Non aiuto con i bambini, condivido responsabilità

· 15 ottobre 2016

Quando si condividono responsabilità, si cerca il benessere della propria famiglia; si tratta di un’attività che ha dominato la scena familiare nelle epoche più recenti. Con il passare degli anni, la dinamica familiare è mutata in modo considerevole. È stato dimostrato che quando il padre è maggiormente coinvolto nelle responsabilità di casa, la famiglia si sviluppa in un ambiente più rilassato. 

Molto tempo fa si aveva la convinzione che in famiglia le madri dovessero essere le uniche a farsi carico della casa, mentre i padri andavano a lavorare, scaricando alle mogli la responsabilità della crescita dei propri figli. Al giorno d’oggi, questa situazione è sempre meno comune nelle coppie, motivo per il quale è stato possibile osservare i grandi benefici che ne derivano.

Vantaggi che si ottengono condividendo le responsabilità

In molte famiglie è tipico vedere che il padre limita le attività con i propri figli. Ad esempio, si dedica a loro solo nel fine settimana, oppure qualche minuto ogni pomeriggio. Il motivo principale è che non ha imparato ad unire le attività personali ed il lavoro.

Tuttavia, quando riesce a coinvolgersi interamente, dandosi l’opportunità di dedicare molto più tempo alla sua casa, è possibile percepire alcuni vantaggi visibili man mano che passa il tempo.

  1. Bambini equilibrati. I bambini raggiungono un grande equilibrio quando crescono in famiglie in cui entrambi i genitori hanno appreso a dividere i compiti, come fargli il bagno, pulire la casa, fare la spesa e cucinare. È stato evidenziato un miglioramento nello sviluppo psicosociale, a scuola, nell’autostima e nella vita sociale di questi bambini.
  2. Madri felici. Un padre che si interessa di essere partecipe alle faccende quotidiane, permette che la madre abbia molto più tempo libero per rilassarsi e per la cura personale. Di conseguenza, si riduce in modo notevole la pressione, presentandosi persino dei miglioramenti nell’attività sessuale.
  3. Beneficio per tutti. Forse per i padri è difficile capire quanto possa essere benefica la divisione dei compiti. Spesso, infatti, la vedono solo come un aumento delle loro responsabilità. Tuttavia, sarebbe interessante capire che integrarsi a pieno nella vita familiare apporta i seguenti benefici:
  • Un miglioramento della salute
  • La promozione della partecipazione comunitaria
  • Un miglioramento considerevole dello stato d’animo
  • La comparsa di un ampio stato di benessere familiare

Come impegnarsi nelle faccende domestiche?

Anche se non è molto comune sentir dire da un padre “condivido responsabilità”, si sa che sempre più padri sono parte attiva della vita familiare.

padre e figlio che si abbracciano

In questo senso, come abbiamo visto prima, non si tratta solo di dedicare un po’ di tempo ogni giorno ai figli e alla moglie, ma si cerca principalmente di ottenere una presenza di qualità dei padri in casa tramite le seguenti azioni:

  1. Aiutare i figli con i compiti. A prescindere da quanto possano essere stanchi dopo una giornata di lavoro, si consiglia di trascorrere qualche ora del pomeriggio aiutando i bambini con i compiti. L’aiuto può essere accademico, personale o di supporto. Ad esempio, non sarebbe male un consiglio o qualche trucco per migliorare un’attività.
  2. Condividere le faccende domestiche. Cucinare, lavare i piatti o fare il bucato, ordinare la casa; non sono attività riservate alle donne, anche i padri possono svolgere questi compiti. In questo modo, si bilanciano i pesi delle attività e si contribuisce al benessere familiare.
  3. Dividersi le necessità dei bambini. I padri possono anche interessarsi alle particolari necessità dei propri figli, come, ad esempio, fargli il bagno, nutrirli e portarli dal medico. Sono attività difficili per qualcuno, ma con un po’ di sforzo e costanza, sarà possibile realizzarle senza problemi.

È importante risaltare che la cosa fondamentale per una famiglia è il suo benessere ed esso radica nel fatto che sia mamma sia papà, i quali svolgono il ruolo di capi del nucleo, stiano bene con se stessi. In caso contrario, non potranno contribuire in modo efficace alla crescita dei loro figli né alla pace in casa.

genitori e bambini

Bisogna pensare che quando crescono in un ambiente protetto da persone che si preoccupano sia di loro sia degli altri, i bambini cercano di copiare questo modello di condotta e diverranno adulti responsabili. 

Ad esempio, se un bambino vede che suo padre non ha alcun problema nel contribuire alle attività domestiche, da adulto ripeterà questa condotta senza inconvenienti; i genitori sono l’esempio perfetto da seguire per i figli.