bene.
  2. Aiuta inoltre i bambini a conoscersi meglio, a scoprire i propri gusti individuali, e quindi ad aumentare la propria autostima e fiducia in se stessi.
  3. Questa strategia è molto utile anche quando i bambini si sentono tristi, arrabbiati o frustrati. Questo elenco offre opzioni per aiutarli a sentirsi meglio in quei momenti.
  4. Apprezzare le cose semplici che ci fanno stare bene ci rende più umani. Con queste cose insegniamo ai piccoli ad essere grati, meno materialisti, più semplici, più generosi, meno egoisti e più compassionevoli.

Insomma, ora che sapete quanto sia utile e tutti i vantaggi che ha la “lista felice”, è ora di metterla in pratica e scoprire tutte le cose meravigliose che la vita può offrirci, senza dover ricorrere a cose materiali. Cosa aspettate a mettere in atto questa strategia? Fornirà grandi benefici sia ai bambini che ai genitori.

Potrebbe interessarti ...
7 consigli per educare alla felicità
Siamo MammeLeggi in Siamo Mamme
7 consigli per educare alla felicità

Educare alla felicità implica la messa in pratica di esercizi per concentrarvi sulle emozioni positive, che aiuteranno i vostri ragazzi a fare altr...