Mio figlio non prende peso: cosa posso fare?

· 22 settembre 2017

I bambini aumentano di peso man mano che diventano grandi, per svilupparsi adeguatamente. Se vostro figlio non prende peso, sarà difficile che abbia sufficiente energia per crescere. Con un po’ di pianificazione, possiamo evitare gli effetti negativi che il non prendere peso ha sulla sua salute.

Se vostro figlio non prende peso in maniera adeguata, potrebbe avere bassi livelli di vitamine e minerali nel corpo. Ciò potrebbe causare problemi di sviluppo fisico e di apprendimento. Per questo è molto importante affrontare il problema in modo adeguato.

Mio figlio sta prendendo  abbastanza peso?

Per sapere se il bambino rientra nei parametri normali e verificare se guadagna peso in maniera proporzionata, è necessario tenerlo sotto controllo. Il pediatra è la persona giusta.

Le tabelle di crescita presentano dei valori medi, con massimi e minimi. La costituzione del bambino e la sua eredità genetica svolgono un ruolo chiave, perciò non bisogna disperarsi se vostro figlio non prende peso ed è al di sotto della media.

Se vostro figlio non prende peso forse non mangio abbastanza

Perché mio figlio non prende sufficiente peso?

Vostro figlio potrebbe non prendere abbastanza peso per varie ragioni. Tra queste troviamo le seguenti:

  • Sta vivendo una fase di crescita e i suoi fabbisogni di energia sono alti.
  • Non ha appetito o rifiuta il cibo.
  • Mangia solo alcuni tipi di alimenti.
  • Mangia troppo lentamente.
  • Si distrae facilmente o perde interesse per mangiare rapidamente.
  • Ha qualche malattia.

Come far sì che mio figlio prenda peso?

Effettuando piccoli cambiamenti nei pasti nel corso della giornata, si può aumentare la quantità di calorie e sostanze nutritive che riceve. Eccone alcuni:

  • Offrire una dieta equilibrata basata su alimenti diversificati, ricchi di nutrienti, presentati in modo piacevole e appetibile.
  • Servire piccole quantità di cibo con maggiore frequenza.
  • Non offrire liquidi al bambino sino alla fine del pasto.
  • Aggiungere grassi salutari agli alimenti in quantità adeguate, evitando i grassi saturi e, soprattutto, gli idrogenati.
  • Mangiare in famiglia e in un ambiente tranquillo, nel quale tutti mangino le stesse cose, ma in proporzioni adeguate.
  • Mantenere il bambino attivo fisicamente ed intellettualmente per stimolare l’appetito.
  • Somministrare un integratore alimentare che stimoli l’appetito del bambino.

Gli integratori alimentari forniscono calorie e nutrienti per favorire l’aumento di peso e promuovere la crescita. Dovrebbero essere consigliati dal pediatra, a seconda dell’età e della situazione del bambino. In ogni caso, somministrare un integratore alimentare dovrebbe essere l’ultima risorsa.

Pranzare in famiglia può aiutare se vostro figlio non mangia.

Dieta equilibrata per bambini

Una dieta equilibrata per bambini deve basarsi sui seguenti principi:

  • Basare i pasti su carboidrati complessi (con amido), come pane, pasta, riso o patate. Scegliete varietà integrali, se possibile.
  • Assumere almeno cinque porzioni al giorno di frutta e verdura.
  • Scegliere un po’ di proteine magre, che si possono ottenere da carne, pesce, uova, fagioli, ortaggi e altri prodotti non derivati del latte.
  • Includere latte e latticini, come formaggio e yogurt, che sono una fonte di proteine e di calcio.
  • Assumere pochi alimenti ad alto contenuto di grassi e/o zuccheri, oppure mangiarli con meno frequenza.
  • Ridurre il consumo di grassi saturi, che si trovano in carne trattata, torte, dolci e biscotti.
  • Ridurre il consumo di alimenti e bibite zuccherati, compresi cioccolato, dolci e biscotti.