Giochi per potenziare le abilità psicomotorie dei bambini

8 Settembre 2019
Ci sono una grande varietà di giochi e attività per potenziare le abilità psicomotorie dei bambini

Le abilità psicomotorie si evolvono considerevolmente a partire dai 18 mesi di vita del bambino fino ai 3 anni. Ciò significa che la capacità dei bambini di raccogliere e manipolare oggetti di piccole dimensioni con le mani aumenta nel tempo. In questo articolo, vi diremo alcuni giochi per potenziare le abilità psicomotorie dei bambini.

In teoria, all’età di tre anni, la stragrande maggioranza dei bambini riesce ad afferrare cose molto piccole senza troppe difficoltà. Tuttavia, a quell’età c’è una piccola percentuale di bambini che non ha ancora una buona gestione del movimento delle loro mani.

Questo succede perché non hanno ancora raggiunto lo sviluppo adeguato, che si stabilisce in base all’età e alle loro capacità motorie. Ecco perché è indispensabile stimolare e potenziare le abilità psicomotorie dei bambini. In questo modo, aumenterà la destrezza delle dita e delle mani.

Spesso ci si chiede se le abilità psicomotorie dei bambini e dei neonati possono essere potenziate. In linea di principio, le risposte sono ovviamente affermative. Ma in che modo? Continuate a leggere i nostri giochi per potenziare le abilità psicomotorie dei bambini.

Giochi e attività per potenziare le abilità psicomotorie dei bambini

Ci sono una grande varietà di giochi e attività per potenziare le abilità psicomotorie dei bambini. È molto importante che i bambini le pratichino fin dalla tenera età per evitare eventuali problemi nello sviluppo.

Bambini che disegnano

Molte sono attività spontanee che possono essere praticate a contatto con l’ambiente. Ci sono anche una serie di attività più dirette, che consistono nel giocare e progredire allo stesso tempo.

Tuttavia, non dimenticate che lo sviluppo delle capacità motorie risponde alla crescita e alla maturazione del vostro bambino. Tuttavia, in caso di carenze o ritardi, è possibile stimolare e potenziare un certo tipo di progresso. In che modo? È consigliabile rivolgersi ad uno specialista, ma anche provare queste attività.

  • Aprire una mano mentre si chiude l’altra. Potete iniziare lentamente e guadagnare velocità. Alternare la funzione di ogni mano.
  • Aprire e chiudere le dita. Iniziare contemporaneamente e poi alternare e aumentare di velocità.
  • Toccare ciascun dito di entrambe le mani con il pollice della stessa mano, aumentando gradualmente la velocità.
  • Fare e disfare. Per potenziare le abilità psicomotorie dei bambini, sono molto utili: abbottonare e sbottonare i bottoni, legare e sciogliere dei fili, avvitare e svitare tappi.
Potenziare le abilità psicomotorie dei bambini

  • Arte o musica? Il bambino può giocare con la plastilina o suonare il tamburo o persino la tastiera come se fossero strumenti immaginari sul tavolo di casa. A tutta velocità!
  • Dov’è il mignolino? Lasciare che le dita inizino ad apparire dal pugno chiuso. Uno dopo l’altro, strappando il mignolino.
  • Niente di più divertente di praticare il tiro a bersaglio! Il bambino può lanciare oggetti cercando di colpire il bersaglio.
  • Unire i puntini. Si tratta di un’attività in cui bisogna unire i diversi punti che formano una figura. L’idea è che il bambino impari ad individuare le linee che compongono il disegno.
  • Arte, arte, arte! Disegnare, dipingere, colorare, ritagliare e persino risolvere labirinti può essere molto utile quando si tratta di potenziare le abilità psicomotorie dei bambini.
  • Puzzle in legno o gomma. Si tratta di un gioco in cui le figure concrete devono essere incluse nella forma disposta alla base.

Come potete vedere, ci sono molte attività che possono essere svolte per potenziare le abilità psicomotorie dei bambini dai 18 mesi in su. Certamente, alcune di esse richiedono un livello di abilità più consolidato, mentre altre sono più elementari.

Indubbiamente, le proposte che offriamo non sono altro che giochi e divertimenti per bambini. Tuttavia, hanno la preziosa capacità di lavorare sulle loro abilità psicomotorie. Dovrebbero effettivamente svilupparsi inconsciamente, ma non è male dare loro una piccola spinta.