7 consigli per lavare i vestiti del bebè

9 giugno 2018

Nel seguente articolo vi offriamo alcuni consigli per lavare i vestiti del bebè nella maniera adeguata per prendervi cura della sua pelle sensibile e delicata.

I bebè hanno la pelle sensibile. Di conseguenza, vi raccomandiamo di utilizzare detergenti che non contengano colori, profumi, tinture, fragranze o aromi che possano danneggiarla. In alcuni casi, i piccoli possono manifestare una reazione allergica a determinati detergenti: prima di lavare i vestiti del bebè, quindi, è importante andare sul sicuro e tenere conto di alcuni consigli.

Dovreste sapere che, se comprate i soliti vestiti per bebè, soprattutto i più economici, fate entrare in contatto il piccolo con alcuni elementi chimici potenzialmente pericolosi per la sua salute. In questo modo potrebbe sviluppare allergie o dermatiti.

7 consigli per lavare i vestiti del bebè

Nelle righe che seguono, vi offriamo sette consigli di cui dovreste tenere conto quando è il momento di lavare i vestiti del bebè:

1. Lavate i vestiti prima di utilizzarli

La prima indicazione importante di cui dovete tenere conto è il fatto che i vestiti del bebè devono essere sempre lavati prima di venire utilizzati per la prima volta.

Che si tratti di un indumento realizzato in materiali standard o che sia stato confezionato in cotone inorganico, il lavaggio eliminerà gli eventuali residui di qualunque sostanza che possa risultare nociva per il piccolo. Un lavaggio preventivo aiuterà a proteggere la pelle del bambino e fare in modo che continui a sentirsi a suo agio.

Anche gli altri tessuti che vanno a contatto diretto con la pelle del bebè, come le lenzuola o le coperte, vanno lavati prima di essere utilizzati.

2. Sapone neutro speciale per bebè

Vi raccomandiamo di impiegare un sapone ecologico delicato, perché in questo modo sarete certe di non contaminare l’indumento con elementi sintetici superflui.

I detergenti adatti per i bebè vengono prodotti dalla maggior parte delle principali marche e, in generale, sono chiaramente etichettati come raccomandati per le loro pelli sensibili. Devono essere privi di coloranti, tinture, aromi, profumi o fragranze, per ridurre al minimo le possibilità che si verifichino reazioni allergiche.

Per lavare i vestiti del bebè, si raccomanda di usare saponi ecologici delicati, che non danneggino la pelle sensibile del bambino

3. Non utilizzate ammorbidenti chimici

L’impiego di ammorbidenti chimici per i vestiti del bebè non va bene, per la stessa ragione: non bisogna aggiungere prodotti chimici. I casi di dermatite sono all’ordine del giorno e sono in continuo aumento. Quindi, siate prudenti e non aggiungete prodotti che non siano assolutamente indispensabili.

Dovete lavare i vestiti e gli altri tessuti che entrino in contatto diretto con la pelle del bebè, come le lenzuola o le coperte, prima di utilizzarli.

4. Leggete le etichette

Questo è uno dei punti più importanti. Quando  lavate i delicati vestiti del bebè, dovete prestare attenzione alle etichette con le indicazioni d’uso. Oltre alle istruzioni per il lavaggio, assicuratevi di controllare le istruzioni per l’asciugatura.

Proprio come fate con qualunque altro capo di vestiario, dovete sempre prestare particolare attenzione all’etichetta per seguire le regole di lavaggio richieste dall’indumento.

5. Utilizzate un ammorbidente naturale per tessuti

I tessuti ammorbiditi sono migliori per la pelle. Un ammorbidente naturale mantiene le fibre più morbide, in modo da mantenere più soffici i vestiti del bebè. La sua fragranza delicata e la sua formula ipoallergenica lo rendono perfetto per la sua pelle sensibile. Per conoscere le istruzioni d’uso, leggete l’etichetta del prodotto.

6. Lavate i pannolini a parte

Lavare i pannolini dei bebè può risultare complicato. Per evitare la propagazione di germi, vi raccomandiamo di tenere separati dagli altri tessuti i pannolini di stoffa sporchi e bagnati. Non mescolateli con altri indumenti che devono essere lavati.

In generale, un normale prelavaggio a freddo e un lavaggio a caldo saranno sufficienti. Se anche così continuano a emanare un cattivo odore, dovete lavarli di nuovo.

Nel lavare i vestiti del bebè, è consigliabile raggrupparli in base alle loro caratteristiche

7. Raggruppate i vestiti del bebè

L’ultimo consiglio consiste nel dividere tutti i capi di abbigliamento in carichi più piccoli di colore bianco, chiaro e scuro. Allo stesso tempo, tenendo separati gli indumenti ignifughi vi assicurerete di non rovinare le proprietà resistenti al fuoco.

Nel caso in cui esista una differenza nella temperatura ideale per lavare i diversi indumenti, dovete raggruppare i vestiti che richiedono una temperatura simile in una pila separata.

Infine, dovete sapere che, normalmente, i vestiti del bebè non si sporcano molto e che potete lavarli a mano o in lavatrice. Se non avete del sapone ecologico, potete utilizzarne uno speciale per bebè, che non contenga acidi.

Speriamo che questo elenco di 7 consigli per lavare i vestiti del bebè vi sia stato utile e che, d’ora in poi, applichiate questi suggerimenti!

Guarda anche