Abitudini di studio corrette per vostro figlio

· 19 agosto 2018
Avere delle abitudini di studio corrette è indispensabile per bambini e ragazzi, che in questo modo possono avere successo a scuola e, più avanti, sul lavoro.

Una delle sfide che ogni bambino deve affrontare consiste nei compiti scolastici. La capacità di risposta dipende, in parte, dal piccolo. Tuttavia, la cosa più importante è creare abitudini di studio adeguate fin dalla tenera età.

Nell’articolo vi elenchiamo alcune linee guida che potete seguire per riuscirvi. Tutto sta nel trasformare la responsabilità in un’abitudine. Poco a poco, il bambino vedrà il momento di fare i compiti come un fatto naturale. Grazie a delle buone abitudini di studio, la scuola prima, e poi l’università saranno molto più semplici.

Abitudini di studio corrette: una sfida che può essere vinta

L’educazione dei bambini è uno dei punti più sensibili delle famiglie. In molte occasioni, trovare il modo di instillare in loro il senso di responsabilità diventa una vera sfida. Per questa ragione, è importante introdurre certe abitudini in maniera graduale, in base alla fase scolastica e all’età del piccolo.

Secondo i dati Eurostat 2017, l’Italia è al quinto posto in Europa per abbandono scolastico (14%). 

Inoltre, anche il cattivo rendimento e gli insuccessi scolastici spingono i ragazzi in questa direzione. Guidarli nei primi anni e aiutarli ad acquisire strumenti e comportamenti consoni allo studio può invertire questa tendenza.

La creazione di abitudini di studio adeguate si riflette anche sul lavoro. È necessario pianificare e organizzare le ore dedicate a i compiti. Così favorirete la concentrazione, la comprensione e l’acquisizione di un valido metodo di studio.

La pianificazione

La durata ideale

È essenziale che il bambino incorpori l’abitudine allo studio alla vita di tutti i giorni. Deve cominciare dedicando 20 o 30 minuti ai compiti. Dopo un certo periodo di tempo, se ne aggingono altri 10 e via di seguito.

Abituarsi a fare i compiti

Momento della giornata

Un altro punto fondamentale è trovare il momento che si considera più adatto allo studio. Molti professionisti consigliano di iniziare i compiti subito dopo il ritorno da scuola. Così i ragazzi possono approfittare della concentrazione residua dopo le ore passate sui banchi.

Tuttavia, alcuni bambini possono avere bisogno di un momento di svago o di gioco. Il segreto sta nel rispettare ogni giorno gli stessi orari, in modo che si instaurino abitudini di studio corrette.

L’importanza dell’organizzazione

Mano a mano che il livello di difficoltà e la quantità di compiti aumentano, esistono diverse possibilità. Si possono anche usare le risorse messe a disposizione da Internet per rendere il tutto più rapido. Calendari, agende e blocchi per appunti sono strumenti utili per pianificare i compiti, annotare, ricercare le informazioni e svolgere più attività.

Concentrarsi

L’ambiente circostante è essenziale. L’ideale sarebbe destinare uno spazio della casa ai compiti scolastici. In questo modo si evitano distrazioni legate alle attività familiari. Dare al bambino gli elementi necessari e un luogo in cui poter lavorare in silenzio è di centrale importanza. Lo è anche occuparsi dell’ordine e della pulizia di tale luogo e dei materiali scolastici.

Oltre a evitare distrazioni come telefonini, TV, videogiochi e altro, è consigliabile anche suddividere bene il tempo. Per i bambini più vivaci, è di grande aiuto combinare minuti di studio con minuti di pausa e riposo. In questo modo si ottengono migliori risultati.

Strumenti per comprendere

A seconda dell’età, è importante che i bambini usino certi strumenti che li aiutino ad adottare abitudini di studio efficaci. Queste saranno ottime alleate per le fasi più avanzate.

Acquisire abitudini di studio corrette fin da piccoli

In un primo momento, potete insegnare loro le seguenti regole.

  • Leggere e capire. Non serve a niente leggere in maniera perfetta se non si capisce il testo. Per favorire questo aspetto, potete dapprima leggere assieme ai bambini e porre loro delle domande sul testo.
  • Sottolineare e schematizzare. Entrambe le tecniche sono molto valide per la comprensione e lo studio. Insegnate loro a scoprire i concetti principali e a sottolinearli. Questi potranno guidarli nella creazione di schemi con le parole chiave.
  • Usare un metodo di studio. Capire il significato dei testi, individuare le idee di fondo e trovare le relazioni tra queste attarverso la realizzazione di schemi e riassunti. Quello appena descritto è un metodo perfetto per rielaborare i contenuti. Inoltre, rende lo studio più semplice.

Al giorno d’oggi, nessuno mette in dubbio l’importanza dell’istruzione. In questo senso, le prime tappe della vita scolare sono essenziali per i vostri figli. È importante che intraprendano lo studio con naturalezza. Bisogna sempre ricordare che la costanza, la conoscenza reciproca e il lavoro quotidiano sono aspetti fondamentali per acquisire abitudini di studio positive.