Insegnate a vostro figlio il limite tra il coraggio e l’imprudenza

· 2 Settembre 2018

Il limite tra il coraggio e l’imprudenza è una linea debole e sottile che si deforma con facilità, soprattutto durante l’adolescenza.

Il fatto è che in questa fase della vita si è furbi, intrepidi… Gli adolescenti vivono la propria vita come se finisse domani e, per questa ragione, cercano di approfittarne al massimo. A volte, però, questo massimo comporta un grande rischio.

Quando si hanno 13, 14, 15 anni, il limite tra il coraggio e l’imprudenza ha un aspetto piuttosto indistinto.

Per questo motivo, in questo articolo di Siamo Mamme vogliamo fare un po’ di luce.

Evitando di essere iperprotettivi, insegnate a vostro figlio l’importanza di cercare un equilibrio nelle loro azioni, per essere coraggiosi quanto lo impone la loro giovane età, senza, però, commettere atti imprudenti che mettano a repentaglio il loro avvenire.

Spiegate al bambino che cos’è il coraggio

Il coraggio ci insegna a dominare le nostre paure e a superare il pericolo.

Senza di esso potremmo fallire nei momenti difficili e perdere la concezione della giustizia e del dovere.

Ci comporteremmo come vigliacchi e ci trasformeremmo in quegli stessi esseri umani che, normalmente, disapproviamo. Sappiamo tutti che con il coraggio si portano a termine grandi imprese.

Però dovete sapere e, soprattutto, mostrare a vostro figlio, che a essere coraggiosi sono quelli che non si demoralizzano di fronte alle difficoltà, né si lasciano sconfiggere vedendo che i loro sogni non si realizzano.

I valorosi sono quelli che si rialzano dalle cadute che sembravano letali. Chi è coraggioso è l’uomo forte di spirito che arriva più lontano, anche più di quanto sia capace di immaginare.

Perché durante l’adolescenza si commettono atti imprudenti?

Spesso, il limite tra il coraggio e l'imprudenza diventa sfumato, tra gli adolescenti

Spesso, gli adolescenti sono spaventati dall’idea di potersi rendere ridicoli di fronte ai loro compagni e, per mostrare quanto sono superdotati, si lanciano a testa bassa senza che a loro importi di nient’altro.

Un amico li sfida ad affrontare un pericolo. E, per non mostrarsi dei vigliacchi, accettano la prova, anche se il buon senso dice loro di non farlo.

Gli adolescenti hanno bisogno di essere accettati da coloro che li circondano, di fare parte del “gruppo”, di esservi inseriti, e, a questo scopo, molti di loro sono capaci anche di mettere in pericolo se stessi.

Insegnate a vostro figlio il limite tra il coraggio e l’imprudenza

Mamme, insegnate a vostro figlio a essere sempre sicuro di se stesso e ad avere fiducia nel proprio buon senso.

Fategli vedere che ciò non comporta timidezza o vigliaccheria, ma vera intelligenza, in tutti i sensi della parola.

Fategli capire che, anche se i suoi amici sono capaci di compiere imprese meravigliose, la maggior parte delle volte il premio se lo porta via il ragazzo più intelligente.

Che sappia che non sono poche le occasioni nelle quali l’imprudenza si traveste da coraggio e mette alla prova il nostro giudizio.

Fategli sapere che niente al mondo ha più valore del suo benessere e della sua integrità fisica. Che la precauzione non è vigliaccheria, e che il coraggio non equivale alla follia.

Insegnate a vostro figlio a fare parte del gruppo senza esporsi al pericolo.

Non serve a niente che, con le mani alla testa e gli occhi che quasi escono dalle orbite, gridiate verso di lui quando lo vedete attaccarsi alle auto mentre corre in bicicletta o lanciarsi dalla roccia più alta che dà su un fiume.

Educatelo fin da questo stesso istante a non lasciarsi persuadere dagli altri, ma a essere lui a convincere i suoi compagni a essere cauti nelle loro azioni.

Dite a vostro figlio che commettere atti pericolosi per il semplice gusto di farlo, che agire senza essere certi di ciò che si fa, che fare senza avere le conoscenze necessarie non è coraggio.

A volte, gli adolescenti non danno molto valore alla propria integrità fisica

Ditegli che giocare con armi bianche, fumare, bere alcolici o consumare qualunque altra droga non sono atti di coraggio, ma dimostrazioni di grande stupidità.

Però non dovete imporvi. Convincetelo che l’adrenalina che sente quando si appende dai rami più alti degli alberi o quando corre sullo skateboard dove non dovrebbe può lasciarlo menomato per tutta la vita.

Riflettete insieme e mettete sulla bilancia i pro e i contro di questa questione.

Sappiamo che, a causa del fatto che è un adolescente, gli sarà difficile negoziare e arrivare a un accordo soddisfacente per entrambi. Però siamo certi che, con il vostro affetto e comprensione, e grazie all’amore e al rispetto che lui ha per voi, riuscirete in questa impresa. Non potrete impedire ai vostri figli di sbagliare, ma potete rendergli più chiaro possibile il limite tra il coraggio e l’imprudenza. Solo con questo, gli avrete dato un grande strumento per orientarsi nella vita.