I genitori elicottero e le ripercussioni sui figli

· 1 Ottobre 2018
I genitori elicottero sono quei genitori iperprotettivi che volano sempre sopra i loro figli per risolvere qualunque loro problema. Ma non è un comportamento senza conseguenze.

Non si tratta né di un termine che va di moda né inventato dai giornali, sebbene sia molto comune negli ultimi tempi. In questo articolo, vi parleremo dei genitori elicottero e delle ripercussioni sui figli.

Il tema dei genitori elicottero e delle ripercussioni sui figli è molto importante per capire come proteggere i propri bambini senza però compromettere la loro capacità di affrontare le difficoltà.

Cosa si intende per genitori elicottero?

Ai tempi dei vostri nonni i figli non erano presi in considerazione né per prendere delle decisioni né per esprimere le proprie opinioni. Venivano istruiti ed accuditi, però i genitori non gli stavano continuamente dietro per controllare che non gli succedesse nulla.

Il termine “genitori elicottero” nasce alla fine degli anni ’60, quando uno scrittore ha affermato che sua madre volava sopra di lui come se fosse un elicottero. Poi, nel nuovo millennio è stata ripresa questa espressione per riferirsi ad un fenomeno sempre più diffuso tra le famiglie di ceto medio nei paesi sviluppati.

Di base, i genitori elicottero sono quelli che si preoccupano troppo per i propri figli, al punto che la loro relazione diventa tossica. Si tratta di un modello di comportamento nel quale il padre e la madre sono iperprotettivi e, con la voglia eccessiva di aiutare i più piccoli, risolvono i loro problemi e prendono le decisioni al posto loro.

I genitori elicottero stanno sempre vicini ai loro figli per poterli “salvare” da ogni pericolo. Ovviamente, la nozione di “situazione pericolosa” è abbastanza soggettiva: tutto può essere nocivo.

Come identificare questi genitori?

Alcuni comportamenti caratteristici di questo tipo di genitori sono:

  • Parlano al plurale: dicono, per esempio, “quanti compiti ci ha dato la maestra!”
  • Iperstimolano i figli: li riempiono di attività extrascolastiche.
  • Tengono i figli sotto una campana di vetro per evitare che soffrano o che si facciano male.
  • Compiacciono i propri bambini in tutto, sebbene ciò richieda un grande sacrificio da parte loro, sia per quanto riguarda il denaro che il tempo.

Perché alcuni genitori agiscono in questo modo? Ci possono essere vari motivi, come per esempio percepire il bambino come il loro possedimento più di valore, o la pressione sociale che hanno per essere considerati dei buoni genitori, o anche la competitività sociale, nella quale le persone devono essere molto bene preparate per ottenere le migliori posizioni.

Inoltre, non si possono non considerare le incertezze, le paure e le insicurezze che sentono questo tipo di genitori. Tutti questi sentimenti vengono trasmessi ai figli attraverso delle cure troppe eccessive.

mamma che fa i compiti con la figlia

I genitori elicottero e le ripercussioni sui figli

In loro difesa, i genitori elicottero possono dire che tutto quello che fanno lo fanno perché amano i propri figli e non vogliono che gli succeda niente. Tuttavia, non si rendono conto che questo atteggiamento rende i bambini incapaci e dipendenti, e loro stessi degli individui esausti e colpevoli.

I figli vengono iperprotetti e controllati più del normale. Il problema principale risiede nello sviluppo emotivo dei bambini. Perché? Perché non gli permettono di fare niente con i loro mezzi, non hanno la libertà di esprimersi o di muoversi.

Conseguenze di questo problema nei bambini

Le principali alterazioni che ciò produce nel comportamento dei bambini sono le seguenti:

1. Tendono ad ammalarsi di più

Non solo durante l’infanzia, ma anche durante l’età adulta, i figli con genitori elicottero si ammalano più assiduamente. Ciò si deve al fatto che tenerli sotto una campana di vetro riduce la produzione degli anticorpi.

Se un bambino non entra in contatto con il fango, con la pioggia o con il freddo, il suo sistema immunitario sarà debole e non in grado di combattere anche un semplice raffreddore.

2. Pensano di stare al centro dell’universo

Avere dei genitori sempre a disposizione fa sì che i figli pensino di avere il diritto di ottenere qualsiasi cosa.

Il problema di questa convinzione è che, a mano a mano che crescono, le frustrazioni saranno sempre maggiori, soprattutto quando le cose non vanno come vogliono loro. Inoltre, questi bambini sono più propensi a soffrire di depressione, di ansia e di scatti d’ira.

mamma con figlio

3. Non riescono a fare niente da soli

Chiedono il permesso ai genitori per fare tutto, anche per delle attività quotidiane nelle quali potrebbero tranquillamente cavarsela da soli. Inoltre, non hanno molta creatività e non avranno fiducia in loro stessi.

Evitate di essere dei genitori elicottero praticando la “sana disattenzione”. Non gli succederà niente di grave se cadono al parco o se impiegano un po’ di tempo in più a risolvere un indovinello. Permettetegli di sbagliare e di imparare dai propri errori, però stategli abbastanza vicini per poterli aiutare.