Quando introdurre le uova nella dieta del bambino?

· 8 ottobre 2018
Le uova possono rappresentare un ottimo apporto proteico nella dieta dei nostri bambini. L'importante è conoscere l'età adeguata perché possano iniziare ad assumerle e le quantità giornaliere raccomandate.

Le uova sono un alimento che non può mancare nella dieta dei bambini. Tuttavia, è necessario sapere quando e come introdurle perché possano essere assimilate correttamente.

Questo alimento è ricco in nutrienti e costituisce un ottimo apporto di proteine durante i primi anni di vita. Ma si può dare in qualsiasi forma? No, anche se questo non per forza limita le opzioni a vostra disposizione. A seguire vi spieghiamo meglio come introdurre le uova nella dieta del bambino.

Caratteristiche delle uova

Le uova sono formate da tre parti: il guscio, il tuorlo e l’albume. Insieme, il tuorlo e l’albume contengono un alto indice di amminoacidi essenziali, acidi grassi e altri nutrienti fondamentali come sono i minerali e le vitamine. In altre parole, i nutrienti sono ben distribuiti tra il tuorlo e l’albume.

L’albume è formato per un 88% di acqua e proteine, tra le quali spicca l’ovoalbumina. Da qui la ragione per cui in certi tipi di diete ci si raccomanda di consumare solo l’albume. Dall’altro lato, il tuorlo è ricco di grassi, sali minerali e proteine ricche di fosfato.

Aprire un uovo

I benefici dell’introdurre le uova nella dieta dei bambini

  • Contengono tutti i nutrienti necessari per una sana crescita dei bambini.
  • Forniscono energia per il loro alto contenuto in proteine.
  • Grazie alla loro consistenza morbida, risultano facili da masticare e digerire.
  • Forniscono all’organismo vitamina D in modo naturale.
  • Il tuorlo dell’uovo contiene acidi grassi monoinsaturi, che non sono dannosi per l’organismo.

Per questi benefici e per molti altri, dobbiamo tenere presente l’uovo per la dieta dei bambini, per cui si raccomanda di consumarne uno al giorno, ovviamente a seconda dell’età del bambino.

L’introduzione delle uova nella dieta dei bambini deve avvenire in maniera progressiva. A partire dai 6 mesi di età, si consiglia di iniziare con il tuorlo, preferibilmente ben cotto e senza aggiungere sale.

A partire dai 10 mesi in poi, si può introdurre l’uovo intero sotto forma di frittata o bollito, senza aggiungere nessun tipo di condimento. L’uovo fritto dovrebbe essere evitato fino a che il bambino non supera i 24 mesi di vita.

Per quanto riguarda la quantità di uovo da proporre, si consiglia di non abusare. In altre parole, la cosa più sensata è dare al bambino mezzo uovo per i primi 6 mesi e, successivamente, un uovo intero. Non è raccomandabile riempire il bambino con quantità di uovo che non sono adeguate per il suo peso.

Alcune idee per introdurre le uova nella dieta dei bambini

Nidi di uova con spinaci e formaggio

Ingredienti

  • 1 uovo
  • Burro
  • Formaggio (a piacere)
  • Degli spinaci
  • Facoltativa: cipolla

Preparazione

  1. Rompere l’uovo, sbatterlo e metterlo da parte.
  2. Riempire fino a metà di spinaci uno stampo già unto con il burro.
  3. Aprire degli spazi tra gli spinaci con un cucchiaio grande.
  4. Versare quindi un po’ di uovo sbattuto in ogni spazio.
  5. Condirlo con appena un pizzico di sale, aggiungere del formaggio e poi metterlo a bagnomaria.
  6. Mettere tutto in forno per circa 15 minuti, fino a che le uova non saranno cotte.

Frittata colorata

Ingredienti

  • 2 uova
  • 1 pezzo di carota
  • 1 bietola lessata
  • 4 foglie di spinaci
  • 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva
  • Sale (una piccola quantità)

Preparazione

  1. Sbattere le uova e aggiungere un pochino di sale.
  2. Mettere in tre contenitori diversi parti uguali del composto, e in uno di questi aggiungere la carota lessata e trasformata in un purè. Mescolare e mettere da parte.
  3. Ripetere in seguito la stessa operazione con la bietola e le foglie di spinaci tritate, ognuno in un diverso contenitore.
  4. Mettere un cucchiaio di olio extravergine di oliva in una piccola padella ben calda.
  5. Versare separatamente ogni composto, formando così delle frittate colorate.

Frittata di patate

Frittata di patate

Ingredienti

  • 1 patata
  • 2 uova
  • 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva
  • Sale e formaggio a piacere

Preparazione

  1. Tagliare la patata in piccoli pezzi e cuocerla con l’olio di oliva.
  2. Sbattere le uova e, una volta aggiunto il sale, mescolare con la patata.
  3. Mettere tutto il composto in una padella e, quando si è cotta da un lato, girarla aiutandosi con un piatto, in modo che la frittata sia ben dorata da entrambi i lati.

Al giorno d’oggi si possono trovare sul mercato persino delle uova in polvere, anche se queste, principalmente, vengono destinate alla pasticceria. Di solito non vengono utilizzate in una normale dieta, anche se non è negativo farlo.

L’uovo è un alimento che bisogna sfruttare in maniera equilibrata perché possa davvero giocare un ruolo nell’alimentazione dei bambini e, di conseguenza, nella loro salute.