Come dovrebbe essere il primo compleanno di vostro figlio?

· 28 Ottobre 2017

Il primo compleanno di un figlio non è solo un’occasione per festeggiare il bambino, rappresenta anche l’anniversario della vostra maternità.

Quando nasce il primo figlio spesso impariamo ad occuparci di lui in tempo reale. D’altronde non esistono manuali che possano dirci come essere una buona madre, perciò bisogna improvvisare durante il cammino.

Vi siete già chieste come dovrebbe essere il primo compleanno di vostro figlio?

La famosa marca di pannolini, Pampers, ha realizzato un’emozionante campagna pubblicitaria intitolata “Il primo compleanno di un figlio è anche quello di una madre”. In questo video viene mostrato più approfonditamente il processo del diventare madre ed il percorso compiuto per arrivare a questo primo anno. 

Ecco come dovrebbe essere il compleanno di vostro figlio

Nel video vediamo le storie di diverse madri che portano i loro piccoli a controllo medico.

A metà del cortometraggio cominciano ad apparire anche i papà che raccontano quanto le loro mogli abbiano fatto per il bambino e come questo primo anno rappresenti anche il loro compleanno da mamme. Una cosa è certa, la maternità rende più forti.

Ognuno di questi papà appende una foto con la moglie ed il figlio nel corridoio dell’ospedale. Sotto le foto si leggono delle piccole note in cui esprimono affetto e devozione verso le loro mogli per il magnifico lavoro svolto da mamme a tutti gli effetti.

L’amore a prima vista è quello che provi per il tuo bambino. E’ come cadere senza potersi più rialzare.

-Anonimo-

Con questa campagna la marca vuole onorare tutte le mamme per i loro sforzi, per aver sempre messo le esigenze dei figli davanti alle loro, per l’amore incondizionato che hanno regalato ai piccoli. Questa dimostrazione di affetto ha commosso tante donne.

O

Ricordate: quando sarete alle prese con la festa di compleanno del vostro bambino, preparate una torta anche per voi e festeggiate il vostro traguardo di madre.

Cosa succede nel primo anno?

Passiamo da neo-mamme a madri esperte

Può succedere che molte cose, soprattutto inizialmente, non vadano molto bene o non riescano al primo colpo. Ma col il tempo e la pratica migliorerete a vista d’occhio.

Il nostro corpo non è più quello di un tempo

Dopo aver avuto il nostro bambino potremmo non sentirci più così a nostro agio nel nostro corpo. Dopotutto per nove mesi abbiamo cresciuto una vita dentro di noi.

Stiamo ancora conoscendo il nostro bambino

Anche se molte volte non disdegniamo i consigli di altre persone, occorre ricordare che ogni bebè ha il proprio carattere e personalità. Solamente attraverso le sue azioni possiamo capire cosa gradisce e cosa no.

Consigli che non applichiamo

Molto spesso un consiglio ci farebbe comodo. Il più delle volte però non li mettiamo in pratica. Ricevere troppi consigli, infatti, è controproducente.

Il primo compleanno, madre e figlio.

Mancanza di sonno da diverso tempo

Se potessimo contare tutte le volte che non abbiamo chiuso occhio, semplicemente perderemmo il conto. Quante notte insonni per accudire il nostro bebè!

Persone significative

Tra la stanchezza, il lavoro, le pulizie in casa e tutte le faccende quotidiane da portare a termine, mai è venuta a mancare quella persona speciale che ci ha regalato appoggio e conforto.

È stata dura ma ne è valsa la pena

Ogni giorno che passa è sempre più dura. Però vedere nostro figlio che cresce sano e forte ripaga tutti i nostri sforzi.

Nonostante il primo anno, la strada è ancora lunga

Imparare dai propri errori ed essere umili è l’aspetto più importante di tutto.

I nostri figli continueranno a crescere e avremo sempre qualcosa da imparare. La cosa fondamentale che possiamo fare è dare il meglio di noi ed essere sempre pronti a sostenerli qualora ce ne sia bisogno.

Nulla è semplice, e finora solo voi sapete quanti sforzi avete fatto per il benessere del vostro bambino. Per il momento, vivete il presente e sfruttate ogni momento con il piccolo. Il tempo passa in fretta e quando meno ve lo aspettate sarà già in età adolescenziale.