Si può rimanere incinta con la pillola anticoncezionale?

· 10 Marzo 2019
Rimanere incinta nonostante si assuma la pillola può avvenire con una certa frequenza

Anche se molte donne provano ad avere figli senza riuscirci, nella maggior parte dei casi la gravidanza avviene normalmente, anche quando non ce lo aspettiamo. Rimanere incinta nonostante si assuma la pillola, ad esempio, avviene con una certa frequenza. Come sappiamo, la pillola anticoncezionale deve essere assunta in modo corretto per garantire migliori risultati.

Una gravidanza indesiderata in questi casi è in genere il risultato di un errore umano. In altre parole, se non si assume in modo corretto, perde d’efficacia. È anche possibile che in concomitanza con altri farmaci non escluda del tutto il rischio di gravidanza. A seguire vi diciamo come è possibile rimanere incinta nonostante la pillola.

Perché è possibile rimanere incinta con la pillola?

Dimenticare di prendere la pillola

Una delle principali cause di gravidanza in questi casi è dimenticare di prendere la pillola. Come sappiamo, la funzione di questo farmaco è inibire l’ovulazione tramite ormoni sintetici come la progestina e l’estrogeno. Dimenticando di assumere la dose corrispondente, i livelli di questi ormoni possono abbassarsi, interrompendone così la funzione.

Coppia che fa test di gravidanza

Quando permettiamo che si verifichi uno squilibrio degli ormoni che stiamo prendendo, ci esponiamo a una possibile gravidanza. Per evitare ciò, si consiglia di usare un ulteriore metodo contraccettivo oltre la pillola. Tuttavia, solo il 3% delle coppie decide di ricorrere al preservativo in questi casi.

Alterare l’orario di assunzione

Alcuni anticoncezionali orali richiedono un’assunzione giornaliera sempre alla stessa ora. Presentano, infatti, lassi di azione compresi tra le 6 e le 12 ore. Quelli a base di progesterone ed estrogeno non possono essere assunti oltre il tempo massimo indicato.

Se la pillola che contiene solo progesterone non viene presa alla stessa ora tutti i giorni, si corre il rischio che il suo effetto si perda. Potremmo essere a rischio di gravidanza senza accorgercene.

Interazione tra farmaci

Trattandosi di un’assunzione giornaliera e continua, è possibile che in molti casi la pillola interferisca con altri farmaci. Non esiste una controindicazione generale per tutti i farmaci, ma alcuni sono più rischiosi. Ad esempio, gli antibiotici in generale riducono l’efficacia degli anticoncezionali orali.

Altri, come griseofulvina, rifadin, anticonvulsivanti e inibitori del virus HIV, accelerano l’assorbimento degli ormoni rendendo il loro effetto meno duraturo.

Consumare Erba di San Giovanni (iperico)

L’Erba di San Giovanni può ridurre o annullare l’effetto della pillola perché accelera il metabolismo. Tuttavia, questo è possibile solo quando si eccede con la quantità consumata o con la frequenza di assunzione. Ad esempio, dosi superiori ai 300 mg tre volte al giorno possono provocare emorragia.

Se assumete Erba di San Giovanni con regolarità in concomitanza alla pillola, utilizzate un metodo contraccettivo aggiuntivo. Questi consigli sono stati avanzati da un gruppo di ricercatori che hanno individuato un possibile rischio di gravidanza in queste condizioni.

Altri fattori non confermati

Rimanere incinta con la pillola

Non esistono risultati cerci sulla minore efficacia della pillola anticoncezionale in caso di obesità. Tuttavia, si ritiene che possa essere in qualche modo relazionata quando sussistono problemi ormonali.

D’altro canto, il consumo di alcol, anche se non annulla l’efficacia della pillola, può essere un nemico. Potremmo dimenticare di prenderla se abbiamo bevuto molto alcol e non avere ben chiaro cosa stiamo facendo.

Un altro caso in cui è possibile rimanere incinta nonostante la pillola riguarda la scadenza del farmaco, ma è molto raro. Secondo quanto dichiarato dagli specialisti, i componenti di questo prodotto sono abbastanza stabili da garantire il loro effetto anche da scaduti.

Studi sul consumo di succo di pompelmo rivelano che questa bevanda interferisce con l’efficacia di più di ottanta farmaci. Tuttavia, non è stato possibile dimostrare che annulla l’effetto della pillola.

Anche se siamo quasi sicuri che molti di questi fattori non compromettono l’effetto dell’anticoncezionale assunto, prevenire è meglio che curare. Se vi trovate in una di queste situazioni, vi consigliamo di ricorrere a un metodo contraccettivo complementare.

  • Attenti al pompelmo, se si assumono certi farmaci https://www.fondazioneveronesi.it/magazine/articoli/alimentazione/attenti-al-pompelmo-se-si-assumono-certi-farmaci
  • I cibi che interferiscono con la pillola anticoncezionale (e perché a volte fallisce) https://www.corriere.it/salute/cards/i-cibi-che-interferiscono-la-pillola-anticoncezionale-perche-volte-fallisce/gli-integratori-base-erbe.shtml

  • Pillola anticoncezionale: quali farmaci ne diminuiscono l'efficacia? http://www.informazionisuifarmaci.it/allegati/pillola%20anticoncezionale.pdf