Dopo un aborto, un’interessante nascita con camicia

9 Aprile 2019
Questa storia parla di una donna che ha avuto un figlio nato con la camicia dopo un aborto, è così incredibile che non ci crederete!

Per ogni donna, la nascita di un figlio è il miracolo più bello che si possa ricevere nella vita. Sfortunatamente, alcune possono vivere un aborto spontaneo. Questa situazione è una perdita per cause non provocate intenzionalmente. Il momento dopo un aborto può essere uno dei più difficili nella vita di una donna. 

È molto probabile che dopo un aborto sia difficile concepire di nuovo un figlio. Tuttavia, la maggior parte ci riesce. Avere un figlio dopo una perdita può essere il modo per superare il dolore.

In alcuni casi, la vita ci ricompensa immediatamente, come è successo a Meredith. Le fu detto che aveva avuto un aborto alla sua sesta settimana di gravidanza. Sei mesi dopo fu protagonista di una nascita con camicia impressionante. Questa è la sua storia.

La nascita con camicia più impressionante mai vista dopo un aborto

Nessuno ha trovato una spiegazione per quello che le è successo. Prima di tutto, a Meredith nella sesta settimana di gravidanza, i medici le dissero che aveva perso il suo bambino. Per lei fu molto duro venire a conoscenza del suo inspiegabile aborto. Pensava soltanto che per il suo bambino era finita così.

Senza sapere nulla, trascorsero 7 mesi, fino a quando improvvisamente sentì dei crampi allo stomaco. In quel momento si trattava solo di un forte dolore addominale. Tuttavia, la aspettava una sorpresa: in realtà si trattava di contrazioni. Suo marito Brandon era con lei durante i dolori, cercando di aiutarla come poteva.

Gravidanza dopo un aborto

Presto si resero conto che la causa del dolore era un bambino che si trovava ancora nel sacco. La placenta si era già staccata, ma il bambino era rimasto nel suo sacco. All’inizio, quando Brendon ne venne a conoscenza rimase scioccato, senza sapere cosa fare. La sorpresa non era solo che il bambino fosse ancora nel sacco amniotico, ma che in teoria era morto da mesi.

Meredith e suo marito rimasero molto sorpresi da questo evento, anzi si spaventarono fino al punto che Brandon decise di chiamare aiuto. La spiegazione a tutto questo fu che non ruppe le acque per il semplice motivo che il sacco non si era mai rotto. Dopo la notizia della presunta perdita del bambino è evidente che la sorpresa li scioccò.

Inoltre, nel parto la rottura del sacco è il sintomo principale che indica l’inizio del travaglio. Più tardi ci saranno altre contraddizioni e diventerà un dato di fatto, ma questo caso fu davvero impressionante.

Cosa significa nascere con la camicia?

Nascere con la camicia

Prima di tutto, nascere con il sacco amniotico intatto, senza che si rompa, è insolito ed è raro che succeda. Questo evento si chiama nascere con la camicia. È così che vengono definiti i neonati che vengono al mondo in questo modo. 

Tuttavia, ciò che conta davvero è che questo momento è unico e straordinario sia per i genitori che per il neonato. Nel caso di Meredith si trattava di un doppio miracolo, suo figlio era vivo e ben protetto nel suo sacco.

Questa storia è molto commovente e molto eccitante. Pensare di aver perso un bambino e dopo alcuni mesi, provare dolore senza saperlo e poi una nascita con camicia. 

Quando il bambino nasce dentro il sacco, continua a ricevere nutrienti e ossigeno a attraverso il cordone ombelicale. Tuttavia, in questo caso il cordone era già staccato e non adempiva alla funzione di fornire ossigeno. Pertanto, in questi casi è importante aprire il sacco il più rapidamente possibile per permettere al neonato di respirare. Nel caso del neonato di Meredith, venne aperto nel momento in cui nacque per farlo respirare normalmente.