Mal di schiena nei bambini: cosa fare (e cosa no)

Il mal di schiena non è un problema raro nei bambini e di solito è dovuto a comportamenti scorretti (come una cattiva postura) piuttosto che a vere e proprie patologie.
Mal di schiena nei bambini: cosa fare (e cosa no)

Ultimo aggiornamento: 25 marzo, 2021

Il mal di schiena nei bambini può variare da sporadico e lieve a grave in una piccola minoranza di casi. Sebbene la valutazione medica sia sempre importante, ci sono alcuni fattori che possono essere modificati a casa per migliorare la qualità della vita dei più piccoli.

Allo stesso modo, ci sono alcuni comportamenti che devono essere evitati per non peggiorare la situazione o generare altri problemi, come ad esempio l’automedicazione. Nelle righe seguenti parleremo degli aspetti più generali, delle cause e del comportamento da seguire nel caso in cui il vostro bambino abbia mal di schiena. Continuate a leggere!

Mal di schiena nei bambini: le cause principali

Il dolore alla schiena nei bambini è comune.

Secondo una pubblicazione su Comprehensive Pediatrics del 2014, il mal di schiena nei bambini può essere il risultato di molteplici condizioni patologiche e non patologiche. Si stima infatti che tra il 95 e il 99% dei casi non vi sia associazione con una specifica malattia o evento. In questi casi si parla di “dolore aspecifico”.

In questa importante proporzione di bambini possono esserci fattori associati che spiegano, in parte, il dolore. Ad esempio, un’abbondante attività fisica (o la sua assenza), l’obesità e l’uso improprio degli zaini nelle scuole sono alcuni esempi rappresentativi.

In casi più rari è una patologia a causare questo problema. Le problematiche patologiche che provocano il mal di schiena nei bambini sono molto meno comuni che negli adulti. Eccone alcune:

  • Ernia del disco: si parla di ernia del disco quando una struttura nella colonna vertebrale chiamata “disco intervertebrale” si gonfia o sporge al di fuori dei limiti normali ed è in grado di comprimere o irritare un nervo, causando sintomi. È più comune negli adolescenti che nei bambini piccoli.
  • Tumori spinali: possono essere suddivisi in benigni e maligni. In generale, sono rari, sebbene ci siano tumori ossei maligni che sono più comuni nei bambini che negli adulti.
  • Deformità: è il caso tipico della scoliosi, una patologia in cui la colonna vertebrale devia verso uno dei lati.

Cosa fare in caso di mal di schiena nei bambini?

Come accennato, il mal di schiena nei bambini non è un problema raro, ma raramente è dovuto a patologie importanti. Prima di andare dal medico, è bene riflettere su quelle situazioni o comportamenti che potrebbero influenzare la comparsa del dolore. Potete porvi queste domande:

  • Il dolore inizia in un momento specifico della giornata?
  • La cartella è troppo pesante? Il bambino la indossa correttamente?
  • Il bambino fa molto sport? O, al contrario, è molto sedentario?
  • Presenta problemi di depressione, tristezza continua o isolamento scolastico ?

Nella maggior parte dei casi la risposta a una qualsiasi di queste domande è positiva. Da casa è possibile intervenire per migliorare alcuni di questi “fattori di rischio” e ridurre intensità e frequenza del dolore.

Cosa non fare?

Nella maggior parte dei casi, i genitori pensano di dare al tuo bambino un analgesico comunemente usato a casa (come il paracetamolo o l’ibuprofene). Sebbene molti di questi farmaci siano disponibili senza prescrizione medica e siano sicuri, è importante considerare questi aspetti in relazione al bambino :

  • Età.
  • Intensità del dolore.
  • Allergie ai farmaci.

Si sconsiglia l’automedicazione (o, in questo caso, la somministrazione di farmaci senza indicazione medica). Per questo motivo è più che consigliabile fare un breve consulto con un pediatra o un medico di famiglia.

Il mal di schiena nei bambini non dovrebbe favorire l'automedicazione.

Evitate l’automedicazione! Potrebbe avere conseguenze negative sulla salute di vostro figlio.

Infatti, se l’assunzione di farmaci si prolunga nel tempo, può aumentare l’incidenza di effetti avversi. Il vostro medico potrebbe farvi anche una rapida consulenza in regime di telemedicina per darvi un consiglio. L’importante è che non proviate a curare vostro figlio da soli.

È sempre necessario andare dal medico?

Se il dolore attira molta attenzione da parte dei genitori o rappresenta un problema nella vita del bambino, si consiglia di andare dal medico il prima possibile.

In linea di principio, è meglio consultare un pediatra o un medico di famiglia, a seconda dell’età del bambino. Se necessario, il tuo medico potrebbe indirizzarti verso un altro specialista come un neurochirurgo, un traumatologo o un ortopedico.

Quali sono i segnali d’allarme a cui prestare attenzione?

In caso di rigonfiamenti nella colonna vertebrale, febbre costante, dolore generalizzato in tutto il corpo e formicolio alle gambe, obesità o problemi comportamentali legati alla depressione, si consiglia di consultare un medico il prima possibile. Probabilmente c’è una condizione sottostante che deve essere diagnosticata!

Un sintomo comune, ma da non trascurare

Il mal di schiena nei bambini può essere un vero fastidio, anche per i genitori che sono naturalmente preoccupati per la salute dei loro figli. Come abbiamo accennato, nella maggior parte dei casi è dovuto a problemi comportamentali o emotivi che potrebbero migliorare con alcuni cambiamenti a casa. Per chiarire i dubbi, andare dal medico specialista sarà sempre l’opzione migliore.

Potrebbe interessarti ...
Cosa sono i dolori di crescita nei bambini
Siamo MammeRead it in Siamo Mamme
Cosa sono i dolori di crescita nei bambini

I dolori di crescita nei bambini e negli adolescenti sono molto comune nelle varie fasi dello sviluppo. e interessano braccia, gambe o altre parti del corpo



  • García C. Dolor de espalda. Pediatr Integral 2014;XVIII(7):413-424.