In gravidanza non bisogna mangiare per due

27 Febbraio 2019
Spesso si pensa che in gravidanza sia necessario mangiare per due per sostenere la crescita del proprio bambino. Ma non c'è niente di più sbagliato!

Anche se a volte in gravidanza vi sembrerà di avere una fame doppia, non è consigliato mangiare per due. Questa credenza è sbagliata, tutti i dottori raccomandano in modo unanime che è più importante cercare la qualità negli alimenti piuttosto che la quantità.

La natura è saggia e non lascia niente al caso. Durante la gravidanza l’organismo è molto più efficiente nell’estrarre i nutrienti da quello che viene mangiato. Mangiare per due non aumenta le possibilità di mettere al mondo un bimbo sano, ma determina solo un aumento eccessivo di peso per la futura mamma. Questo aumento di peso alza il rischio di complicazioni durante l’intera gravidanza.

La salute e la crescita del bambino sono direttamente connessi con l’alimentazione che si è tenuta prima di restare in attesa e durante tutta la gravidanza. È molto importante seguire una dieta adeguata quindi, prima di cadere in tentazione, ricordate che state mangiando per un bimbo e non per un altro adulto. Fate attenzione alla qualità degli alimenti che mangiate, non alla quantità.

mangiare per due in gravidanza

È importante mangiare sano

Mangiare bene è una delle migliori misure che potete prendere per aiutare il bimbo a crescere e svilupparsi adeguatamente. Avere un’alimentazione sana ed equilibrata può aiutare a prevenire:

  • un aumento eccessivo di peso
  • la comparsa di diabete gestazionale
  • diminuisce le probabilità di fare un parto cesareo
  • evita anemia e possibili infezioni.

Allo stesso tempo esclude il rischio di un’insufficiente cicatrizzazione o la nascita prematura del bambino, insieme ad altre possibili complicazioni.

Se avevate un giusto peso forma prima di restare in attesa, la cosa migliore è di non assumere calorie in più nel primo trimestre. Aggiungete circa 300 calorie al giorno nel secondo trimestre e circa 450 nel terzo. Se il vostro peso ideale è un po’ più alto o basso dovrete adeguare alla vostra situazione queste raccomandazioni (300 calorie) a seconda dell’obiettivo di peso da raggiungere, come consiglia il vostro medico di fiducia.

Dovete considerare che queste 300 e 450 calorie addizionali si prendono più facilmente di quello che si può pensare. Per esempio, con due bicchieri di latte scremato e due fette biscottate o un sandwich di tonno già avrete le calorie addizionali necessarie durante l’ultimo trimestre.

Durante la gravidanza mangiate il necessario

Non si sa con precisione come l’organismo di una donna in dolce attesa distribuisce i nutrienti tra lei ed il bambino. Questi nutrienti inoltre non provengono solo dall’alimentazione ma anche dalle riserve contenute nelle ossa e in altri tessuti materni. Quello che è certo è che tanto l’alimentazione prima della gravidanza come quella durante i nove mesi è fortemente relazionata con lo sviluppo del piccolo.

mangiare bene in gravidanza

Quindi, per far si che il bambino riceva tutti i nutrienti di cui ha bisogno per crescere sano, è indispensabile avere un’adeguata alimentazione. Questa deve includere alimenti appartenenti ad ogni gruppo e nelle giuste proporzioni per non soffrire la fame e per non avere superare eccessivamente le calorie richieste dal corpo.

È molto importante anche la preparazione ed il consumo degli alimenti con un occhio di riguardo all’igiene: questo riduce il rischio di incorrere in diverse malattie.

Passati studi scientifici credevano che il bambino era l’ospite perfetto, capace di di prendere dal corpo della madre tutto ciò di cui aveva bisogno senza tener conto dell’alimentazione tenuta dalla donna. Questa credenza sosteneva, per esempio, che se nella dieta della madre mancava il calcio questo non pregiudicava al bimbo ma solo alla madre.  Sostenevano che il piccolo lo avrebbe estratto dalle riserve immagazzinate nelle ossa e nei denti, debilitando così l’organismo materno.

Oggi gli esperti pensano che chi soffre, quando c’è scarsità di nutrienti nell’alimentazione della madre, è il bimbo che si sta sviluppando. Si crede anche che le carenze alimentari durante la gravidanza danneggiano la salute del bimbo per tutta la sua vita. Lo stesso accade con un eccesso di nutrienti. Per questo gli esperti insistono affinché l’alimentazione sia il possibile più bilanciata, per garantire un perfetto equilibrio nello sviluppo del bambino.

Nutrienti di cui ha bisogno il bambino

La principale raccomandazione per tutte le donne in attesa è di evitare completamente il cibo spazzatura. Sono da preferire alimenti ricchi di proteine, con pochi grassi e poco zucchero (lo zucchero apporta solo calorie vuote) o carboidrati. I nutrienti di cui il bambino ha bisogno sono:

  • Calcio, che aiuta la crescita del bambino.
  • Ferro,  che aiuta la circolazione sanguigna del piccolo e previene l’anemia nella madre.
  • Acido folico, che aiuta a ridurre il rischio di spina bifida (l’incompleta chiusura del midollo spinale), anencefalia (anomalia cerebrale) e altri difetti di nascita.