Pronazione dolorosa nei bambini: cosa fare?

· 12 Marzo 2019
La pronazione dolorosa nei bambini si può verificare a chi ha meno di 5 anni ed è più frequente che accade alle bambine piuttosto che ai bambini. Continuate a leggere per scoprire tutto quello che c'è da sapere su questa condizione.

La pronazione dolorosa o il gomito bloccato è una sublussazione lieve di un osso dell’articolazione del gomito e può comparire in seguito ad uno strattone del braccio del bambino. In questo articolo, andremo a spiegare tutto sulla pronazione dolorosa nei bambini. Prendete nota!

Pronazione dolorosa nei bambini

La pronazione dolorosa è un incidente che può accadere abbastanza frequentemente nei bambini piccoli. Sono a rischio dal momento che iniziano a camminare fino ai 5 anni. Generalmente è causata da una forte tensione assiale dell’avambraccio, spesso provocata da un adulto che tiene la mano del bambino mentre si allontana. È difficile che ne soffrono i bambini di più di 5 anni in quanto le loro articolazioni sono già abbastanza rafforzate.

La seconda causa di pronazione dolorosa sono le cadute. Di fondo questa lesione si crea per tirare il braccio del bambino mentre lo tiene teso. La conseguenza di questo tirare o strattonare è una piccola frattura nell’osso del gomito, il capitello radiale ha una sublussazione che provoca un forte dolore.

Generalmente, il più colpito, è il braccio sinistro probabilmente perché chi tiene il bambino lo fa con la mano destra. Infine c’è da evidenziare che le bambine ne sono più soggette che i bambini.

In seguito al dolore il bambino inizierà a piangere e non vorrà muovere il braccio per tenere fermo il gomito, leggermente piegato, con l’avambraccio sopra l’addome. In seguito sarà il medico o l’infermiere a riposizionare correttamente il gomito. Questo non provocherà danni a lungo termine nel bambino.

le principali cause della pronazione dolorosa

Quali sono i segnali?

Normalmente i legamenti tengono il radio al suo posto, ma dopo una caduta o una strattonata improvvisa il legamento si può stirare in eccesso e l’osso scivola leggermente verso il basso del legamento. Nella maggior parte dei casi, i bambini con pronazione dolorosa scoppiano a piangere dopo lo strattone e non usano il braccio lesionato.

Quindi, se sospettate che vostro figlio ha una pronazione dolorosa, dovete portarlo immediatamente da un medico, che sia il medico di famiglia o al pronto soccorso non importa. Non dimenticate che quanto più tempo l’osso si trova al di fuori del gomito, più sarà doloroso e difficile rimetterlo al suo posto e più tempo ci vorrà al bambino per recuperarsi completamente.

Sfortunatamente il procedimento è doloroso e angosciante anche se dura solo un momento e termina non appena l’osso si trova al suo posto. Se il gomito non può tornare a posto o se vostro figlio continua a non utilizzare il braccio lesionato, sarà necessario fare una radiografia per verificare la presenza o meno di eventuali altre lesioni, come la frattura.

Cosa fare a casa?

Una volta che la pronazione è stata trattata, il bambino deve tornare a svolgere le sue normali attività. Tuttavia, se il gomito è stato dislocato dalla sua posizione per diverso tempo, è possibile che il piccolo abbia bisogno di prendere analgesici per qualche giorno. Dovrete comunque seguire i consigli del medico per trattare il dolore.

Se il giorno dopo vostro figlio muove completamente il braccio, sarà opportuno portarlo un’altra volta dal medico per un’altra valutazione. Ricordate comunque che la pronazione dolorosa non comporta danni a lungo termine se viene trattata subito adeguatamente.

cosa fare se vostro figlio ha una pronazione dolorosa

Per evitare ai bambini una pronazione dolorosa, dovete assicurarvi di non sollevarli per la parte inferiore dei bracci o per i polsi, ma sollevateli per le ascelle. Nello stesso modo, si raccomanda di insegnare alle altre persone che si occupano del piccolo, come i nonni o la baby sitter, la forma corretta di sollevare il bambino.

Infine vi ricordiamo che alcuni bambini hanno più probabilità di altri di soffrire di una pronazione dolorosa. Può anche accadere più di una volta a quei bambini che hanno le articolazioni particolarmente sciolte. Quindi, tenendo conto delle informazioni di questo articolo, non dovete preoccuparvi eccessivamente, ricordando comunque, che la cosa migliore da fare è sempre quella di andare dal medico se vi trovate in questa situazione.

  • Krul, M., van der Wouden, J. C., van Suijlekom-Smit, L. W., & Koes, B. W. (2012). Manipulative interventions for reducing pulled elbow in young children. In M. Krul (Ed.), Cochrane Database of Systematic Reviews. Chichester, UK: John Wiley & Sons, Ltd. https://doi.org/10.1002/14651858.CD007759
  • Aylor, M., Anderson, J. M., Vanderford, P., Halsey, M., Lai, S., & Braner, D. A. V. (2014). Reduction of Pulled Elbow. New England Journal of Medicine371(21), e32. https://doi.org/10.1056/NEJMvcm1211809
  • McCormack, M. P. (1959, May 9). Pulled Elbow. British Medical Journal. https://doi.org/10.1136/bmj.1.5131.1240-b