Le malattie che si contraggono all’asilo nido

· 6 settembre 2018
In questo articolo vi diremo quali sono le principali malattie che si contraggono all'asilo nido.

È risaputo che le malattie che si contraggono all’asilo nido sono numerose. Per questo, ciò che ci preoccupa di più in questa fase è la vulnerabilità di nostro figlio, che si trova esposto a qualunque tipo di virus. È normale che, i primi tempi, prenda il raffreddore, la bronchite, l’otite o la laringite. Non dobbiamo preoccuparci, poiché per il bambino è un processo naturale che gli permette di sviluppare il sistema immunitario.

Questo si attiva proprio per far fronte agli attacchi degli agenti patogeni, come batteri e virus. Così le difese si rafforzano e, nel caso in cui si verifichi un contatto con gli stessi microbi, si risveglia la memoria immunologica. Quindi, all’asilo nido, il bambino si ammala molto spesso. Tuttavia, questo fa sì che il suo organismo impari a difendersi da virus e batteri.

Se il piccolo ha prima un raffreddore, poi la laringite, significa che il sistema immunitario funziona correttamente. Esistono diversi tipi di malattie che si contraggono all’asilo nido. In qualità di genitori, dobbiamo prestare molta attenzione e informarci su ognuna di queste.

Rispetto ai bambini che restano a casa, quelli che frequentano l’asilo nido soffrono più precocemente di gastroenterite. Tuttavia, questo tipo di infezioni si presenta meno spesso nel periodo dell’educazione infantile.

6 malattie che si contraggono all’asilo nido

Roseola o “sesta malattia”

La roseola, o esantema subitum, è stata scoperta dopo le altre cinque malattie esantematiche (morbillo, scarlattina, rosolia, varicella e megaloeritema), per questo viene anche chiamata “sesta malattia”. Inizia con una febbre molto alta, circa 40,5° C, ed è seguita da un’eruzione cutanea che appare prima sul tronco e poi si espande alle estremità.

I piccoli puntini rossi che appaiono non prudono e permangono dai 3 ai 7 giorni. In questo lasso di tempo la febbre va diminuendo. Tutto ciò è accompagnato da mucosità nasale, mal di gola e arrossamento degli occhi. In generale, la malattia sparisce senza complicazioni.

Infezioni auricolari

Tra le malattie che si contraggono all’asilo nido va menzionata l’otite. L’otite consiste nell’infiammazione dell’orecchio medio che, a sua volta, viene causata da un’infezione respiratoria dovuta all’accumulo di muco. Naturalmente, i bambini sono più soggetti a queste infezioni, poiché le loro tube di Eustachio sono ancora piccole, orizzontali e più larghe.

Infiammazione delle orecchie

Se un bambino soffre di questa malattia, produce rumori con la gola, ha la tosse, prova dolore alle orecchie e ha muco nelle cavità nasali. In alcuni casi, appare anche la febbre.

Gastroenterite

Questa malattia si riscontra soprattutto nei bambini più piccoli ed è la più comune tra quelle causate dal rotavirus. I principali sintomi sono diarrea, vomito, dolori addominali, febbre e, in alcuni casi, presenza di sangue e muco.

Può essere contratta facilmente quando si cambia il pannolino o quando si puliscono i bambini. Per questo, è molto importante che l’igiene sia perfetta. Una buona idratazione e una dieta astringente possono migliorare molto lo stato di salute del piccolo.
Gli antibiotici devono essere impiegati solo se la situazione non migliora in modo naturale.

Herpangina e malattia “mani-piedi-bocca”

l’Herpagina è un’infezione molto comune nei bambini. Si presenta con puntini rossi sulla parte posteriore della bocca. In seguito, si trasformano in piccole ulcere. La malattia “mani-piedi-bocca” è molto simile, ma si manifesta anche su mani e piedi.

Tra i sintomi principali troviamo la febbre. Questa è seguita da mal di gola e da uno stato di malessere generale. Come accennato prima, si presentano anche delle ulcere che spariscono da sole dopo 10 giorni. Questa infezione si può diffondere per contatto o per via aerea. Mantenere una buona igiene e idratazione diminuisce il rischio di contagio.

Congiuntivite

È una delle malattie che si diffondono più rapidamente in un asilo. Si presenta quando si infiamma la congiuntiva. Questa è la membrana che avvolge l’occhio nella parte posteriore e arriva fino alla parte anteriore del bulbo oculare.

È molto comune in età precoce e può essere provocata da irritazioni, allergie o infezioni. L’occhio inizia a diventare rosso e lacrima di più. Tuttavia, le lacrime si infettano e le secrezioni aumentano. Allo stesso tempo, si provano dolore e prurito, accompagnati dalla sensazione che ci sia qualcosa nell’occhio, come dei granelli di sabbia.

Catarro e faringite acuta

Tra i sintomi più comuni di queste malattie troviamo febbre, muco e congestione nasale. Non sono gravi, ma producono una sensazione di difficoltà respiratoria che può dare molto fastidio al bimbo. Può manifestarsi anche il vomito e, di conseguenza, la perdita di appetito.

Bambino con naso chiuso

La faringite, invece, è accompagnata da mal di gola e tosse con muco o catarro. Di solito, questi disturbi scompaiono dopo pochi giorni, ma è possibile utilizzare degli antipiretici. Questi abbassano la febbre e riducono il malessere. Non sono consigliati i mucolitici e gli espettoranti, a meno che non li prescriva il medico.

I virus immunizzano fino ai 6 anni

Le tipiche malattie che si contraggono all’asilo nido sono più frequenti tra i bambini che vanno, appunto, all’asilo rispetto a quelli che stanno a casa. Ciò è dovuto al fatto che vengono a contatto con molti bambini. Un recente studio ha evidenziato che questi, grazie all’esposizione precoce ai virus, sono protetti dai 3 ai 6 anni di età.

Marieke de Hoog, l’autrice di questo studio, spiega che “l’asilo nido anticipa il momento in cui si soffre di gastroenterite (prima dei 2 anni), ma non ne aumenta l’incidenza. I bambini sono immunizzati fin dall’età prescolare”. Inoltre, assicura che “è possibile che l’immunità perduri anche oltre i 6 anni di età. Tuttavia, sono necessarie ulteriori ricerche per confermare questa teoria”.

Lo studio, effettuato su più di 2.200 bambini di età inferiore ai 6 anni, è stato pubblicato dalla rivista Pediatrics. Viene evidenziato che l’83% dei piccoli aveva frequentato l’asilo nido prima di compiere un anno. Tra questi, gli scienziati hanno riscontrato un tasso di incidenza della gastroenterite acuta o dell’influenza intestinale del 13% maggiore rispetto ad altre situazioni.

Molte di queste malattie che si contraggono all’asilo nido sono difficili da evitare, sopratutto quando ci sono molti bambini. Tuttavia, si può provare a prevenirle con una buona igiene e con dei controlli. Ricordate di informarvi nel caso in cui vostro figlio presenti uno qualsiasi dei sintomi descritti.