Bambini: mostriamo interesse per il loro mondo, ne saranno felici

16 giugno 2018

Per crescere felici, i bambini hanno bisogno di tutta la nostra attenzione, di tutto il nostro amore e di tutte le nostre cure. Per questo per loro è fondamentale che mostriamo interesse per il loro mondo.

Ecco perché potrebbero sentirsi frustrati se non mostriamo interesse per il loro mondo. E di certo non lo vogliamo. Anche se le loro attività, non richiedono chissà quale sforzo, fanno parte della loro vita e formano il loro piccolo mondo.

Capita spesso che noi genitori  viviamo la routine giornaliera del bambino come se non fosse importante. In generale, tendiamo a porre i nostri impegni e ciò che ci riguarda prima di tutto, anche prima di quello che riguarda il bambino.  Ma nostro figlio taglia traguardi in continuazione. E anche se sono più semplici dei nostri, per lui hanno estrema importanza.

Le attività infantili cambiano in base all’età. Quando sono molto piccoli, i bambini non fanno quasi niente. Ecco perché alcune volte ci comportiamo come se credessimo che non capiscano. Quando raggiungono una certa indipendenza, come gattonare o camminare, è necessaria una maggiore attenzione da parte nostra per quello che fanno. Invece, molto spesso ci capita di limitarci a vigilare da lontano che non si mettano in pericolo.

Non è detto che quando non ci interessiamo a quel che fanno, loro si sentano frustrati.  Ma, se mostriamo interesse per il loro mondo, guadagniamo tantissimo. Magari ci stanno facendo vedere qualcosa che anche per loro non è fondamentale e quindi se li ignoriamo non ci fanno caso. Ma non è sempre così.

A una certa età, la capacità di giudizio dei bambini si risveglia. E diventano capaci di mettere in discussione il modo in cui sono stati trattati.  Facciamo un esempio. Sono in grado di percepire che vengono ignorati o che una loro azione ha provocato dispiacere. È questo il momento in cui l’abitudine di trattarli come se non sapessero niente va abbandonata. Anzi, sarebbe stata meglio non averla mai avuta.

I bambini hanno bisogno che mostriamo interesse per il loro mondo

Come mostriamo interesse per il loro mondo?

La mancanza di attenzione, come sappiamo, è un problema che può diventare grave. Non mostrare interesse per il loro modo e per le loro cose implica che non ci interessa rafforzare le loro emozioni.  Se vogliamo far sbocciare sentimenti positivi e attaccamento alla famiglia, dobbiamo assolutamente appassionarci a quello che fanno.

In che modo? Provando curiosità per i loro piccoli progetti. Mostrandoci desiderosi di parlare con loro. Facendo vedere loro che sosteniamo le loro idee e che vogliamo condividerle. Pensiamo a come faremmo con la persona che amiamo. Come abbiamo dimostrato al nostro compagno che ci interessava?

Dedichiamo del tempo di qualità a conoscerli meglio, facciamo uno sforzo per capirli e cerchiamo di seguire le loro intenzioni. Come lo faremmo se volessimo conquistare qualcuno. Nessuno mette in dubbio che li amiamo e che desideriamo vederli felici, ma forse i nostri figli potrebbero rimanerci male vendendo che non mostriamo interesse per il loro mondo.

mostriamo interesse per il loro mondo

Dov’è l’errore?

Pensare che nostro figlio sia obbligato a volerci bene a prescindere da come lo trattiamo. È questo il motivo principale per cui a volte non ci preoccupiamo troppo di mostrare interesse per il suo mondo. Analogamente, può darsi che diamo per scontato che il bambino sappia che lo amiamo anche se non lo dimostriamo.  

Può darsi che il legame tra genitori e figli sia così stretto che questa mancanza abbia poco peso, ma forse viene a mancare la felicità. In questo senso,  mostrare attenzione per ciò che fa il bambino, i suoi compiti, le sue attività, è una dimostrazione dell’interese che professiamo. E questa è una chiara prova d’amore.

Un altro errore che facciamo noi genitori è confrontarci con la personalità dei nostri figli. I bambini non devono essere la nostra fotocopia, ma a volte vorremmo che lo fossero. Per questo motivo, quando i gusti sono diversi, forse la nostra comprensione diminuisce. E con essa anche la nostra tolleranza.

Magari non siamo d’accordo con la scelta che il bambino ha fatto o giudichiamo inutile un’azione che ha compiuto. Tuttavia, la cosa fondamentale è mantenere lo stesso affetto e interesse per quello che fa. Sappiamo che certi comportamenti sono negativi e che devono essere corretti, ma, affinché il bambino sia felice deve sentirsi accettato, compreso. Deve sentire che il suo mondo è importante tanto quanto quello di qualsiasi adulto.

Guarda anche