Sinfisi pubica: cos’è e perché fa male durante la gravidanza

· 17 Febbraio 2019
Circa l'80% delle donne ha problemi di sinfisi pubica durante la gravidanza. Anche se non dovete allarmarvi, i sintomi sono di solito acuti ed esasperanti per chi ne soffre. Scoprite cos'è e come alleviare questo disagio.

La gravidanza è un momento speciale nella vita di una donna, pieno di molteplici emozioni e sentimenti. Ma che comporta anche alterazioni fisiche che possono provocare molto disagio. Ogni trimestre è accompagnato da differenti condizioni che causano preoccupazione nella futura mamma, sebbene siano spesso dinamiche del tutto normali. Tra questi, è possibile che la donna abbia dei problemi a livello di sinfisi pubica, nella fase finale della gravidanza.

La sinfisi pubica è il punto in cui si uniscono le due parti simmetriche del bacino e, quando si avvicina il parto, può causare molto dolore. In questo articolo vi diremo tutto ciò che bisogna sapere su questa articolazione delle ossa pubiche.

Che cos’è la sinfisi pubica?

La cartilagine che funge da giunzione tra le due parti dell’osso pubico è definita come sinfisi pubica. In generale, questa unione è molto resistente e ben calcificata. Tuttavia, durante la gravidanza vengono secreti degli ormoni come la relaxina, che servono per rendere questa zona più flessibile in modo da dare più spazio al bambino.

Donna incinta seduta sul letto

Questa naturale azione del corpo, combinata con una forza meccanica dalla crescita del feto, provoca un dolore molto acuto alla madre. Questo disagio è noto come disfunzione della sinfisi pubica e si presenta, con maggior pressione, nell’ultima fase della gravidanza.

Cos’è la disfunzione della sinfisi pubica?

La disfunzione della sinfisi pubica è uno dei dolori più frequenti sofferti da una donna incinta negli ultimi mesi della gravidanza. È noto come “dolore pelvico” o “dolore della cintura pelvica” e si verifica sia nella parte anteriore che posteriore del pube. Il disagio può apparire improvvisamente, con una sensazione acuta, perforante e in maniera moderata e progressiva.

In generale, è un dolore che può scomparire dopo pochi minuti o protrarsi per diversi giorni, fino a creare situazioni di grande disagio. Sebbene la condizione sia avvertita specificamente all’inguine e al bacino, si irradia verso l’anca, la schiena e la parte interna ed esterna delle cosce. Tutto ciò viene complicato da alcune posture e, soprattutto, peggiora nelle ore serali.

Come trattare la disfunzione della sinfisi pubica

Il disagio della sinfisi pubica è legato alle alterazioni ormonali e alla pressione del feto che cresce sempre di più. Per questo motivo, è una condizione che scompare dopo il parto, anche se a volte ci vogliono alcuni mesi affinché la situazione torni completamente alla normalità. Fortunatamente, è possibile trattare questo dolore facendo attenzione ad alcune raccomandazioni di base.

Prendetevi cura della postura

Questo è indubbiamente il modo migliore per evitare gli effetti della disfunzione della sinfisi pubica. Quando state in piedi o sedute, è necessario che vi sforziate di tenere la schiena sempre dritta, con le gambe allineate ai fianchi. Quando dormite, mettete un cuscino sotto le ginocchia in modo che siano allineate con il bacino e quando vi alzate, fatelo lentamente e senza strappi.

Donna con sinfisi pubica

In aggiunta, dovreste evitare di sovraccaricare la schiena, spostando oggetti pesanti o fare esercizi che possono aumentare la pressione sul pube. L’ideale è prendervi sempre cura della postura e mantenere le gambe allineate simmetricamente.

Eseguite esercizi a basso impatto

Stare sedute o sdraiate tutto il giorno può peggiorare la situazione, quindi, vi suggeriamo di eseguire degli esercizi ma di leggera intensità. Un esempio può essere il nuoto, dato che il peso del corpo viene attutito dall’acqua. In questo modo, riuscirete a fare esercizio rafforzando l’area pelvica e addominale. Anche fare stretching è molto utile: vi permetterà di dormire meglio e recuperarvi rapidamente, dopo il parto.

Calzature e panciere speciali

Chiedete al vostro medico di darvi delle panciere speciali che possono ridurre la pressione sull’osso pelvico. Queste servono a dare maggiore stabilità e ridurre il dolore causato dalla disfunzione della sinfisi pubica. Inoltre, evitate di usare i tacchi, stare in piedi per ore, accavallare le gambe troppo a lungo periodo e trasportare pesi eccessivi.

Curatevi senza usare farmaci

I medicinali sono l’ultima alternativa per il trattamento di questo disagio. Pertanto, provate ad applicare calore o freddo sull’area interessata e cercate di capire quale vi aiuta ad alleviare il dolore. Un bagno rilassante in acqua tiepida vi permetterà di lenire questa sensazione di fastidio e vi aiuterà a riposare. Nei casi più gravi, provate la fisioterapia e i massaggi.

In sintesi, la sinfisi pubica che si presenta alla fine della gravidanza può essere influenzata dalle alterazioni degli ormoni, nonché dalla pressione dell’utero. È un disturbo molto comune che potrete alleviare seguendo le raccomandazioni che vi abbiamo poc’anzi illustrato. Se la situazione non migliora, consultate immediatamente il vostro medico.

  • Ball, D. D. (2008). Biomecánica de la pelvis. Mediagraphic
  • Freire Vila, E., De La Iglesia López, A., Del Corral Lorenzo, C., & Canedo Carballeira, M. E. (2010). Dolor pélvico en la embarazada. Disfunción de la sínfisis púbica. Revisión de la literatura. Revista de La Sociedad Espanola Del Dolor. https://doi.org/10.1016/j.resed.2010.08.001
  • Robledo Acinas, MM; Sánchez Sánchez, J. (2013). Determinacion de la edad por el estudio de la sinfisis púbica, carilla auricular y acetábulo en el coxal. Gac. Int. Cienc. Forense