7 motivi per avere più di un figlio

7 motivi per avere più di un figlio

Ultimo aggiornamento: 08 dicembre, 2017

Avere più di un figlio è qualcosa che la maggior parte delle coppie vede come una possibilità. Eppure i tassi di natalità indicano che la maggior parte delle famiglie ha un solo figlio.

Di solito è un motivo economico, sociale e totalmente esterno che determina questa decisione. Tuttavia coloro che hanno avuto più di un figlio sostengono che ci siano innumerevoli ragioni per farlo.

Molte coppie potrebbero voler ampliare la loro famiglia. Spesso non è necessario nemmeno conoscerne le ragioni. Se un bambino è meraviglioso, avere più di un figlio non potrebbe essere diverso.

Ecco 7 motivi per cui vale la pena avere più di un figlio.

Perché avere più di un figlio?

Perché condividere l’amore è più facile

Quando nasce il nostro primo figlio non vogliamo che nulla ostacoli il nostro amore per lui. Tuttavia, come sappiamo, la missione principale della mamma è diffondere l’amore. Non sarà ingiusto per il figlio maggiore, al contrario, è un’eccellente opportunità per insegnare e imparare dalla situazione.

Ci siamo innamorati del secondo o terzo figlio proprio come abbiamo fatto con il primo. Ogni bambino è diverso, è per questo che guadagnerà un posto nel vostro cuore a modo suo. Avere più di un bambino è la scusa perfetta per condividere l’amore.

Entrambi avranno chi con cui giocare

Quando le età sono simili, non ci sarà un compagno migliore del fratello. Anche se la differenza di età sarà ampia troveranno un modo di giocare. I fratelli possono essere molto diversi, ma finiscono per essere piuttosto vicini.

Impareranno a capirsi l’un l’altro in modo che i loro giochi vadano nella stessa direzione. Sicuramente condivideranno alcuni gusti e accetteranno quelli che non lo fanno. Tra bambini è più facile giocare, quindi non avranno bisogno dell’intervento di un adulto.

Niente andrà sprecato

Molte delle cose che il primo figlio ha usato serviranno agli altri. Sia i vestiti che i giocattoli possono essere ereditati dal più piccolo. Cose come il seggiolone, il passeggino, la culla o altri oggetti di grandi dimensioni e di buona qualità saranno usati dai fratelli.

Nella maggior parte dei casi i genitori acquistano troppi prodotti per il primo figlio. Se abbiamo salvato questi articoli, molto probabilmente risparmieremo molto durante l’altra gravidanza.

Il fratello maggiore sarà la tua mano destra

Il bambino più grande potrebbe essere piccolo quasi quanto il secondo, ma sarà sempre un po’ più grande. Mentre crescono, il primo supererà le fasi e sarà presto in grado di aiutarvi con il fratellino. La compagnia, la responsabilità, la cura nei confronti del più piccolo cominciano ad apparire rapidamente.

Quando diventano grandi il fratello maggiore sviluppa un istinto di protezione sul fratello minore. Presto avrà un alleato, non solo per giocare. Allo stesso modo, il primo servirà da modello di apprendimento per i fratelli.

Imparano l’importanza della condivisione

Quando si ha più di un figlio, ci si rende conto di quanto sia importante condividere. La relazione tra fratelli definisce cosa significa collaborare, dare ciò che abbiamo e relazionare senza condizioni. La condivisione è una regola tra famiglie con più di un figlio. Non ci può essere meschinità o rifiuto di collaborare.

I figli unici non si abituano alla condivisione molto spesso; ma quelli che hanno fratelli non hanno nessuna altra opzione. Sicuramente combatteranno e a volte sarà difficile per loro, ma tutto fa parte dell’apprendimento.

Sono addestrati come negoziatori

I fratelli non hanno altra alternativa che negoziare tra loro. Anche senza l’intervento dei loro genitori, dovranno fare le proprie regole e rispettarle. La negoziazione è un processo che consente di maturare e ottenere strumenti utili per la vita.

Avere più di un figlio

La negoziazione tra bambini può essere molto divertente per noi adulti. È qualcosa che permette di vedere chiaramente come sono cresciuti.

Imparano a risolvere i conflitti

Come sappiamo, i fratelli possono arrivare a combattere spesso. Questo finisce per diventare un esercizio sano. È anche l’ideale per esprimere il loro punto di vista e farlo funzionare.

Tra fratelli è d’obbligo perdonarsi e tornare amici, praticando il rispetto e la tolleranza.



  • Castro-Martín, T., Martín-García, T., Cordero, J., & Seiz, M. (2021). ¿ Cómo mejorar la natalidad en España?. Mediterráneo económico, 34, 29-51.
  • CEPAL, N. (2020). Perspectivas de la población mundial 2019: metodología de las Naciones Unidas para las estimaciones y proyecciones de población. https://200.9.3.93/bitstream/handle/11362/45989/S2000384_es.pdf?sequence=1&isAllowed=y
  • Elizabeth, Z. S., Arch-Tirado, E., Romero, M., & Lucero, J. L. (2002). Estudio comparativo del desarrollo psicomotor en niños de gesta I y III de 3 años de edad, de nivel socioeconómico bajo, con hermanos y sin hermanos. In Anales de Otorrinolaringología Mexicana (Vol. 47, No. 3, pp. 23-26). https://web.archive.org/web/20180502155445id_/http://www.medigraphic.com/pdfs/anaotomex/aom-2002/aom023f.pdf
  • Ezquerro Cordón, V. (2019). INFLUENCIA DE LA EDAD EN LA FERTILIDAD. INFLUENCIA DE LA EDAD EN LA FERTILIDAD, 108(108), 1-108.
  • FIRPO, P., & RICHARD-PALMERO, F. E. D. E. R. I. C. O. (2018). Habilidades sociales: diferencias entre adolescentes con hermanos mayores y adolescentes sin hermanos (Doctoral dissertation, Tesis de licenciatura). Universidad del Aconcagua, Argentina. http://bibliotecadigital. uda. edu. ar/objetos_digitales/843/tesis-6118-habilidadess. pdf). http://bibliotecadigital.uda.edu.ar/objetos_digitales/843/tesis-6118-habilidadess.pdf
  • López-Pablos, R. (2016). Teoría, metodología y análisis demodinámico en prospectiva mundial hacia el año 2100. In Séptimo Congreso de la Asociación Latinoamericana de Población. Asociación Latinoamericana de Población.
  • Vollset, S. E., Goren, E., Yuan, C. W., Cao, J., Smith, A. E., Hsiao, T., … & Murray, C. J. (2020). Fertility, mortality, migration, and population scenarios for 195 countries and territories from 2017 to 2100: a forecasting analysis for the Global Burden of Disease Study. The Lancet, 396(10258), 1285-1306.
    Zegers, P. B. (2012). Hijos adultos mayores al cuidado de sus padres, un fenómeno reciente. Revista Médica Clínica Las Condes, 23(1), 77-83

Il contenuto di Siamo Mamme è solo a scopo educativo e informativo. In nessun caso sostituisce la diagnosi, la consulenza o il trattamento di un professionista. In caso di dubbi, è consigliabile consultare uno specialista di fiducia.