Che cosa fare quando uno dei due non vuole avere altri figli

· 1 settembre 2018
Non è semplice sapere cosa fare quando uno dei due non vuole avere altri figli. Proviamo a darvi qualche consiglio.

Che cosa fare quando uno dei due non vuole avere altri figli? In questo articolo esaminiamo diversi scenari che riguardano situazioni come questa.

Una delle più grandi divergenze che una coppia può trovarsi ad affrontare ha a che vedere con il numero di figli che i due membri desiderano avere. Trattandosi di una decisione che deve essere presa da entrambi, è molto difficile arrivare a un accordo, perché uno dei due sarà costretto a cedere. Se state attraversando una situazione come questa e siete in disaccordo sull’avere altri figli, desideriamo aiutarvi a superarla.

Possibile cause dei problemi che nascono dall’avere o non avere altri figli

È difficile, durante la fase del corteggiamento, immaginare la famiglia che formerete con il vostro partner. Entrambi fantasticate pensando alla dimora nella quale vivrete e parlate dell’avere o no animali domestici e del numero di figli che crescerete.

Quattro? Due? Nessuno? Di sicuro, una volta sposati, le aspettative di ognuno possono cambiare, al punto che uno dei due potrebbe desiderare di non avere altri figli.

Fondamentalmente, questo fatto si verifica perché non si tratta più di limitarsi a immaginare, ma ci si ritrova ad affrontare la realtà, con le sue responsabilità e le spese di casa. Così, se prima sognavate di avere quattro figli, è possibile che, ora che sapete tutto ciò di cui c’è bisogno per mantenere una casa, pensiate che non sarete in grado di mantenere una famiglia così grande, e vi troviate a dover cambiare i vostri programmi.

Nonostante la variabile economica, che nella maggior parte dei casi determina il numero di figli che avrà una coppia, ci sono donne o uomini che si oppongono all’idea di non avere tutti i figli che sognavano di avere quando erano giovani. È possibile che uno dei due accetti la realtà, ma che l’altro insista nel suo proposito di avere una grande famiglia, anche se sa di non disporre delle risorse necessarie al suo mantenimento.

La situazione economica delle coppie esercita una grande influenza sul numero di figli che decidono di avere. Di conseguenza, dovete pensare a che cosa fare se il vostro partner non vuole avere altri figli.

Quando si dà il benvenuto al primo figlio, non si percepiscono ancora le differenze tra i criteri della paternità. Se uno dei due, però, inizia a proporre che è ormai giunto il momento di fare il secondo figlio, è possibile che l’altro non sia preparato e che comincino a sorgere delle difficoltà nel matrimonio.

Quando voi volete, ma il vostro sposo non vuole avere altri figli

A volte, non tutti e due i membri della coppia desiderano che la famiglia continui a crescere di numero

La psicologa familiare Viviana Briceño afferma che, in molte occasioni, dopo il primo figlio, la madre desidera che la famiglia continui a crescere. È probabile, invece, che il padre si fermi a valutare se la situazione economica sia adatta per mettere al mondo un altro figlio e preferisca rimandare la decisione.

“I problemi nascono nel momento in cui la donna desidera rimanere incinta, ma il suo sposo manifesta il suo disaccordo. Uno dei due vuole imporre la propria visione su quella dell’altro, per dimostrare di avere ragione. Entrambi dimenticano che concepire un figlio richiede qualcosa di più del desiderio. La condizione indispensabile è una famiglia stabile e in armonia”, chiarisce la specialista in pianificazione familiare.

In questi casi, la donna può avventurarsi a concepire un altro figlio, ignorando l’opinione del partner e ritenendo che il nuovo bebè porterà la gioia di cui la casa ha bisogno. L’effetto della gravidanza, però, può essere quello opposto: aumentare le discordie e, perfino, arrivare a creare una rottura familiare.

Prima che di denaro, un nuovo bebè ha bisogno di una famiglia stabile e in armonia.

È anche possibile, invece, che la mamma non sia preparata ad avere un altro figlio e si senta messa sotto pressione da parte del suo sposo perché ne concepiscano un altro. Le conseguenze di questo evento sarebbero negative e potrebbero scatenare un rifiuto della donna nei confronti dei compiti collegati alla maternità.

Se siete mamme e state attraversando una situazione simile a quella descritta, il consiglio è quello di mantenere una comunicazione aperta e sincera e arrivare insieme alla decisione più opportuna per entrambi. Una decisione che non obblighi nessuno a fare qualcosa che non desidera fare, né a rinunciare a qualcosa che desidera ardentemente.

Come superare il disaccordo riguardo ai figli

Il disaccordo sull'avere o non avere altri figli può portare a serie fratture nella famiglia

Le ragioni per concepire o per non avere figli sono enormi, a seconda di ogni famiglia. Il segreto risiede nel fatto che voi e il vostro sposo facciate tutto ciò che sta nelle vostre mani affinché una questione così speciale come il diventare genitori non si trasformi in un problema.

Ascoltate il vostro partner e cercate di comprendere il suo punto di vista. Parlate delle circostanze che dovrebbero circondare la nascita di un bebè.

Concordate delle date per avere un altro bebè. Se, una volta che il momento è arrivato, non sussistono le condizioni adeguate, siate comprensive e, nel frattempo, godetevi il figlio che avete già e il vostro rapporto di coppia.

Tenete presente il fatto che diventare genitori non può essere un obbligo. Si tratta di una responsabilità molto grande che deve essere assunta e desiderata da entrambi.

La decisione di mettere al mondo dei figli ricade esclusivamente sulla famiglia. Di conseguenza, non possiamo dirvi che cosa fare. Ci azzardiamo, però, a darvi questo consiglio: i figli si programmano quando la coppia si trova nel suo momento migliore. Quindi, coltivate il vostro rapporto e vedrete che prendere decisioni condivise sarà molto più facile.