Orecchie sporgenti, un problema estetico frequente nell'infanzia

Le orecchie pop vengono rilevate nei bambini quando il padiglione auricolare sembra più distaccato dalla testa. Sapere qual è la causa di detta deformazione e come viene trattata.
Orecchie sporgenti, un problema estetico frequente nell'infanzia

Ultimo aggiornamento: 29 maggio, 2022

4 bambini su 100 nascono con le orecchie sporgenti, il che significa che le loro orecchie appaiono più lontane (o “sporgono”) dalla testa del solito. Questo difetto estetico si manifesta a causa di uno sviluppo atipico della cartilagine auricolare e si manifesta in tenera età.

Nello spazio seguente vi diremo tutto ciò che c’è da sapere su questa particolare caratteristica del viso. Non perdetevelo!

Cosa sono le orecchie a sbuffo?

Chiamiamo orecchie sporgenti una deformità del padiglione auricolare che di solito si manifesta fin dall’infanzia. Nel 60% dei casi questa caratteristica è già presente alla nascita, mentre negli altri si accentua con la crescita ed è più evidente in età avanzata. Quasi sempre il difetto si verifica su entrambi i lati.

A causa del suo aspetto, questa condizione è anche nota come orecchie sporgenti, alate o ad anello e il termine medico corrispondente è deformità ad anello del padiglione auricolare.

Come abbiamo detto, è un difetto nella formazione dell’orecchio causato dalla mancanza di una delle pieghe della cartilagine dell’orecchio, chiamata antielica. In questo modo la profondità nel guscio dell’orecchio risulta essere maggiore del solito e provoca una separazione rispetto alla testa di oltre 2 centimetri.

Nel corso degli anni, l’aspetto delle orecchie tende ad attenursi, o perché la testa del bambino cresce o perché usa un taglio di capelli che non le lascia scoperte.

Orecchie sporgenti e autostima del bambino

Fortunatamente, le orecchie a sventola sono solo un problema estetico, che non pregiudica l’udito o l’equilibrio del bambino. Tuttavia, può influenzare la tua sfera emotiva e sociale.

Man mano che il piccolo cresce e prende coscienza del suo aspetto fisico, questa deformità facciale può lasciare segni nella sua autostima. Infatti, in molti casi, può essere motivo di molestie tra pari o soprannomi peggiorativi di vario genere.

Alcuni bambini possono anche mostrare difficoltà nel rendimento scolastico e persino nella concentrazione a causa del bullismo. In questi casi è importante correggere il difetto per migliorarne la qualità della vita.

Qual è il trattamento per le orecchie gonfie?

Per trattare questa deformità auricolare ci sono due alternative: trattamento chirurgico (otoplastica) o trattamento non chirurgico. I primi sono molto efficaci nel correggere il difetto, mentre i secondi non sono altrettanto efficaci. Diamo un’occhiata a ciascuno separatamente.

Trattamenti non chirurgici

Il trattamento conservativo ha mostrato efficacia in alcuni casi, a seconda dell’età in cui viene attuato e dell’aderenza del bambino e della sua famiglia all’uso delle protesi.

Tra questi spiccano:

1. Otostick : si basa sul posizionamento di una protesi in silicone trasparente che mantiene le orecchie attaccate alla testa. Gli adesivi utilizzati sono molto morbidi, anallergici e impermeabili.

Alcuni studi ne supportano l’uso e ne dichiarano un’adeguata efficacia se utilizzato per 12 mesi. Può essere implementato da 3 mesi.

2. Metodo Auri: ideato da ricercatori danesi, combina l’uso di una clip con una fascia adesiva. Il primo è fatto per adattarsi all’orecchio del bambino e viene posizionato durante la notte. Il secondo viene utilizzato durante il giorno.

Questo metodo cerca di stringere, piegare e allungare la cartilagine allo stesso tempo, al fine di ottimizzare l’effetto. Si consiglia di utilizzarlo per 6 mesi.

3. DisRas : è un correttore che ha la forma dell’orecchio. È realizzato su base di silicone e corregge parzialmente la sua posizione.

Trattamento chirurgico: Otoplastica

Nel caso in cui i trattamenti non chirurgici non ottengano l’effetto desiderato, è necessario eseguire l’otoplastica. Questo intervento risolve completamente il difetto ed è adatto ai minori.

La procedura è a basso rischio e di rapido recupero, poiché richiede anestesia locale e sedazione. Dura circa 2 ore e non necessita di ricovero. Si consiglia di farlo dall’età di 7 anni, quando le orecchie hanno già adottato la loro forma e la loro posizione finale.

La diagnosi precoce della perdita dell'udito è essenziale per migliorare la qualità della vita dei bambini con sordità congenita
Le orecchie pop possono essere viste nei bambini piccoli, ma è più appropriato posticipare la loro risoluzione chirurgica fino a quando non raggiungono la posizione finale.

Orecchie sporgenti, una deformità curabile

È importante sottolineare che alcuni rimedi casalinghi per curare le orecchie gonfie potrebbero essere dannosi per il bambino, in particolare elastici, adesivi, cerotti o cappelli. Innanzitutto possono provocare irritazioni e allergie cutanee, ma aumentano anche il rischio di annegamento per ingestione accidentale di corpi estranei (in caso di distacco).

Idealmente, seguire sempre le istruzioni del pediatra e attendere che il bambino abbia un’età adeguata per trattare questa deformità dell’orecchio in modo efficace e definitivo.

Potrebbe interessarti ...
Come pulire le orecchie dei bambini correttamente
Siamo Mamme
Leggi in Siamo Mamme
Come pulire le orecchie dei bambini correttamente

Il cerume svolge un'attività di protezione. Nonostante sia un compito molto semplice, imparare a pulire le orecchie dei bambini è molto importante.