Sindrome di Münchausen: la malattia della mamma mi sta uccidendo

· 24 agosto 2017

È diventata la sfida di qualsiasi operatore sanitario, e si presenta con sempre maggiore frequenza negli studi medici. È conosciuta come “Sindrome di Münchausen per Procura” e consiste in un disturbo della personalità per cui la madre simula una malattia nel figlio.

La sindrome di Münchausen è una forma di maltrattamento infantile in cui uno dei genitori induce nel bambino sintomi reali o apparenti di qualche malattia. Se non viene rilevata per tempo, le conseguenze possono essere fatali.

Gli specialisti tendono a distinguere questa patologia dall’ipocondria, che è una preoccupazione di essere malati provocata da ansia o il sintomo di una depressione endogena.

La sindrome di Münchausen è stata scoperta nel 1951 dal dr. Richard Asher ed è considerata un “disturbo fittizio” nella classificazione psichiatrica internazionale. Il nome proviene da un mercenario militare tedesco, il barone di Münchhausen, famoso raccontare storie inventate sulle sue conquiste e avventure.

Sindrome di Münchausen: le cause

La sindrome di Münchausen è un disturbo raro, poco compreso, e le sue cause non si conoscono con certezza. Si verifica a causa di problemi psicologici dell’adulto, ed è un comportamento con il quale cerca di attirare l’attenzione. Il punto è che abusa di suo figlio attirando su di lui attenzione medica non necessaria.

Aggiungere sangue all’urina o alle feci del bambino, smettere di alimentarlo, fingere la febbre, somministrargli di nascosto farmaci che producono vomito o diarrea, infettare le vie intravenose per farlo sembrare o diventare malato, sono alcuni dei trucchi che utilizzano i genitori per generare sintomi nei loro figli.

Di conseguenza, i piccoli trascorrono gran parte della loro infanzia in ospedale. Molti di loro finiscono con l’essere ricoverati quando presentano una serie di sintomi che non rientra in alcuna malattia conosciuta.

Mentre la madre si mostra collaborativa, protettiva e amorevole in ospedale, il bambino subisce esami medici, interventi chirurgici e altre procedure fastidiose ed invasive, assolutamente non necessarie.

Münchausen: come ricevere assistenza medica

Questa psicopatologia è caratterizzata da un’ossessione o desiderio irrefrenabile e permanente di essere assistiti da personale medico. Ciò genera nelle madri una compulsione a vagare da un ospedale ad un altro, molte volte con un nome falso, in modo da essere assistite senza lasciare tracce.

Sindrome di Münchausen

Sebbene queste mamme siano consapevoli dell’inganno, non lo sono delle loro motivazioni inconsce di ottenere l’attenzione degli altri. Sono in grado di manipolare i loro bambini e di convincere il personale medico e la famiglia della malattia dei figli.

Molte portano il maltrattamento dei figli all’estremo, arrivando ad avvelenarli o a provocarne la morte per soffocamento. Tutto ciò risponde ad un unico obiettivo: ottenere un ricovero in ospedale, con le cure e l’attenzione che ciò comporta, al fine di sentirsi protette e prese in considerazione.

Su sintomi, controlli ed esami

  • I sintomi del bambino non possono classificarsi in un quadro classico di malattia, perché non concordano tra loro.
  • Tendono a migliorare in ospedale ma si ripresentano a casa.
  • L’adulto di solito si mostra esageratamente attento e troppo disponibile.
  • Le madri rifiutano di allontanarsi dai figli o di farli curare da qualcun altro.
  • Altri bambini affidati alle cure dell’adulto hanno anch’essi sofferto di malattie croniche inspiegabili.
  • I campioni di sangue usati per le analisi di laboratorio non concordano con il tipo di sangue del paziente.
  • Presenza di droghe o elementi chimici nei campioni di sangue, materia fecale e urina.

Sindrome di Münchausen

Münchausen: le cifre

Sebbene gli specialisti sottolineino che le cifre non riflettono la frequenza con la quale si presenta la Sindrome di Münchausen e stimino percentuali maggiori, l’incidenza e l’ascesa di questa sindrome sono davvero preoccupanti.

Nel 2016 sono stati riportati almeno 700 casi solo nei paesi di lingua spagnola, e  sono stati registrati soltanto i casi più seri. Secondo gli studi, il 5% dei bambini con asma e allergie a determinati alimenti è vittima di un adulto.

Negli Stati Uniti si attribuiscono a questa sindrome circa 700 casi di avvelenamento e soffocamento all’anno. Si stima che questo disturbo sia responsabile di almeno il 10% delle morti infantili nel Nord America.

Intanto, secondo delle statistiche criminologiche tedesche, il 40% dei casi di maltrattamento infantile  dipende da donne, delle quali tra l’85 e il 90 per cento soffre della Sindrome di Münchhausen per procura.

I figli di coloro che sono affetti da questa malattia tendono a collaborare con le madri per il loro naturale desiderio di essere amati, e raramente rivelano il loro martirio. Molte volte questi bambini che lottano per coprire le loro mamme muoiono a causa di questa alterazione patologica dell’amore materno.