Sei cresciuto in un battito di ciglia

· 23 Febbraio 2018

Ti guardo. Ancora conservo quella dolcezza nel mio sguardo, come quando ti guardavo le prime volte. Mi stupisco di fronte agli innegabili e insormontabili effetti del passare del tempo. Sorrido al vederti ora, nel presente, ma soprattutto al ricordare il tuo passato. Per me, figlio mio, sei cresciuto in un battito di ciglia.

Mi domando in quale momento è successo tutto, così rapidamente che non me ne sono resa conto. Mi vengono in mente, come un flusso continuo, i più bei ricordi della mia vita. Ogni aneddoto annebbia un po’ di più la mia vista. Siano successi o sconfitte, riescono a far emergere lo scintillio dei miei occhi che sono ancora -e per sempre- innamorati.

Torno a guardarti. Quel futuro per cui tanto ho lottato sembra che si stia consumando. Ma ne rimane ancora molto. È che, senza ombra di dubbio, sei cresciuto. Sei cambiato in tutti i sensi. Siamo cresciuti, siamo cambiati. Soddisfazione e orgoglio arrivano al mio petto come stelle fugaci che battono a mille all’ora.

La vita è farsi. E crescere come gli alberi. Uno nasce come un germoglio, con dei geni, ma è uno colui che deve farsi.

-José Luis Sampedro-

Tutto quello che è rimasto indietro quando sei cresciuto

“Goditelo, il tempo passa volando, i bambini crescono molto velocemente”, mi ripetevano quasi tutti i giorni. Con una dolorosa insistenza. Anche così non avrei potuto crederci, mi rifiutavo di crederci o semplicemente non li prendevo seriamente. Eppure, senza dubbio, la profezia si è compiuta: sei cresciuto in un battito di ciglia.

Però ho la fortuna, gratificante, di essermi goduta al massimo la tua dolce infanzia. È che, più passava il tempo, più mi aggrappavo alla tua dolcezza e alla tua innocenza. Mi nutrivo della magia dei tuoi occhi, della tua immaginazione.

Sei cresciuto in un battito di ciglia

Che modo di approfittare del tempo! Ho preso da te tutto quello che ho potuto, dal momento che ti avevo tutto il giorno tra le braccia, tutti i giorni. Sempre vicino a me. Tu guardavo, affascinata, mentre ti nutrivo. Ti ho riempito di abbracci e di baci. Guardavo con un angelo compariva nella mia casa ogni volta che dormivi.

Mi sembrava che i minuti durassero un’eternità, come se il tempo rimanesse congelato per te e per me. Ognuno dei nostri giorni sembrava durare per sempre. Sentivo che il tempo non sarebbe mai potuto volare al tuo fianco, nella nostra idilliaca vita da sogno. Il tempo sembrava fermarsi a guardare la perfezione di un amore così puro e incondizionato.

Pensavo e mi convincevo sempre di più che sicuramente il tempo non poteva passare volando. Credevo che questo meraviglioso momento sarebbe potuto essere eterno, immortale, inesauribile. Quello che non ho mai considerato è che, in realtà, nessun orologio avrebbe potuto segnare il passare del tempo come fai tu.

Un seme non si domanda mai se diventerà questo o quell’albero… Semplicemente cresce.

-Alejandro Jodorowsky-

Quando mi sono svegliata, amore mio, sei cresciuto in un battito di ciglia!

Sì, mi sono sbagliata. Semplicemente, al risveglio dopo una di quelle notti agitate, tutto era cambiato intorno a me. Non chiedevi più di venire in braccio, ma chiedevi la libertà. Avevi scambiato il biberon per il servizio di piatti che condividevi con noi. Correvi, sconsiderato, da tutte le parti, Avevi abbandonato i gridolini in cambio delle prime parole.

Ho aperto di nuovo gli occhi, l’altro giorno. Ti ho visto entrare per la prima volta al liceo. Sei riuscito a sostituire i pannolini con la biancheria intima. Sei riuscito a relazionarti senza problemi con i nuovi amici che entravano nella tua vita. Sapevi scegliere i vestiti e metterteli da solo.

Bambino con lo zaino va a scuola

Ed è successo che, senza dubbio, sei cresciuto in un battito di ciglia, sei diventato grande fisicamente e immenso di cuore. I giorni si sono susseguiti correndo, sempre più velocemente. E con maggiore insistenza mi mostravano quello che sei diventato. Continuo a guardarti e ti vedo bello, forte, coraggioso e nobile.

Il mio eterno bambino, cresciuto con affetto, tra le mie braccia e con tanto amore. Sicuro, indipendente e, soprattutto, felice. Eppure già grande, adulto. Se dovessi dirti qualcosa in questo preciso istante, figlio mio, ti direi solo di goderti ogni momento. Di goderti il presente, ogni istante, come se fosse l’ultimo. Perché certamente il tempo passa volando, credimi.

Ti guardo insieme a tua moglie, aspettando il frutto del vostro amore. Desidero con tutta la forza che c’è nel mio cuore che viviate intensamente ogni secondo di questa esperienza unica. Prendilo sempre in braccio perché crescerà prima di quanto tu pensi. Dormi abbracciato a lui, perché poi arriverà il giorno in cui vorrà dormire da solo.

Bacialo spesso, bacialo ogni volta che ti sia possibile. Perché, alla fine, non potrai fare maggior atto d’amore che staccarti da lui, una volta che saranno passati gli anni. Ironico ma vero. Prima o poi, quando crescerà, dovrai lasciarlo volare. Fidati del tuo cuore e di queste sagge parole che escono dal profondo del mio cuore.