Come preparare lo zaino per il campeggio

23 Agosto 2019
Uno zaino per il campeggio ben preparato è la base per garantire che il divertimento del bambino durante la gita possa essere completo. Ripassiamo un po' in che modo prepararlo correttamente.

La maggior parte dei bambini adora andare in campeggio, magari con gli scout o con qualche altro gruppo di coetanei. Dunque, la partenza di vostri figlio si avvicina, ed è felicissimo. Ma se non avete abbastanza esperienza in questo campo, forse vi state chiedendo come preparare lo zaino per il campeggio. Sapere che cosa portare e cosa no, e chi deve occuparsi di preparare questo zaino.

Nelle righe che seguono vedremo di che cosa bisogna tenere conto per mettere nello zaino per il campeggio tutto il necessario (ma nulla di superfluo), senza dimenticare nessuna cosa di cui il bambino potrebbe avere bisogno.

“Studiare” il campeggio

Per prima cosa, abbiamo bisogno di realizzare uno “studio” iniziale del campeggio. Dobbiamo sapere quali sono le caratteristiche del luogo in cui è diretto il bambino, le previsioni del tempo, le attività che sono in programma (piscina, trekking, una notte di bivacco, ecc.). E poi, naturalmente, quanti giorni durerà il viaggio.

Normalmente, saranno gli organizzatori stessi che vi diranno se è necessario portare alcuni oggetti specifici, come il sacco a pelo, il materassino o una torcia elettrica. Una volta che siete in possesso di tutte le informazioni che vi servono, scegliete uno zaino adatto. I migliori per i bambini sono quelli leggeri con le ruote. Non bisogna dimenticare di controllare che lo zaino sia pulito e in buono stato.

come preparare lo zaino per il campeggio dei bambini

Elenco di ciò che bisogna portare nello zaino per il campeggio

L’elenco è fondamentale per non dimenticare di tralasciare qualcosa. Un esempio di elenco generale è quello che vi forniamo nelle righe che seguono. ricordate di adattarlo alle vostre esigenze, tenendo conto del clima e del numero di giorni di durata del campeggio. Per esempio, se ci sarà una piscina, bisognerà aggiungere a questa lista un costume da bagno, un telo da piscina e le ciabatte.

  • Un berretto per proteggersi dal sole.
  • Calzini di cotone e scarpe comode per camminare.
  • Se il bambino dormirà in una tenda, un sacco a pelo e vestiti che tengano caldo.
  • Un astuccio da bagno con i prodotti necessari (shampoo, bagno schiuma, spazzolino da denti, dentifricio, pettine o spazzola, crema solare ad alta protezione, crema idratante, protettore per labbra e repellente per zanzare).
  • Asciugamano da bagno.
  • Pigiama.
  • Numeri di telefono di contatto dei genitori (cellulare, lavoro, eventuale numero fisso di casa).
  • Tessera sanitaria.

Se vostro figlio è affetto da una qualche malattia, deve portare con sé un certificato sanitario o un documento che spieghi:

  • In che cosa consiste il trattamento e qual è la sua posologia.
  • Le cure specifiche (alimentazione speciale, ecc.).
  • Attività alle quali non potrà partecipare.
  • Come comportarsi se dovesse presentarsi un sintomo di allarme e quali sono questi sintomi.

I vestiti per lo zaino per il campeggio

Tutti i vestiti che sceglieremo per lui (o che sceglierà lui stesso) devono essere comodi, resistenti e in grado di essere allacciati e slacciati in modo semplice, e devono asciugarsi in fretta. Il jeans e il cotone sono tessuti particolarmente raccomandati. Bisogna portare un cambio di vestiti per ogni giorno di accampamento, più, come minimo, altri due supplementari.

È importante contrassegnare tutti i vestiti, le scarpe, gli oggetti del necessaire e tutti gli oggetti personali, come la torcia elettrica, la bottiglia d’acqua e anche gli occhiali da sole. In questo modo sarà molto più probabile che vostro figlio non perda niente, perché gli animatori sapranno sempre a chi appartiene ogni oggetto, se il bambino si distrae.

Bambino seduto in un bosco

Preparare lo zaino o lasciare che lo faccia lui?

Uno o due giorni prima di partire per il campeggio (dipenderà da quanto siete emozionati) faremo impacchettare al bambino tutti gli oggetti nel suo zaino. Gli insegneremo a contrassegnare ogni articolo dell’elenco, a mano a mano che verrà inserito nello zaino.

Inoltre, dedicheremo un po’ di tempo a parlare di qual è il modo migliore di impacchettare tutto ciò che porterà con sé. Per esempio, quali sono le cose di cui avrà bisogno per prime? Queste cose devono essere inserite alla fine, in modo che rimangano sopra a tutte le altre. Se lo zaino possiede diverse tasche, decideremo insieme a lui quali sembrano le più adatte per ospitare determinati oggetti.

È importante che sia il bambino a preparare il proprio zaino, perché deve sapere che cosa porta con sé, quali sono i suoi vestiti e dove può trovare tutto. Se è in grado di andare al campeggio, è anche perfettamente in grado di preparare il suo zaino. E poi, ogni anno ci accorgeremo che è diventato sempre più bravo a prepararlo.

Naturalmente, possiamo essere presenti mentre prepara lo zaino, in modo che, se ne ha bisogno, possiamo aiutarlo, per consigliarlo sull’organizzazione e assicurarci che non dimentichi niente. Lasciando che sia lui a svolgere questo compito, lo staremo educando a essere responsabile e a prendersi cura delle proprie cose. Inoltre, così, quando sarà il momento di tornare a casa, saprà come impacchettare di nuovo il tutto.

  • Colin Towell. (2018). Manual de supervivencia: habilidades para la aventura en exteriores. Blume.