La caduta dei denti nei bambini: quando succede e in che ordine

· 1 giugno 2018

Il momento della caduta dei denti nei bambini segna un cambiamento di fase importante nel loro sviluppo, che li conduce piano piano verso l’adolescenza.

La caduta dei denti nei bambini è un processo che tende ad iniziare quando il piccolo ha tra i 5 e i 6 anni di età. Certamente, l’età può variare a seconda della genetica del bambino.

È importante che i genitori si informino su questo processo e stiano attenti ai cambiamenti che richiedono una visita dallo specialista.

Quello che bisogna sapere sulla caduta dei denti

Il processo della dentizione inizia verso i 6 mesi del neonato. Questi, ovviamente, sono tempi stimati, dal momento che ogni bambino è diverso. Da questo momento e fino a circa 2 o 3 anni si completano entrambe le arcate dei denti da latte.

Successivamente e fino a che il bambino non compie 5 o 6 anni di età, non accade nessun cambiamento visibile in bocca. Nonostante questo, internamente avvengono invece dei cambiamenti. Le gengive si stanno preparando ad espellere i denti da latte e a sostituirli con i denti definitivi.

Dopo che questo processo di rinnovamento è iniziato, passeranno circa 3 o 4 anni fino al completamento del cambio di dentatura.

Nonostante la caduta dei denti inizi a verificarsi, in media, a 5 anni, e il processo di cambio definitivo possa metterci fino a 4 anni in più, in realtà questo non si conclude fino ai 17 o 21 anni.

La ragione? È proprio a questa età che iniziano ad uscire i terzi molari, meglio conosciuti come denti del giudizio.

In che ordine avviene la caduta dei denti?

In generale, i primi denti a cadere tendono ad essere i primi denti da latte che sono usciti al bambini. Di solito i primi denti da latte a venir fuori sono i centrali inferiori, seguiti dai centrali superiori. Per questo tendono anche ad essere i primi a cadere.

Bambina si lava i denti

Incisivi inferiori

Gli incisivi inferiori si trovano nella parte interna e inferiore della gengiva e generalmente sono i primi a fare la loro comparsa. Questi spingono i denti da latte fino a riuscire ad espellerli e ad avere lo spazio sufficiente perché il dente definitivo riesca ad uscire.

I denti superiori

I secondi denti definitivi che di solito escono ai bambini sono i superiori centrali. In questo caso, escono dalla parte frontale della gengiva.

Primo e secondo molare

Il primo e il secondo molare si trovano nel terzo gruppo di denti che di solito cadono. In questo caso, la caduta del primo molare tende ad avvenire tra i 9 e gli 11 anni di età. Invece, la perdita del secondo molare avviene tra i 10 e i 12 anni.

Canini

Dall’altra parte, i canini da latte tendono a cadere insieme al secondo molare. Ovvero, questo processo avviene intorno ai 10 o 12 anni di età. Certamente, questi cambiamenti possono variare da un bambino all’altro, dal momento che fattori come la genetica possono influire.

Bambino mostra il dentino caduto

Cosa fare quando inizia il processo di caduta dei denti?

Così come abbiamo visto, il processo del cambio dei denti inizia ad avvenire intorno ai 5 anni. Ci sono genitori che commettono l’errore di forzare il movimento dei denti per accelerarne la caduta.

Tuttavia, questo non è raccomandabile, dal momento che da quando il dente inizia a muoversi fino al momento della caduta può passare abbastanza tempo.

In questo senso, è importante dire ai bambini che devono evitare di muovere o toccare il dente che è traballante con la lingua. L’idea è che si stacchi in modo completamente naturale, poiché così il processo sarà molto più rapido.

“I primi denti a cadere tendono ad essere i primi denti da latte che sono usciti al bambino.”

Nel caso in cui il dente sia talmente traballante da infastidire il bambino nel parlare o nel mangiare, la cosa più raccomandabile è di portarlo da uno specialista. Lui sarà la persona incaricata di rimuovere il dente e, in questo modo, evitare che si possa ostacolare lo sviluppo e la crescita del dente definitivo.

È importante che i genitori siano coinvolti in tutto il processo di caduta dei denti dei propri figli. Informarsi è il primo passo per riconoscere se c’è qualche problema o ritardo nello sviluppo della dentatura definitiva. In questo caso si consiglia, ancora una volta, di rivolgersi a uno specialista.