Mamma sana, bambino sano

· 3 ottobre 2016

Molto spesso suggeriamo alle future mamme di curarsi il doppio, sia per se stesse che per il bimbo che sta per arrivare: il motivo principale è che sappiamo che, per fare sì che questa creatura che porta dentro di sé nasca sana, è necessario che lo sia anche la mamma.

È possibile che emergano opinioni discordanti su questo argomento, perché di fatto esistono casi in cui i neonati sono riusciti a sopravvivere con forza a gravidanze sconsiderate o complicate.

Tuttavia, in questa occasione desideriamo premettere che è meglio prevenire che curare. Di conseguenza, dobbiamo riconoscere che ci sono molte più possibilità che un bambino nato da una madre sana lo sia a sua volta.

Analogamente, esistono molte possibilità che una gravidanza perfettamente programmata e curata non risulti come ci saremmo augurate; tuttavia, la ragione per averla mantenuta con tanto impegno è aver cercato di  garantire che si svolgesse nel modo migliore.

Che cosa significa davvero essere una mamma sana?

donna-incinta

Mentre vive la gravidanza, una donna affronta diversi cambiamenti, molti dei quali sono naturali, data la sua condizione; ma può anche sviluppare patologie provocate dal processo di gestazione. Ciò rende una madre una bomba ad orologeria, sebbene non sia lei la causa di questa situazione.

Ora, valuteremo i casi nei quali la madre si impegna a rimanere in salute durante la gravidanza. In tal senso, possiamo dire che le condizioni ottimali di questa fase passano per circostanze comuni e facilmente superabili; vale a dire che, anche se si verificano alcuni inconvenienti di salute, non sono gravi per nessuno dei due.

Una mamma sana è colei che cura il proprio regime alimentare, si mantiene in forma ed è priva di stress; ma in particolare è in salute quella mamma che è consapevole di doversi impegnare di più per preservare la salute del suo bambino.

È abbastanza normale che una donna incinta abbia problemi di ipertensione o di ritenzione idrica; ciò non vuol dire che non sia in salute, ma la cosa migliore è tenere controllato il problema.

ragazza-disegna-pancia-di-donna-incinta

Essere in salute significa:

  • Mantenere un equilibrio durante i pasti, non cadere in eccessi di quantità o tipi di alimenti. Vale a dire, rispettare i livelli di apporto calorico, zuccheri e grassi, considerando le porzioni necessarie ad ogni persona.
  • Esercitarsi in maniera adeguata al proprio stato; non c’è alcuna controindicazione perché una donna incinta effettui quotidianamente dei movimenti muscolari e scheletrici, ma essi devono essere adeguati alla sua condizione attuale, meno traumatici e più tranquilli.
  • Cercare un equilibrio mentale, qualcosa che vi faccia sentire bene con voi stesse e che si estenda alle persone che vi circondano. La salute mentale è necessaria per affrontare i cambiamenti che si stanno verificando e che arriveranno. Inoltre, secondo gli esperti, il bambino riesce a percepire il nostro stato d’animo.
  • Essere preparate in ogni senso ad attendere il bebè permette di farci sentire meglio; bisogna evitare preoccupazioni legate alle spese o alla mancanza di organizzazione, perché la cosa fondamentale è confidare nella nostra sensazione di benessere.
  • Fare visite mediche regolari non è di per sé sinonimo di benessere; affinché lo sia, bisogna seguire i consigli degli specialisti. Non è sufficiente recarsi alla visita, è anche necessario applicare le linee guida che in tali occasioni ci vengono suggerite; se abbiamo bisogno di un qualche integratore, cerchiamo di includerlo nella nostra dieta.
  • Non sempre è sufficiente che ci dicano che tutto andrà bene; la cosa più importante, per una madre, è essere certa che il suo bambino sta bene quanto lei. Ecco perché raccomandiamo di effettuare tutte le analisi suggerite dal medico durante le diverse tappe della dolce attesa.

Per qualche ragione, alle future madri viene detto che devono prendersi cura di se stesse per il bambino, perché quel piccolo essere che cresce dentro di loro dipende in larga misura da come sono mentre lui si sviluppa nel loro ventre. Mamma sana, bambino sano, perché il piccolo segue i nostri passi.

Anche se in qualche momento arriveremo a pensare che le nostre azioni durante la gravidanza non danneggeranno il bambino, e anche se così in effetti fosse, il nostro compito è quello di proteggere a tutti i costi questa nuova vita. Tenere presente che la sua salute dipende dalla buona salute della madre è un motivo sufficiente per compiere uno sforzo maggiore.